Donne e vino: il bere bene è dominio delle ragazze moderne

Donne e Vino: una bella ragazza, un buon bicchiere di vino, un po’ di musica, cosa volere di più dalla vita?

Nonostante la continua ricerca del sensazionalismo sono sempre le cose semplici che ci soddisfano di più a livello profondo.

Donne e Vino, un binomio inebriante da sempre

Dalle mitologiche ancelle delle feste dionisiache tenute nei boschi al Bacco delle leggendarie matrone romane e le loro lunghissime mangiate bevute(pure molto sesso), passando per il medioevo dove principi e Baroni si facevano servire dalle donne a servizio più belle, fino ad arrivare ai giorni nostri dove le cameriere fighe vendono il triplo di vino costoso rispetto ai colleghi maschi, è sempre lo stesso filo conduttore:

Il vino è Donna!

In fondo qual è la miglior compagnia con cui condividere una, anche due o più bottiglie di buon vino?

Sono sempre loro, le belle ragazze, la strafiga con cervello che rende piacevole e qualcosa di unico l’altrimenti semplice atto del nutrirsi.

Il vino ed ancor prima centinaia di bevande alcoliche fermentate hanno accompagnato da sempre l’uomo e la donna:

già nell’impero egiziano vi era una mega festa apposita che celebrava la nuova esondazione del Nilo, portatrice di benessere e di vita.

Vuoi sapere cosa facevano?

Dopo che il Faraone aveva dato il via solenne alla festa ringraziando gli dei per la loro bontà, veniva messa a disposizione nelle piazze dove si riuniva l’intera popolazione una quantità incredibile di alcol:

tutta il popolo beveva, beveva e poi scopava, scopava e poi beveva e scopava…

Il potere inebriante del vino è da sempre un facilitatore dei rapporti umani e cosa c’è di più importante di quello tra un uomo ed una donna…

Of course rifiutiamo a priori i comportamenti frequenti di molte ragazze amercicane ed inglese che si stracannano litri di cocktail, ettolitri di birra e poi si scopano il primo che abbia un pisello che ancora può avere un erezione nonostante essersi vomitato addosso un paio di volte.

 

2030 il Vino è Donna!

Leggo da un giornale del 2030:

il consumo di vino pregiato tra le ragazze di buona estrazione sociale(e fighe) è per il decimo anno consecutivo in ascesa.

Mentre gli uomini si sono ormai da tempo svenduti alla volgare birra, collezionande pance gonfie che nemmeno in sala preparto, le donne belle ed intelligenti, di classe e status sociale medio ed alto, continuano a rinnovare ogni anno in maggior numero il loro amore per il vino, per il nettare di Bacco che inebria e diverte.

Già oggi con il 2018 ormai alla fine il trend donne vino è in forte ascesa:

sono lontani i tempi in cui per le ragazze donne si riservava lo spumante dolce o il liquorino superdolce a 15/16 gradi.

Il vino è donna:

le ragazze, le donne moderne, emancipate ma non femministe, bevono il vino a 14 gradi tranquillamente, si scolano vini invecchiati di 20-40anni come stassero bevendo un tè e non disdegnano neanche un buon distillato fatto con i controcoglioni.

Moda, omologazione ai bisogni del mercato o semplice presa di coscienza del loro status economico indipendente e quindi poter fare ed in questo caso bere ciò che gli va, non quello che la società vuole che lei dolce fanciulla possa mettere nel bicchiere.

 

Il vino è donna, ma lo Champagne?

Lo champagne è champagne, fine della discussione!

Io mi stupisco sempre di quando chiedono ai ristoranti di “lusso” si fa per dire se voglio un aperitivo di prosecco oppure voglio lo champagne.

Cioè rifletti un attimo insieme a me e immaginati che stai entrando in una casa di appuntamenti di medio alto livello, tutto è pulito e figo e le donne sono stupende, ma ecco che arriva la maitress e ti dice:

vuoi una cacciavitata in un occhio dal buttafuori o preferisci quelle due mega super strafiche che ti scopano a sfinimento?

Ecco scegliere il prosecco equivale sovente a scegliere la cacciavitatanellocchio!

Allora scegliere lo Champagne è come scegliere le due strafighe?

Assolutamente no, per niente, assomiglia molto a scegliere la cicciotta ormai famosa diplomata in storia ed arte del pompino…

Gli champagne buoni sono pochi e quei pochi costano, gli altri sono prosecchi con il nome in francese…

 

Donne e Vino: bere bene è cool

Non c’è praticamente telefims o meglio serie Tv americana con donne in carriera indipendenti con qualche scena dove due o più ragazze si trovano prima durante dopo cena a bere del buon vino rosso.

Ripeto, a bere del buon vino rosso, non qualunque vino rosso che capita, il famoso basta bere di molti uomini.

Of course visto che l’america ha un industria d’intrattenimento che viene ritrasmessa in ogni dove, tali comportamenti e modi di fare vengono presi a modello in quasi ogni angolo del mondo, che tra l’altro è sferico e l’angoli non li ha.

