Tag Archives: Casanova

120 Giornate di Sodoma: Marchese De Sade un Uomo Vero o Vero Animale?

Published by:

marchese donatien de sade: 120 Giornate di Sodoma: Marchese De Sade un Uomo Vero, o un Vero Animale?

Il Marchese Donatien De Sade un Uomo Vero specchio del suo secolo e che nulla ha da spartire con 50 sfumature di una noia mortale, è l’autore di Le 120 Giornate di Sodoma.

De Sade era un uomo poliedrico ed autore di altre opere, ma è grazie alle perversioni delle “120 Giornate…” che i suoi contemporanei lo definirono secondo il caso:

  • una bestia,

  • un animale,

  • una macchia oscura dentro al secolo dei lumi della ragione!

Gli altri, i critici, tutti dimenticati, lui De Sade un uomo vero continua a prendersi le sue belle rivincite.

Il Marchese Donatien passa alla storia per aver coniato un termine:

una branca, per qualcuno/a anche una professione da esercitare in pubblico o in privato, con o senza scambio di denaro.

Lui De Sade, da cui ha preso il nome un’intera enorme settore dell’esprimere la propria sessualità, è celebrato oggi come un beniamino della nazione, qualcosa da custodire e tramandare per le future generazioni.

Continue reading

Histoire de ma Vie. Giacomo Casanova: la mia Vita, mia più grande Opera!

Published by:

Histoire de ma vie. Giacomo Casanova: vecchia pagina e penna d'oca.

Histoire de ma vie. Giacomo Casanova:

memoires de J. Casanova de Seinglat ecrit par lui meme suivis de fragments des memoires du Prince de Ligne

Oggi se wordpress non m’inganna sto per pubblicare l’articolo numero 100 (cento) quindi quale migliore occasione che parlare di un tema a me particolarmente caro, come lo è la figura del grande Giacomo Casanova Cavaliere De Seingalt; titolo nobiliare completamente inventato, ma non per questo meno vero e che c’illustra fin da subito il suo immenso genio:

L’alfabeto appartiene a tutti e chiunque è padrone di servirsene per creare una parola e farsene il proprio nome.“

Così scriveva l’amato in tutti i sensi Giacomo Casanova quando si forgiò tale nome per essere a suo agio in una società classista dove senza tre nomi e tre titoli non potevi neanche avvicinarti alla porta (salvo tanti, ma tanti soldi cash che ti avrebbero fatto sposare o acquistare i titoli nobiliari mancanti).

Se qualcuno tra voi si è preso il piacere di leggere la monumentale opera, che al contrario di “Guerra e pace” (circa un terzo di lunghezza) più adatto ad un pubblico femminile che ama e predilige leggere storie di amore-famiglie ed intrighi vari, come ci dimostrano la popolarità odierna delle soap opera, è particolarmente adatto per un pubblico maschile, anche poco avvezzo alla lettura.
Certo ai lettori più pigri sembrerà che alcune pagine se le poteva pure risparmiare, mentre  alcune descrizioni gli saranno lunghe da vedere la fine, ma anche ai meno avvezzi ai libri, l’Histoire de ma Vie risulta sempre avvincente e fa immedesimare il lettore nelle sue vicende, d’altra parte chi non vorrebbe una vita così avventurosa e dedicata in pieno alla Seduzione.
Continue reading