Seduttore Introverso: Il Potere del Singolo Vs Falange Romana Corporation

Avere una personalità, dei principi morali unici e non influenzabili dal mondo esterno fa dell’Uomo Introverso con le palle, un disturbo, qualcosa che sarebbe meglio non ci fosse.

Prima vieni riportato all’ovile o in alternativa schiacciato e meglio è:

non devi pensare, devi solo ubbidire e startene buono nel tuo cubicolo: se non lo fai le conseguenze per te saranno negative in modo pesante.

Quando inizia l’indottrinamento dell’uomo, dell’introverso?

Seduttore Introverso contro la Falange Romana Corporation

Iniziano nel momento in cui entri nel mondo del lavoro a tentare di diminuire annullare la tua individualità?

No purtroppo molto prima:

la prima volta che metti un piede a scuola ecco che iniziano a lavorarti i fianchi e sarà così per 10-15 anni.

L’attuale scuola è un residuo di un passato che non dovrebbe essere preso in considerazione, una catena di montaggio nozionistica utile a formare una massa di pecore omologate e ubbidienti.

Leggi sotto com’è nata e con quali scopi è venuta alla luce la Scuola che ancora abbiamo oggi identica a quando fu creata un paio di cento anni fa.

 

Contadino Analfabeta, Operaio sa leggere i cartelli!

Per lavorare la terra, per fare il mezzadro o il dipendente dei vari padroni di cui molti eredi dei nobili, non serve saper leggere, anzi meglio che non sai troppo ti potresti accorgere di quanto vieni fregato a ogni giro!

Questo modo di fare è andato avanti per migliaia di anni, poi di colpo ci vuole la scuola, va insegnato a tutti a leggere e scrivere.

Ma che bello quando i ricchi e potenti sono magnanimi con il volgo stupido e ‘gnorante(colui che ignora, che non sa).

Non so perché ma che il gruppo di chi comanda faccia qualcosa pro-bono senza qualche ritorno per se stessi mi sembra vero quanto che uno resuscita per qualche giorno ma non si fa vedere da nessuno, solo qualcuno dei suoi discepoli, altrimenti niente, nemmeno una comparsata 5 minuti nei Talk show!

Cosa sarà mai successo che improvvisamente serve far leggere e scrivere le classi più umili della società?

E’ Arrivata la Rivoluzione Industriale

Come detto sopra per spaccarsi la schiena nei campi non serve la grammatica, al contrario per essere un buon operaio o ancor di più per qualche tecnico, saper leggere e scrivere è obbligatorio.

Già sono arrivate le macchine, ma sono complesse, con una tendenza notevole a rompersi di frequente, quindi ci vuole chi le accomoda e dei manuali che gli dicono come fare.

Lo stesso macchinario pure quando funzionante ha delle istruzioni che vanno imparate, quindi gli operai devono saper leggere:

tutto qui, nessuna bontà improvvisa da parte di chi detiene il potere o i soldi che è uguale.

La nostra scuola è oltre duecento anni dopo la stessa:

serve a formare dipendenti, operai e impiegati capaci di ubbidire e di leggere le istruzioni e usarle, niente di più, niente di meno!

Altra prerogativa delle strutture scolastiche è che essere estroversi e fare gruppo va bene, starsene per i caxxi propri perché più portati alla riflessione nonché un notevole numero di neuroni funzionanti in più è il male, il peccato, il diavolo!

 

Seduttore Introverso: sono sbagliato io o il mondo è pazzo del tutto?

Per me il mondo è pazzo, oltre a farti muro contro come faceva la falange romana duemila anni fa.

Scuola, già per un introverso non è il miglior posto, prepotenti e ignoranti nel senso di cattivi stavolta a profusione, inoltre costrizione al socializzare per forza e tante altre belle cose, ma almeno i risultati…

I risultati sono dove uno s’incaxxa di più:

minimo fino ai 18 anni la scuola tende a premiare il cretino, il cerebroleso al 90% che però studia molto rispetto alla persona intelligente o anche fosse un genio, che però non studia dato che non ha bisogno di farlo per superare di minimo 10 volte lo studioso, ma duro come una pina verde!

Se la scuola fosse davvero fatta con criterio dovrebbe buttar fuori chi poco dotato immediatamente e aumentare per quanto possibile la difficoltà per gli studenti(intelligenti) rimasti, in modo che davvero possono imparare e crescere.

Allo stesso modo chi più duro farà altre cose:

un negozio, il parrucchiere, i massaggi, l’operaio, affitta le case se le ha, ci sono migliaia di lavori dove non serve essere una cima da nobel.

Dato che come visto sopra la funzione delle scuole è darti il minimo necessario per fare il perfetto schiavo, ops volevo dire operaio ecco che viene ricompensato chi si comporta in modo omologato e prevedibile, rispetto a chi ha una propria mente dotata di pensiero critico e quindi pericoloso per lo status quo.

 

La Falange Romana Battuta dai Nerds…

Meno male che è arrivato il web e gli introversi i più o meno Nerds tra noi si sono presi una rivincita con i fiocchi, il paradigma precedente è annullato in toto, viva l’individualità diversa e basta con i grupponi omologati!

