Pelle Diafana: Bellezza è avere la Pelle Chiara

Pelle diafana: la bellezza è chiara

Quante ragazze, donne, signore e signorine conosci o puoi nominare che ai primi di Settembre, ma va bene anche ad inizio Luglio per non dire Giugno, non sono già rosolate come un pollo arrosto(sapete che esistono polli gialli e bianchi? Ve ne parlerò…).

Volendo potrei benissimo includere una pletora di maschietti più o meno fighetti secondo la semplice equazione:

più credo di essere fighetto = più devo essere bruciato dal sole


Nei casi più disperati si arriva che i migranti appena arrivati dall’Africa gli dicono “vai via sporco negro”; sottovoce si narra che almeno tre fighetti siano stati malmenati e bruciati dalla frangia estremista degli africani non proprio neri che ce l’hanno con quelli proprio neri.

In questi giorni il caldo estivo complici gli acquazzoni ha preso un attimo di ferie, ma circa quindici giorni fa era veramente caldo, nessuna nube a fare ombra un momento, non potevi neanche dormire perché il sole spaccava le pietre e quindi un continuo booo bomm sbatarang(quello è batman scusate).

Dicevo, 15 giorni fa passando accanto ad un piccolo parco completamente riparato dal sole grazie agli alberi, noto una piccola famigliola felice:

papà, mamma e bambina piccola di pochi anni.

Niente di strano se non per il fatto che la mamma teneva l’ombrello aperto anche all’ombra per ripararsi da eventuali malefici raggi di sole, infatti in oriente la bellezza è avere una pelle più bianca possibile.

Già erano orientali, al 90% cinesi e sempre al 90% di alta estrazione sociale-soldi disponibili, dove nonostante la globalizzazione imperante, le pubblicità continue di quanto è bello stare al sole se riesci a proteggerti dai tumori alla pelle, le donne, le ragazze non vogliono sentire ragioni:

vogliono la pelle bianca il più possibile.

 

Pelle Diafana e donne abbronzate

La strafiga tende ad essere abbronzata d’estate in particolare quelle poche italiane, la cultura dello spiaggiamento, del farsi pelare un botto di soldi per una cosa che è fondamentalmente gratis, è un’abitudine presa fin da piccoli:

e che non ce lo porti qualche giorno al mare il bambino, bambina, mostriciattoli di vega in incognito?

Certo che ce lo porto, anche se 15 giorni al mare con due bambini costano come due giri del mondo in aereo prima classe lusso!

Torniamo alle ragazze belle o bellissime, perché amano così tanto stare al sole come dei serpenti?

Forse perché alcune lo sono pure, o forse il fatto che il sole brucia molte imperfezioni della pelle in particolare sul viso e fronte, i due punti deboli di molte donne.

Per le bellissime dagli occhi chiari c’è anche il fattore contrasto:

più sono abbronzate più risaltano gli occhi ed il suo sguardo, rendendola irresistibile ai più e facendo sbavare senza ritegno il morto di figa.

Il primo e più influente fattore è certamente la TV e mass media in generale, iniziano a bombardarti che l’estate è appena finita e sarò un crescendo fino ai mesi estivi dell’anno dopo:

prova costume, andare in palestra, ballare per rimanere in forma, avere un culo ritto di cui essere orgogliose in spiaggia, la moda da spiaggia di quest’anno, dove vanno i ricchi e famosi a farsi i loro festini droga sesso e little tony, ecc. ecc.

 

Pelle Diafana contro pelle abbronzata chi vince?

Dipende di chi parliamo:

ragazza normale, carina bellina o strafiga.

La ragazza normale ed anche quella carina normalmente ci guadagnano dallo stare al sole, però solo se non esagerano e quando gli vai vicino senti un certo odore di carne umana bruciata che fa pure schifo.

Per la Strafiga vale sempre la legge del Postal Market, quindi bianca o abbronzata poca differenza fa, sempre ‘stra’ rimane:

visto che non ha difetti da correggere con l’abbronzatura personalmente la preferisco più sul chiaro, o meglio abbronzata ma veramente poco.

Quell’abbronzatura che bene o male prendi ugualmente anche se non vai al mare, cammini sempre all’ombra ed altri accorgimenti vari utili a non farsi colpire direttamente dal sole.

 

Pelle Diafana: sinonimo di bellezza da sempre

L’abbronzarsi, lo stare ore ed ore sotto il sole a rosolarsi senza altro movimento per girarsi altrimenti il pollo si cuoce solo da una parte è una moda degli ultimi 100 anni ad esagerare:

più preciso dire una moda del primo secondo dopoguerra, anni 50-60.

Cosa ne pensano i vari popoli:

In Oriente da sempre e al contrario dell’Europa tuttora in questi giorni, continuano a scansare i raggi del sole il più possibile.

la pelle bianca è sinonimo-segno di nobiltà, comunica al mondo che non lavori manualmente nei campi o come muratore o altro, tu puoi permetterti di non abbronzarti perché sei di livello superiore.

In Thailandia, mi racconta sempre con piacere un caro amico, i Thailandesi vanno al mare, ma non hanno l’ombrellone!

Allora prendono il sole e si abbronzano?

Manco pel ca33us!

Non hanno gli ombrelloni perché riparano troppo poco dal sole e niente o quasi dai raggi indiretti che rimbalzando sulla sabbia esposta al sole riverberano sulla pelle di chi sotto l’ombrellone rosolandolo come un buon pollo giallo.

Nelle spiagge ci sono dei “gazebo” uno attaccato all’altro e sopra a fare il tetto una copertura ininterrotta di vari strati di tele a riparare completamente anche dal singolo raggio di sole.

Con tale sistema anche i raggi che rimbalzano sulla spiaggia sono ridotti a percentuali ridicole, visto che il sole colpisce molti metri più in la.

Italia Francia e l’Europa abbronzata

Ti ho già detto di come la moda del prendere più sole possibile abbia attaccato particolarmente bene nei paesi commercialmente più evoluti, ma non è sempre stato così, anzi era il contrario preciso!

Come in Oriente la Pelle Diafana era segno di nobiltà, qualcuno che non doveva lavorare manualmente per vivere:

contadini, muratori, artigiani, pastori, ecc. ecc. erano le persone abbronzate, i nobili fino ad uno max due secoli fa si mettevano la cipria bianca in faccia per risultare il più bianchi possibile.

Africa e resto del mondo

Non fa molto testo l’Africa in questa disamina della pelle diafana vs abbronzatura, visto che la quasi totalità delle persone è di pelle nera.

Si può dire lo stesso degli aborigeni australiani i quali non trovano molta ombra nel Bush, oppure di certe popolazioni della foresta amazzonica.

 

Pelle diafana, abbronzatura per il fighetto o per il seduttore.

Meglio avere la pelle diafana o iniziare a colorarsi la faccia durante tutto l’anno ai fini seduttivi?

la domanda è molto interessante e va approfondita con un post solo suo che scriverò a breve, altrimenti troppe nozioni da ricordare tutte insieme.

 

Pelle diafana significato:

la pelle diafana è più che avere la pelle chiara, si riferisce ad avere una skin così fine e delicata da risultare quasi trasparente.

Questa è la definizione molto bella che ne da unaparolaalgiorno.it:

Questo elegantissimo aggettivo, oltre ad essere sinonimo di trasparente, traslucido, trova la sua massima espressione se attribuito alla figura umana. Infatti, per estensione, una persona diafana è una persona dalla linea sottile, dall’incarnato pallido, delicata, quasi angelica.

 

Lascia un commento