Rimorchiare Ragazze Belle: dopo la prima frase cosa dico?

Continua il botta e risposta sul non avere qualcosa da dire dopo i primi 30 secondi:

il “ma dopo la prima frase cosa dico, come continuo, mi va in blocco il cervello ecc. ecc.” è un problema comune tra gli introversi che si cimentano con il conoscere ragazze belle o addirittura strafighe.

La prima parte da cui deriva questo Post la trovate qui:
Come diminuire l’ansia da rimorchio in tre facili passi

Il lettore precisa che a volte il rimorchio scorre fluido e così la conversazione seguente, altre volte non sa cosa dire, va in paralisi decisionale e quindi anche se tenta il rimorchio di solito non finisce come dovrebbe, con silenzi imbarazzanti ed un nulla di fatto.

Non sei solo in questo, ho avuto anche io il tuo stesso tipo di difficoltà e tutt’oggi in alcune situazioni mi ritrovo in leggero affanno; la differenza tra me e te, non è che io sono più bravo, quanto che io ho capito in buona parte le dinamiche.

Hai visto giusto quando dici che è sbagliato dare sempre la colpa a lei, certo a volte magari è pure vero essendo lei acida e antipatica, il fatto è che si può migliorare solo assumendosi piena responsabilità delle proprie azioni:

per cominciare a capire, analizza quando ti succede una cosa e quando l’altra.

Dato che ancora non ti conosco dal vivo, vediamo quando capita/va a me:

principalmente quando faccio da spalla e le rare volte che la donna non mi motiva a sufficienza, magari l’ho rimorchiata solo per situazione favorevole o perché era la più fighetta disponibile in quel momento e/o in quel posto; certo che me la scoperei, ma niente di più…

Sono entrambi rari casi(per me) ma succedono e la ragione è la stessa:

il cervello, la parte conscia, ma soprattutto l’inconscio, che è quello che ci fornisce velocemente argomenti giusti, brillantezza, atteggiamenti, microespressioni e posture giuste, sa che a me importa poco di lei:

a) non mi frega niente di fare buona impressione

b) ancor meno di cosa pensa lei di me

c) lo stesso dicasi per la mia voglia di conoscere la sua anima più profonda

d) vorrei solo scoparla senza girarmi tanto i coglioni, altrimenti pace e bene…

Quando uno è estroverso o si è allenato molto nel migliorare i suoi social skills, è assai più facile fingere e mostrare un interesse che sembra vero anche quando non c’è, ma per le persone come me e molti di voi gli si legge in faccia da 3 Km quale è la reale motivazione ed il suo pensiero sull’argomento…

Torniamo alla tua situazione e vediamo perchè ti domandi

“dopo la prima frase cosa dico”:

sei laureato, sicuramente hai anche altri mille interessi, intelligenza medio alta presumo(che non c’entra niente con la laurea), quindi sicuramente non ti mancano certo gli argomenti, quello di cui hai paura é:
1) di non avere gli argomenti giusti al momento giusto

2) di non esporli in maniera piacevole ed interessante per lei.

Visto che in situazioni sociali non hai problema a conoscere, puoi provare intanto a fare gli esercizi consigliati nel Post sui social skills per Introversi:

prova a vedere quanto resisti senza fare le due domande scontate, cioè da dove vieni e che lavoro fai.

Questo ti allenerà a parlare di tutti gli altri argomenti in scioltezza, ad esempio puoi esordire dopo un classico ciao ed esserti presentato con “che cosa ti porta qui” oppure “come conosci il festeggiato” ad un qualsiasi party celebrativo di qualcuno.

Queste sono domande precise ma aperte, che aiutano invece che mettere in imbarazzo chi deve rispondere.

Va ricordato che anche se considerato normale e scontato fare tale domanda sul lavoro, non tutte le ragazze belle potrebbero essere così a loro agio nel rispondere:

a) magari è stata appena licenziata

b) oppure non riesce a trovare lavoro

c) fa un lavoro umile che odia perché non riesce a trovare di meglio

d) fa la mantenuta di un riccone(le migliori per facilità di scopare e minor rotture di coglioni se trovi il giusto approccio)

e) vive in famiglia e non lavora perché non ne ha bisogno al momento

In questa economia e con le donne prime a soffrire del peggior mercato del lavoro, sono innumerevoli le situazioni in cui la domanda potrebbe essere imbarazzante per loro:

farla per te significa mettere lei sulla difensiva ricordandogli emozioni ed esperienze fortemente negative, non certo il miglior modo d’iniziare una conoscenza…

Ad esempio una decina d’anni fa rimorchiai insieme ad un amico (io ero la spalla) due ragazze di bellezza media(tendente al basso):

tutto bene, ma il mio amico pur essendo in un locale dedito al divertimento se ne esce con la domanda su che lavoro esse facciano.