Mmm, sarà vero che è possibile battere la formidabile Falange Corporation?

La grande invenzione militare dei romani è la loro Falange che deve il suo successo alla sua facile replica:

uno muore?

Un altro prende il suo posto in pochi secondi.

Alcuni stanno male e non possono combattere?

Se proprio non ci sono i rimpiazzi la Falange Romana semplicemente si restringeva un po’ ma la sua efficacia diminuiva di poco.

I componenti la Falange non dovevano avere un’individualità, bensì essere un ingranaggio che funziona e se si rompe si cambia con un altro uguale in pochissimo tempo.

I loro nemici tentavano di vincere le battaglie con il valore personale, i grandi gesti gli eroi, la falange romana no:

basta vincere e of course essere pagati visto che erano in pratica degli operai ante litteram.

I nemici dei Romani con il loro valore del singolo, dell’eroe in battaglia che non ha paura e stermina i nemici avevano un piccolo problema:

gli eroi tendono a morire giovani, altrimenti non sono eroi!

Il problema nasce in battaglia dove se uccisi questi eroi, questi trascinatori causavano un danno non di uno o 3 o quanti sono morti, ma dieci volte tanto.

Allo stesso tempo un morto dei romani vale uno, forse pure meno, vista la facilità di ricambio.

 

Cambia tutto per rimanere come prima…

Certo qualche migliaio di Introversi hanno svoltato, si sono creati lavori su misura dove senza rotture di scatole possono dare il meglio e guadagnare bene, ma…

Gli altri due tre miliardi di introversi dove li mettiamo, cosa ci si fa!

Di questo ne parlerò tra qualche giorno…

 

Nota:

Il potere e i soldi(tanti) sono la stessa cosa!

Sai come si fa a comandare una banca?

Pensi che come facevano prima entrare da giovani e starci fino alla pensione facendo migliaia di ore gratis di straordinario sia stato il metodo giusto?

Informati meglio, si casa in città, ok casa al mare, orologio oro 10K alla pensione e mutui senza interessi ma tanto più su di direttore scordatelo.

Allora il sistema odierno è meglio:

laurea con lode alla Bocconi, un paio di master da 20000 dollari negli Usa e via a comandare…

No, vai a fare il dipendente di alto livello, smuovi fondi azioni asset, ma sempre dipendente sei.

 

Le grandi menti che comandano davvero la banca!

Finisci le medie a calci in culo…

Le superiori le finisci con il sei politico visto che sei entrato nel partito giusto…

Non hai lavorato un giorno in vita tua, ma ti hanno eletto in provincia o alla regione…

C’è un posto libero e ti mettono nel consiglio di amministrazione della banca!

Insieme a te c’è l’imprenditore che ha smesso in terza media ma:

  • ha beccato il trend giusto immobiliare
  • ha pagato i politici giusti(altrimenti come sapeva dove costruire…)
  • quindi si è comprato il 10% delle azioni della banca e un posto nel consiglio di amministrazione.

Logico che insieme a qualcuno nuovo c’è oltre il 50% di soldi e potere vecchi di generazioni, gli stessi che hanno dato la scuola agli operai!

Dimostrazione lampante che l’unico modo per comandare una banca è avere il potere o i soldi che ad alto livello risultano essere la stessa cosa:

  • Il Potere si trasforma in Soldi
  • I Soldi si trasformano in Potere.

Se vuoi fare un dispetto a un Povero fallo Ricco…

Decine solo in Italia e centinaia se non migliaia nel mondo dopo aver vinto somme enormi alla lotteria si trovano a suicidarsi o homeless dopo pochi anni, come è possibile?

Il detto famoso del titolo è di mia Madre che venendo da famiglia normale contadina con altri sette o otto fratelli la potrei definire nata povera.

Di proverbi simili a questo di “saggezza popolare” ve ne sono molti e tutti alla fine dicono una cosa sola:

sei nato povero, rimani povero altrimenti finisci male!

Cosa manca al “povero” che diventare ricco è un problema?

Manca forse la scuola?

No, la maggioranza dei ricchi fa scuole normali aperte a tutti, solo proprio l’elite del mondo va in Inghilterra farsi pelare e a farsi qualche amichetto giusto per il futuro.

Ricordando che Fraud diceva che a sette anni il cervello ha già preso la maggior parte delle informazioni e studi recenti dicono che è ottimista, dato che tale limite è sui tre anni, cosa cambia tra bambini ricchi e poveri?

Cambia l’esempio, la quotidianità di vivere con genitori ricchi o poveri

Chi ha i soldi ha due grandi voci che consumano i suoi soldi:

  1. spese, da tenere il più basse possibile
  2. investimenti da tenere il più alti possibile in base al suo ritorno economico

Per i poveri tutto è spesa:

soldi che se ne vanno e non ritornano se non in minima trascurabile parte.

Vuoi un esempio di povero:

un caro amico con vari problemi familiari e lavorativi, finalmente quasi a 40 anni viene assunto alla USL a tempo indeterminato, volgarmente “FISSO”.

Cosa fa dopo che è fisso da pochi mesi:

compra un’auto nuova con 5 anni di rate!

No Comment!

No Comment!!

No Comment!!!

Lascia un commento