Seduzione: territorio, turiste e riprova sociale

Come sfruttare a nostro vantaggio le nostre “riserve di caccia”

Se la vostra seduzione è preferibilmente stanziale, perché avete la fortuna di abitare in una città con continuo ricambio di nuove donne che vengono a visitare i vostri posti senza bisogno di muovere il vostro culetto, ci sono dei vantaggi che si possono sfruttare.
Anche abitare al mare o qualsiasi altro posto ad alto ricambio di turisti funziona pressapoco allo stesso modo, l’unica cosa che conta è che non sia troppo un turismo mordi e fuggi, nel senso, se la visita alla vostra cittadina città è della stessa lunghezza di quella che uno si ferma all’autogrill mentre è in viaggio, difficile creare le condizioni per una seduzione(ma non è mai detto…).

Ci sono dei vantaggi, ma anche degli svantaggi, vediamoli per primi:
siete a casa vostra
con controllo sociale di gente che conoscete
abitudini radicate ed energia abituale
nonchè spesso amici(?) e amiche(??) che remano contro la vera seduzione ed attrazione

Dopo aver visto alcuni(non tutti) svantaggi, vediamo quello che è a favore:
siete a casa vostra, quindi non c’è fretta
potete agire solo quando al massimo di energia
ogni momento è buono, tanto siete a casa
potete usare il territorio a vostro vantaggio dato che lo conoscete
potete crearvi una riprova sociale forte, cioè uno status elevato, anche se siete disoccupati o studenti…
nel caso qualche amico(vero) si sacrifica e passa la serata con l’amica cessa levandovela dalle palle…

Questo tipo di seduzione, se è vero comporta sempre muovere il culo ed andare a conoscere qualche ragazza, può ed è adatta in certi casi a chi più avverso ad andare a sedurre in giro, magari all’estero o in luoghi di villeggiatura superaffollati e super casinari, nonchè di solito pieni di cazeggio e poca o niente vera seduzione.
Come ma non hai detto all’inizio che posti turistici o di villeggiatura sono favoriti, ed ora dici che è tutto cazzeggio?
Certo che è molto cazzeggio, per chi viene da fuori, ma se uno ci vive tutto l’anno al mare o a Venezia o anche posti èpiù piccoli ma con forte ricambio di donne nuove la cosa cambia completamente:
non sperate di concludere in un week-end fortunato con tasso alcolico e cazzeggio ovunque, avete dalla vostra tutti i santi giorni dell’anno, di cui quelli meno affollati risultano come sempre i migliori.

Ora se è vero che essere intorno casa per i più timorosi nell’approccio è a volte un vantaggio, come detto sopra il controllo sociale di gente che si conosce, personalmente o di vista, può sfavorire comportamenti differenti dai soliti a cui siamo abituati; in fondo spesso molte persone non agiscono come vogliono davvero agire, ma come gli altri si aspettano da loro.
Quindi eccio perché per molti è più facile provare modelli di comportamenti nuovi in posti lontani, stranieri dove nessuno li conosce, li può intrinsecamente giudicare e nessuno ha delle aspettative su di loro.
Inoltre è risaputo che cambiare ambiente con gli stimoli che esso comporta da una grande spinta alla nostra energia interna e al cambiamento con prova di nuovi ed inusuali comportamenti.
Torniamo ai vantaggi che ci sono nell’operare intorno casa, uno di essi è che se il turismo non è di quello frettoloso, possiamo avere tempo di farci vedere, studiare la donna e poi decidere quando e come passsare all’azione nel momento che ci è più favorevole.
Addirittura per posti tipo mare o altri dove la permanenza arriva a minimo ed oltre una settimana, si può studiare le abitudini e fare in modo che la conoscenza sia casuale, o addirittura forzata dal frequentare gli stessi posti.
Questo leva da chi più pauroso del rimorchio la pressione di dover fare il salto nel buoi e rende la conoscenza un fatto naturale e semplice; inoltre scoperti i suoi orari o giorni possiamo sfoggiare i look che meglio ci valorizzano(senza esagerare, le donne non sono stupide).

Sulla conoscenza casuale e sul concetto di destino e come sfruttarlo al meglio, dato che le donne sono spesso molto compiaciute che “l’ha voluto il destino” e quindi seguono il suggerimenti datogli dal fato, ne parlerò in un altro post apposito, perchè merita una spiegazione più lunga di quella che posso fare in questo.

Credo che non ci sia bisogno di grandi spiegazioni su come usare il proprio territorio a nostro vantaggio, comunque va segnalato che cadere nel banale non è mai buona cosa, è vero che la spiaggia o il tramonto sono sempre buoni posti de ore, ma google maps ed internet sono nelle case di quasi tutti, quindi imparate a conoscere le vostre zone, portatela fuori dal turismo di massa, posti speciali che solo chi ci vive conosce e frequenta.
Questo vi serve anche per costruirvi il famoso status sociale locale che contribuirà ad impressionare la donzella di turno.

Per non caricare troppo il post dato che costruirsi lo status è una cosa più lunga e dovrei fare una dettagliata spiegazione, ne parlerò in una seconda puntata, per oggi ci sono già vari spunti utili su cui riflettere.

P.S.
editando i vari post ho notato che mancano una marea di zeta(Z), ora non è che mi sta antipatica questa lettera anche se è l’ultima, è solo che ho probabilmente fatto fuori un’altra tastiera, appena mi viene bene la cambio, per ora ‘portate pazienza”.
Anche altre lettere ogni tanto seppur da me digitate non passano sullo schermo, quelle che vedo correggo, per le altre chiedo scusa, sono il primo a cui non piacciono errori e refusi, quando avrò più tempo vedrò di rieditare di nuovo tutti i post.
Grazie per la pazienza.
Sergio
sergio@fireofman.com

Lascia un commento