Tag Archives: Abilità Sociali

Come uscire educatamente da conversazioni noiose e/o troppo lunghe.

Published by:

Cronometro a simboleggiare metodi per uscire da conversazioni noiose o troppo lunghe.

Penso non serve dire niente, è capitato a tutti:

improvvisamente una persona inizia a parlarvi e fin qui niente di male, siamo introversi ma conosciamo i riti sociali ed in breve misura ci possiamo anche adeguare, solo che…

Voi eravate solo la scusa, un semplice manichino per non parlare da solo.

Lui parla, parla e parla di cose che probabilmente solo lui conosce nel mondo e di cui non ve ne può fregare di meno.

Non vi venga mai voglia di aspettare, di fare scommesse con voi stessi su quanto può andare avanti prima che se ne renda conto che vi sta fortemente triturando i coglioni.
Continue reading

Introversione: male da curare o vantaggio da sfruttare?

Published by:

Domande e risposte su fireofman.com

> Ciao Sergio, ultimamente sto leggendo molto i tuoi articoli su fireofman e li trovo molto interessanti, ma vorrei farti una domanda che penso ti sei posto prima di iniziare a scrivere mille consigli su come rendere attraente l’introversione. Ma quando hai approcciato goffamente una persona magari perché hai bisogno di qualcosa o altro. Non ti sembra di non saper accettare se stessi? Cioè da come lo hai scritto sembra che l’introversione venga vista come un male da curare perché non ci si piace. Curando il look secondo te passa questa sensazione? Ci si spinge a fare di più? Cosa è che muove o che rende l’introversione attraente? Se sai che sei introverso non penso che un buon look (anche se utile) aiuti.. ciao e buona serata.
> Inviato tramite Xiaomi
Continue reading

Introversi ed il rimorchio: La bicicletta e il pozzo…

Published by:

timidi ed approcciare le donne

Le prove della vita ci fanno più forti, anche quando sbattiamo nei muri

Ero piccolo ed avevo la mia amatissima bicicletta dal nome di donna, come usava alcuni anni fa:
Cinzia, Gabriella… fin da piccoli imparavamo a montare qualcosa dal nome di donna, ma c’era un grosso ostacolo alle mie monte…
Le rotine, dette anche ruotine o ruote laterali, utili per non far cascare i bambini quando stanno imparando.
Mio fratello me le alzava un po’ per farmi provare ed andavo tranquillo, ma proprio sembrava più forte di me, come osavo alzarle troppo o addirittura toglierle, immancabilmente dopo pochi metri cadevo.
Fortuna, si fa per dire, che provavo su strade sterrate e quindi al posto dell’asfalto erano sassi, polvere e brecciolino vario i materiali designati a spellare prima e colorare di rosso poi le mie dolci ginocchia nonché i miei gomiti.
Inutile ricordare che ai bambini si davano solo ed esclusivamente pantaloncini corti, anche a meno 5 gradi, la pelle come tutti sanno ricresce facilmente, il tessuto dei pantaloni purtroppo no.
Questo modo caritatevole di ragionare era diffuso ampiamente tra le famiglie prima degli anni ’90, ma in casa mia era un vero e proprio dogma, i pantaloni lunghi erano riservati, quando lo erano, solo per messe e pranzo con i parenti.
Continue reading

Abilità sociali ed introversi: agire subito in due minuti o andarsene

Published by:

donna che balla in alto

Come l’ambiente percepisce la nostra energia e non ci fa cambiare ruolo

Appena entrato nel locale, mi dico che non ho fretta e mi metto ad osservare la situazione, dopo se ho voglia ed è il caso mi darò da fare per interagire con gli altri o conoscere nuove ragazze.
Già pensavo sempre così ogni volta che entravo in nuovo posto dove non conoscevo nessuno, con il risultato che dopo ore ero sempre appoggiato da qualche parte da solo, annoiandomi e contando i minuti/secondi che ancora mi separavano dall’andarmene.
Forse ricorda qualcosa anche a te che mi leggi, se non hai mai avuto questa sensazione in vita tua, il post probabilmente non fa per te, sul sito ce ne sono altri sicuramente più adatti di questo.
Ma torniamo a me, soprattutto quando da solo, ma a volte anche battendo in coppia con un amico notavo a volte che la serata finiva con questo triste copione, altre in modo apparentemente casuale filava tutto liscio come l’olio:
conoscevo ed interagivo con molti e soprattutto molte fina dai primi minuti.
Da piccolo scienziato dilettante di me stesso ho cercato di capirne le dinamiche, cosa quando e soprattutto perchè avevo risultati così palesamente diversi.
Più di una volta ho tentato di interrompere la serata negativa cercando di darmi una smossa a metà serata, ma quasi mai la cosa andava a buon fine, di solito riuscivo solo a cambiare muro dove starmene a fare da tappezzeria.
Continue reading