Seduzione di Primavera

Alla seduzione di Primavera preferisco quella autunnale l’ho già detto, non perché mi piaccia di più l’Autunno nebbioso e nostalgico rispetto alle belle giornate che si allungano della Primavera:

semplicemente si rimorchia meglio e si scopa di più quando cadono le foglie, chiara statistica della Seduzione.

Ma io becco più in Primavera ed io a Natale… sono contento per te ed anche per te, io ed altri Seduttori di cui la Parola mi fido mi portano a dire questo, poi ognuno ama il periodo che gli riesce meglio, c’è poco da discutere sopra.

Scusa ma mancano 20 giorni o poco meno all’entrata della Primavera, o sbaglio?

L’entrata ufficiale quando è non mi frega niente:

Oggi il termometro era vicino ai 20 ed io non abito proprio al mare, sono piuttosto al centro in collina…

Quando ci s’avvicina ai 20 gradi ed è Marzo, le gambe si scoprono, le tette in modo quasi magico tentano di fare capolino dalle scollature, maglioni e giacconi ammazzaforme vengono riposti in soffitta, o meglio gettati via, le donne sono sfortunate in questo, devono acquistare abbastanza di frequente se non sono strafighe

Mi fa anche ridere veder partire la gente per la settimana bianca mentre le ragazze aumentano a dismisura i centimetri di pelle scoperta pure al di fuori delle discoteche e locali vari super riscaldati.

Già Sergio, perché non ci parli delle settimane bianche e di come si rimorchia in quelle situazioni?

Perché dove le donne sono vestite come l’ormai archiviato omino della Michelin e che per spogliarsi/le ci vuole un’ora, non è proprio il mio posto ideale, senza considerare che odio profondamente il freddo!

Se proprio devo andare al gelo, ci sono posti migliori:

Russia, Romania, Serbia ed altre nazioni è vero che c’è un signor Inverno, ma le bellezze locali sono tante e tali che già la sola vista può fartelo in parte dimenticare ed il sangue torna deciso a fluire verso certe parti basse che con il freddo tendono a restringersi molto…

Inoltre andare a letto presto da solo e svegliarsi prima-di-presto per andare a faticare su di una pista tutto il giorno non è il mio ideale di ferie, direi più simile ad un incubo di quelli brutti che mi sveglio con il cuore in gola!

Però come diceva quello che mangiava il sapone per poter fare le bolle di sapone con il culo ad ogni peto, ognuno ha i suoi gusti:

c’è perfino chi si scopa le vecchie e le ciccione, quindi chi sono io per criticare?

 

Nuova primavera, Stile del Seduttore Rimane!

D’inverno complice il freddo non è facile vestire da Seduttori, o meglio lo è, ma tutto dipende dalla quantità di questo “freddo”, sopra anzi sotto un certo livello o con vento che ti spettina anche i peli ben nascosti, non è tanto facile avere il passo da seduttori a testa alta(almeno per me).

Ci sono alcuni cappelli fighi invernali, ma non a tutti stanno bene, vanno provati e giudicati in modo obiettivo da donna di buon livello che ti dice la verità e non quello che vuoi sentirti dire.

Se le pellicce sono state ormai giudicate out da anni, nei cappelli ancora averli di pelo buono può andare, in particolare ad Est dove ancora si trovano, di rado a buon prezzo ma si trovano.

Of course ce ne sono anche molti inguardabili ed importabili, non è il costo che li divide, come del resto tutto il Look.

Dicevo che fino ad oggi salvo qualche giornata ed uscita tendevo ad un abbigliamento meno vistoso ma più protettivo della mia pelle, che il freddo invecchia la pelle non poco, non conserva proprio un bel niente:

mani e faccia se esposte, se le usate molto per lavoro in ambienti freddi fate pure scorta di buona crema da metterci in modo regolare(agli uomini dico, le donne già lo fanno anche troppo).

Prevenire una parte d’invecchiamento è abbastanza facile, curarlo dopo quasi impossibile, in particolare per le mani, primo posto rivelatore della vera età anche per le ragazze-donne.

Scusate, sto divagando, torniamo allo stile, come sono conciato ora alla fine dell’Inverno:

  • Barba lunga, ma semicurata.

