Si può insegnare la Seduzione? No, se sei un introverso!

Se non si può insegnare la seduzione all’uomo Introverso, al Ragazzo Timido, allora perché proporre dei metodi?

Nessuno tra voi che mi legge ha sentito parlare della meditazione, satori e illuminazione?
La meditazione e conseguente satori con speranza dell’illuminazione:

  • non è qualcosa che si fa,
  • che puoi agire attivamente perché accada,
  • per trovarla devi smettere di cercarla attivamente

Sarebbe meglio definirla “raggiungere uno stato meditativo” che fare meditazione, visto che non si può fare o forzare in nessun modo perché piccoli o grandi satori accadano, o addirittura l’illuminazione avvenga.
Ma allora perché esistono tanti maestri da oltre 5/7000 anni che insegnano la meditazione ed il sentiero per raggiungere l’illuminazione?

Perché se la meditazione, il suo stato particolare dell’essere che fa accadere l’illuminazione non si può trasmettere, insegnare da una persona ad un altra, le condizioni che la rendono possibile, più probabile di accadere, quelle sono conoscenze trasmissibili, ma nessuna garanzia può esistere.

Identico discorso lo possiamo fare della seduzione, quello che rende uno attraente, capace di avere una due o tante donne non sono trasmissibili direttamente; ogni seduttore, anzi ogni persona è diversa dall’altra ed anche le stesse identiche parole pronunciate da due persone diverse hanno effetti totalmente diversi.
Dico di più anche pronunciate dalla stessa persona in due momenti diversi possono avere effetti opposti:
la situazione, la voce, l’intonazione, l’espressione della faccia, la nostra postura sarà diversa e quindi produrrà differenti risultati(anche senza considerare il diverso stato mentale della donna a cui la diciamo tale frase).
Per usare ancora una frase famosa nel mondo spiritual-orientale:
Non puoi bagnarti due volte nello stesso Fiume

Chiarito questo punto diciamo negativo, veniamo alle cose positive:
alcuni meccanismi che fanno sì che le donne siano incuriosite prima, attratte dopo ed infine sedotte sono in parte od in toto conosciuti, non funzionano con tutte e non funzionano sempre, ma l’insistere con i comportamenti giusti per un periodo di tempo, produrrà quasi immancabilmente risultati positivi.

Ora su quale siano questi comportamenti, azioni e/o atteggiamenti che creano le giuste condizioni c’è stato, c’è e ci sarà sempre un forte dibattito, con predominanza negli ultimi anni di siti web libri nonché corsi con migliaia di iscritti riguardanti una certa interpretazione della PNL.

Forse per il fatto che usano parole come ipnotismo, raddoppia le tue conquiste(il doppio di 0 fa sempre zero), scoparsi tutte in 5 minuti ecc. ecc. è molto popolare e di gran moda(ora un po’ meno, ma ancora regge bene).

Non entro nel merito se funziona o no, non me ne può fregare di meno, se chi usa i loro prodotti ci trova giovamento bene così, se non ce lo trova pian piano la voce si diffonderà; siamo nell’epoca di internet, le cose buone o cattive vengono rivelate.
Io non conosco abbastanza la materia per dire la mia nel bene o nel male( in realtà teoricamente la conosco bene, è praticamente che non l’ho mai usata, quindi mi astengo dal commentare).

Molti libri, corsi, audiolibri, dvd con decine di ore video all’interno, hanno in comune una caratteristica che ha sempre stonato con la mia natura:

devi diventare estroverso!

La nostra natura di introversi viene visto come un male da correggere, da debellare, eliminare il prima possibile ad ogni costo, se vogliamo avere anche noi una fetta della torta “pianeta donne”.

Ciò cozza istintivamente contro quello che penso e credo:
intanto come visto in altri post l’introversione non è una qualità che uno sceglie di avere a piacimento, è un carattere essenziale della personalità e di come funziona il cervello.

Tentare di cambiare questo stato di cose, dei tratti caratteriali così radicati profondamente nel nostro cervello può avere effetti devastanti sulla psiche di un individuo.

Inoltre fin da piccolo sono stato introverso, all’epoca anche con social skills quasi zero e nonostante questo fatto le donne non mi sono mai mancate, qualcosa non torna.
Non solo, ho notato nell’arco della vita che altri grandi Seduttori o in ogni modo che attraevano a loro donne di valore in buon numero erano introversi come me:

più di qualcosa non torna!

Al limite se proprio una differenza seduttiva tra le due tipologie(estroversi>Vs<Introversi) la vogliamo trovare, risulta essere di fronte alla scelta tra quantità e qualità.

Quello che funziona alla fine non sono mai le tecniche od i metodi in se, quanto la maggior consapevolezza del soggetto che studia o pratica tali tecniche:
diventando cosciente delle dinamiche uomo donna e provando e riprovando, alla fine di un percorso di crescita, chi non si arrende alle prime difficoltà, sviluppa una propria personalità atta ad attrarre una porzione dell’universo femminile.

Il metodo, le tecniche, una persona che insegna non sono indispensabili, ma aiutano chi vuole imparare a non divagare lungo il percorso, ad avere e capire se sta facendo realmente dei passi avanti nel mondo seduzione o continua a farsi seghe mentali come ha sempre fatto fino ad oggi.
Inoltre fanno vedere che ciò è possibile, altri l’hanno fatto e quindi è possibile farlo anche a lui, se solo lo vuole e s’impegna per ottenerlo.

Il grande problema per cui odio che venga proposto un cambio di personalità da introversi ad estroversi è perché richiedere questo causa grandi sofferenze e problemi a chi orientato internamente.
Può funzionare per chi nella parte centrale dello spettro i cosiddetti ambiversi, fanno un ulteriore sforzo e diventano più simili ai modelli proposti; ma per me ed altri come me che siamo solitari e di poche parole di natura quando di fronte alla massa sociale, semplicemente non è possibile:
il forzare ciò può causare nelle persone danni psicologici anche pesanti, senza considerare quelli che deriveranno dal fallimento dell’aver provato tali metodi.

Tutto qui, non esistono segreti:

Non si può insegnare la seduzione agli Introversi e neanche agli estroversi…

Gli Introversi sono di solito molto bravi ad imparare la teoria meno la pratica…

Però quando vogliono davvero fare una cosa riescono sempre a farla!