Lui meno attento, non si accorge di niente, ma io noto immediatamente che il loro volto si era un attimo oscurato e si erano guardate tra di loro intensamente:

tutto è durato un paio di secondi forse meno, ma era chiaro che il loro lavoro risvegliava in loro sentimenti fortemente negativi.

Comunque ci dicono che fanno le cameriere in un ristorante e finisce li, il mio amico prende il numero di entrambe, io nessuno perché non mi interessavano minimamente e la serata continua.

Un paio di mesi dopo festeggiando il compleanno di un altro amico, vista l’ora tarda e la maggior parte dei locali chiusi, il gruppo decide di fare un salto al night per tirare ancora più tardi.

Entriamo e dopo pochi secondi chi era on stage in topless intorno al palo?

Una delle due “cameriere”, poco dopo è andata in scena anche l’altra…

Certo, situazione limite, ma reale, niente contro di loro, sicuramente brave ragazze, non è detto perché ti guadagni da vivere così, sei per forza una prostituta, anzi molto meglio di tante borghesuccie che la danno al figlio del notaio anche se non gli piace pur di farsi sposare…

Il concetto è diverso:

chiedendo del lavoro il mio amico le aveva messe in forte imbarazzo, praticamente costrette a mentire e risvegliato forti emozioni negative in loro.

Torniamo a te e non le mie reminiscenze:
mi hai detto che non hai problemi in situazioni sociali ed io ti dico come fare proprio in quelle…

Te lo dico perché se riesci ad avere conversazioni interessanti con donne senza usare lo scontato, la tua sicurezza e certezza che potrai farlo anche in situazioni non sociali aumenta; una volta che la tua abilità di parlare di qualsiasi cosa con qualunque donna aumenta, sarà più facile per te trasportare tale abilità in situazioni al momento più sfavorevoli(strada, supermercato, librerie, parchi ecc.).

Il fattore principale è però quello esposto prima, sicuramente essendo tu molto giovane, quindi con ormoni che spingono forte, vorresti scopare tutte le donne fighe che vedi:

ne vedi una, vorresti conoscerla, attrarla e scoparla.

Purtroppo per chi non molto estroverso, non è così facile, non tanto perché ciò non sia possibile, lo ripeto i social skills sono imparabili e non ci vuole nemmeno poi così tanto se uno ci si mette d’impegno, quanto perché siamo di natura più esigenti.

Anzi di solito siamo molto esigenti:

normalmente non ci va bene una qualsiasi donna, per impegnarci vogliamo che sia “LA DONNA” cioè deve piacerci e molto, sia esteriormente che interiormente, altrimenti tendiamo invece che a dare il meglio di noi, poco di meno del nostro peggio.

Veniamo alla parte pratica, altrimenti non serve a niente tutto questo mio parlare:

prova a farti questa domanda quando vedi una che vorresti rimorchiare:

se il rimorchio va a buon fine, può essere la donna adatta anche per una lunga relazione che migliora la mia vita rendendomi più felice con interessanti conversazioni oltre al sesso, oppure sarebbe una donna che peggiora la mia vita scassandomi le palle con la sua voce stridula ed intelligenza bassa?

Ma mica voglio fidanzarmi con lei, Sergio ma sei impazzito, si parla di rimorchiare e al limite quando va bene scopare.

Lo so io e lo sai tu questo, ma il tuo inconscio seppur di natura cacciatore, è strutturato differentemente, quindi spesso non si attiva per farti riuscire se non ci sono le giuste condizioni:

con il tempo e con la pratica e la maggiore consapevolezza di rimorchi riusciti questo fattore si riduce progressivamente(sempre che vuoi ridurlo, a volte non conviene farlo), ma al momento esiste, è reale e ne va tenuto conto.

Concludendo per il momento puoi provare con questo piccolo metodo, poi quando uscirà il corso Seduzione Introversa vi troverai risposte più efficaci e strategie passo passo da mettere in pratica.
Intanto allenati così che non fa mai male conoscere nuove donne e testare nuovi metodi d’interazione con loro, ricordati solo che richiede un certo tempo aumentare la propria sicurezza interna in modo da trasferirla sul rimorchio stradale.

Sergio
sergio@fireofman.com
oppure:
fireofman@fireofman.com

Lascia un commento