Social Skills con le donne: andare oltre i preliminari

Published by:

ragazza che si tocca i capelli e chitarra in grembo

Quando e come passare dai preliminari al sesso vero e proprio

Preliminari, gioia e dolori di ogni coppia, lei che ne vuole troppi, lui che preferisce passare direttamente al sodo, come capire se è il momento per smettere di farli, come sviluppare la propria sensibilità in modo da non sbagliare?
Nelle coppie di lungo percorso il problema proprio non dovrebbe esistere e comunque non è lo scopo di questo articolo, quello che c’interessa è quanti farne e quando smettere saltando al sesso vero e proprio in un incontro/relazione di natura occasionale, dove preferenze e modus operandi non sono stabiliti con certezza.
Molte lettere mi chiedono di dare risposta a questo problema:
lei lascia fare senza problemi fino a che si tratta di petting/preliminari, ma stoppa decisamente come viene fatto un tentativo verso qualcosa di più.
Continue reading

Social skills per introversi: il Carisma (parte tre)

Published by:

foto di donna in un campo con pelliccia e sgurdo laterale

Alcune parole da evitare per non perdere preziosi punti

Nei post su Carisma e social skills vi avevo parlato di come la negatività nel parlare comune, il pettegolezzo, il giudicare continuamente gli altri fosse causa di minor carisma per voi, quindi salvo situazioni e persone particolari da evitare (quasi) sempre.
In tali articoli ero stato molto sul generale, riservandomi in futuro di dare agli iscritti alla free newsletter di FireOfMan l’esclusiva di alcuni approfondimenti; complice le vacanze estive ed il caldo ho deciso di mettere almeno una parte in chiaro, quindi analizzeremo nel particolare alcune parole da non usare i certi modi e contesti.
Vediamone subito qualcuna:
1) Solo; Appena.
2) Mi hai fatto fare/perdere/lasciare/ecc.
3) Dovresti; Dovrebbe; ecc.
4) Sempre; Mai.
5) Tutti; Nessuno.
Ripeto che le parole sono tutte da usare normalmente, ciò che è da eliminare è il suo uso sbagliato in certi comuni modi dire; iniziamo con quelle al numero uno:
Continue reading

Vuoi farti l’amica? Troppo tardi dovevi fartela il primo giorno!

Published by:

two girls black hair

Inutile tentare di uscire dalla friendzone, meglio non entrarci agendo subito

Sentendo le varie persone, nonchè dalle email che arrivano ed i vari commenti e blog presenti su internet sembra che uno dei più grandi problemi dei ragazzi italiani sia come scoparsi l’amica del cuore.
Già questo farebbe ridere e non poco se non fosse semplicemente patetico, viene dimostrata un’inconsistenza di fondo nel comportamento che raramente può portare al risultato sperato.
Mi spiego meglio, se per mesi anni ti sei proposto come l’amico disinteressato a cui lei racconta tutto e di più e ti ha ormai catalogato come essere asessuato al pari delle sue amiche o meglio come un amico gay, come puoi mai pensare che un tuo tentativo sessuale di punto in bianco possa avere successo, è quasi impossibile!
Continue reading

The way to give her the best sex of her life

Published by:

girl sexy with black underwear

Yes, I can give you technical detail about how to make good, fantastic, stratospheric sex, but I’m sorry that is reserved only for the advanced reader of my newsletter and I can’t give away to all web, but just the same I’ll give to you one insightful advice who can change forever the way you make sex and her perception about how good you are in bed.
I speak frequently about the importance of our voice, look and the type of conversation we must make when one woman is present, is not casual, but because those are instruments for make her want, and I mean really want, desire us in a sexy way.
But there is not time to lose, read and rememeber
The best way to fuck her good, it’s to fuck her brain and only after her pussy.
Continue reading

CORAGGIO LIQUIDO

Published by:

bella ragazza al bar con drink sul bancone

Alcol lubrificante della seduzione o cosa negativa da eliminare?

Il recente proibizionismo imperante che ha avuto un accelerazione notevole con l’entrata del secondo millennio ha avuto varie conseguenze sociali.
I divieti di fumo e il limite ridicolo alla quantità di alcol che si può bere con la sua incertezza che fa paura (non sai mai se un bicchiere, due o mezzo ti faranno passare gli 0,5), nelle grandi città dotate di trasporti pubblici efficienti, metro, bus, tram e taxi non ha causato grossi sconvolgimenti; purtroppo in italia soprattutto di notte praticamente non esiste una città con mezzi notturni che possano dirsi almeno passabili ed usabili, a parte i taxi spesso troppo costosi.
Nelle piccole realtà di provincia l’impatto è stato ancora più traumatico con decine di bar che sopravvivevano relativamente tranquilli, costretti a rivedere il loro modello di business verso la tipologia cibo più che il bere, pena il non sopravvivere.
Parlando anche con vari ristoratori mi confessavano che se prima il grappino o l’amaro era un modo per offrire uno sconto al cliente e farlo contento e spesso le tavolate di giovani uomini spendevano la stessa cifra del cibo nel dopo caffè standosene un’altra ora buona seduti fumando e bevendo, ora anche se offerto viene quasi sempre rifiutato, l’alcol tester è uno spauracchio notevole per chi non ha altra scelta che l’auto per muoversi.
Continue reading