  • Capelli lunghi, ma sembro il numero uno a volte

  • Vestito figo ma non troppo a partire da oggi

 

Il mistero strafighe: dove sono, da dove arrivano?

Me ne stavo a fumare tranquillo nel corso di un piccolo centro storico turistico dove ogni tanto passava qualche coppietta in giro per fine settimana zuccherino-rischio diabete.

Molti cinque e mezzo un quarto alle sei, cioè ragazze che alla sufficienza(il sei) c’arrivano solo se tirate parecchio, inoltre qualcuna ogni tanto mi dava anche qualche occhiata semi-disgustatata come per dire chi è questo barbone homeless?

Finalmente si vede roba di livello superiore non tirata assolutamente ma vicino all’otto se non sopra:

mi squadra per bene, quasi annuisce soddisfatta e mi sorride con aria contenta, ha visto qualcosa che gli paice!

Abbracciata alla mamma o forse la nonna niente si fa, o almeno io non faccio niente, ma per il primo giorno di Primavera già riscalda un bel po’ il cuore e l’ego narcisista che ogni seduttore ha.

Il passaggio visione delle strafighe è qualcosa di incapibile:

lasciamo perdere i piccoli centri ed andiamo in una città con un uno o più milioni di abitanti:

cammini 4 ore con una mezza idea se capita di approcciare conoscere e vedi solo roba media o pure peggio.

Sconsolato vai verso casa e ti fermi a fare la spesa in un alimentari in culo al mondo:

ne vedi una dietro l’altra a ripetizione pure in tiro da paura che non sai dove guardare e chi rimorchiare per prima!

 

strafighe nude si atteggiano a lesbo per la foto

Loro non hanno freddo…

 

Se c’è una stra forse ce ne può essere un’altra…

Infatti non avevo ancora finito di compiacermi da solo su quanto sono bello(che non c’entra una sega con l’attrazione), e su quanto il mio look totale sia figo, che invece nell’attrazione conta molto ed anche di più, che ecco un’altra bella sorpresa.

Arriva una famigliola felice con piccolo mostriciattolo di vega con ancora tutti e sei gli arti.

Da considerare che lui era alto un caxxo un barattolo ed un francobollo per traverso, infatti lei pur in tiro per la passeggiata aveva le scarpe basse che non ci dicevano una sega con come era vestita(chissà perché non aveva i tacchi…).

Sia chiaro io non ho niente contro uno che è basso, non è certo colpa sua:

però se per la moda fighetta te ne vai a giro con le sneaker ad altezza zero cm, invece che con un paio di stivali/etti o scarponcini fighi e magari anche 3-5cm di tacco, allora le cartate di sterco te le cerchi da solo!

Il bello è che questo fidanzato/marito pur non abbracciandola fa di peggio, tende a camminare uno due passi spostato indietro in modo di poter usare quella che io chiamo la vista spazzolatrice scanner.

Deve controllare se ci sono potenziali uomini che osano guardargli la donna e deve anche osservare non sia mai che lei osa guardare qualcuno.

E’ cornuto ma ancora non lo sa, cioè, ancora forse non lo è, ma con tale comportamento lo diventerà di sicuro molto presto!

Nel suo spazzolare il percorso davanti alla famigliola che sopraggiunge valuta anche il potenziale pericolo che un uomo potrebbe essere per la serenità familiare…

Se vede uno vestito fighetto come lui pensa potenziale minaccia e quindi cerca di fulminarlo con lo sguardo, trasmettendo con forza non osare guardarmi la donna!

Qualcuno per favore gli dica che hanno inventato gli occhiali da sole…

 

Non sono una minaccia per nessuna…

Qualora vede un barbone, un homeless o altre categorie non minacciose, contento può togliere l’avviso di pericolo e tornare a concentrarsi sulle prossime minacce maschili.

Io sono stato giudicato pericolo molto meno di zero, il che mi fa pure piacere perché la sua dolce metà(pure tre quarti vista altezza e tette giganti…), la pensava esattamente al contrario:

facendolo pure tornare indietro per guardarsi la vetrina accanto a me dove l’unica cosa che interessava a lei era il bellissimo(non ti gasare troppo) barbone che caso vuole ero io!

 

Benvenuta Primavera!

Lascia un commento