Lette le mie parole potresti pensare che donne e vino sia un fenomeno americano e qui lo viviamo di riflesso:

non è così, l’interesse per il vino nella parte femminile dell’umanità è genuino, vero e non potrebbe essere altrimenti, solo le norme sociali comportamenti e ruoli subordinati medioevali sono alla base di questo ritardo nello scoccare la scintilla tra la strafiga ed il vino rosso.

 

Donne e vino: il perché dell’attrazione

il vino, in particolare quello di qualità sembra fatto apposta per le donne:

  • è robusto ma per apprezzarlo al meglio si devono riconoscere le delicate note.

  • è una bevanda sociale

  • Bevuto in casa ma anche fuori uno o due bicchieri ha costi umani.

  • Mette allegria e pepe nelle conversazioni.

  • Diminuisce le inibizioni.

  • Non fa venire la pancetta alcolica.

  • ecc. ecc.

Le ragazze, le donne, l’intera metà femminile dell’universo ha solitamente miglior odorato e gusto della controparte maschile, quindi un qualcosa che si valuta, si riconosce, si apprezza in base ai profumi che emette ed ai vari sentori che riesce a far sentire nel palato delle persone che lo amano è attività perfetta per molte ragazze donne.

Infatti sono ormai anni che le iscrizioni in Italia(anche all’estero) per conseguire lo status/diploma di sommelier sembrano non conoscere pausa nell’incremento di nuovi iscritti anno dopo anno.

 

Donne e Vino: solo una moda della raggiunta indipendenza economica?

No, non stanno così le cose.

Certo che alcune esagerazioni tenderanno a rientrare e quindi da fuori potrà sembrare che l’interesse sia diminuito, nella realtà ciò accade ed accadrà per un altro principio elementare:

perché se ne dovrebbe parlare e/o fare notizia, è cosa ormai comune, normale e diffusa a tutti i livelli della società, che motivo c’è di discutere sopra, sarebbe come farlo sul fatto che respiri o che mangi, certo che lo fai!

La seduzione, il vino, le belle ragazze

Ognuno ha i suoi gusti, ma pizza e birra in qualche pizzeria di 37° categoria e sesso subito dopo non sono il mio ideale di serata perfetta, come non lo è hamburger patatine e coca e poi via a scopare mentre l’humberger si ribella nello stomaco, la coca(cola) sciaquiglia nella pancia ed ogni tre per due devi ruttare per non esplodere.

Già il grande indimenticabile Giacomo Casanova circa trecento anni fa ci ricorda nelle sue memorie quanto il vino sia importante per la buon riuscita di una cena dedicata alla seduzione in compagnia di una o più belle fanciulle, sottolinea che ordinare qualche cassa di sciampagna per una cena con ragazze presenti è sempre una buona idea.

Il vino rosso è la bevanda preferita per uomo e donna insieme e nel rimorchio approccio di belle ragazze può diventare anche argomento di conversazione interessante:

argomento che varierà nei toni e contenuti in base a quanto ne sa l’uomo o la donna.

Ecco già creato un punto d’incontro, un qualcosa per rompere il ghiaccio.

Le decine di locali ormai nati da Nord a Sud della penisola per bere vino al posto di aperitivi vari sono sempre ben frequentati da gruppi più o meno grandi di belle ragazze, di solito in tiro e che si presentano bene anche all’occhio più fino.

Eliminata di colpo la confusione del classico Happy Hour cittadino, nessun cretino che ti rovescia il Negroni nelle scarpe di pelle da 200 euro alla loro prima uscita, zero gente che ti spintona per prendere il nuovo cibo che arriva come se non mangiassero da mesi:

ambienti tranquilli dove si può parlare ad un tono di voce umano, quindi ottimi anche come prima uscita interlocutoria per conoscersi meglio dopo l’approccio rimorchio della dolce donzella.

 

Effetti del Vino sulle belle ragazze

Probabile che gli effetti del vino su di una ragazza siano indipendenti da vari fattori, quindi qualcuno potrebbe pensare che belle o brutte poco cambia, il vino farà sempre il suo buon lavoro.

Poco cambia si fa per dire, sulle belle ragazze lo so gli effetti che produce, sulle brutte se tu vuoi provarci, prova pure:

puoi stare tranquillo che io non te le rubo e nella sfortunata ipotesi che qualcuna me la sbatte in faccia, io mi scanso,  faccio prima finta di niente e poi scappo via lontano.

Bere alcol, in questo caso vino, tende a diminuire la potenza dei freni inibitori e quindi avremo comportamenti più disinibiti con donne più attive nella Seduzione:

le domande ripetute su come capire se piaci ad un uomo, quanto c’è di vero sul fatto che lo interessi, oppure è solo un illusione della propria mente sono ipotesi e frasi che la ragazza nella fase allegra ma non ubriaca, metterà alla prova sul campo reale, forzando l’uomo ad agire in un senso o nell’un altro.

 

Continua presto con gli effetti del Vino sull’uomo, sulla coppia e su come usarlo a tuo vantaggio nella seduzione di ragazze more e bellissime(a chi le preferisce pure le bionde, rosse o verdi…)

fireofman@fireofman.com

 

Introversi Esclusivi

Sicuro? Meglio pochi ma buoni!

solo qualche secondo...

La tua avventura è iniziata!

Lascia un commento