No Violenza sulle Donne: si su uomini, bambini, gay, animali, manichini, mouse…

Ogni giorno nuove assurdità vengono tirate fuori, come ad esempio le attuali discussioni intorno alla Violenza sulle donne, certo che è da condannare, nessuno lo mette in dubbio, ma…

Una condizione di svantaggio viene in questo caso usata per accaparrarsi qualche privilegio, uno status diverso e più alto rispetto alle altre categorie.

Metto subito in chiaro la situazione prima di addentrarsi nell’argomento spinoso che è la violenza e donne belle o no poco importa.

il sottoscritto non ha MAI usato la violenza contro una ragazza e allo stesso modo nessuna donna ha MAI usato violenza su di me.

E’ una situazione paradossale che per come sono fatto mi riesce difficile da capire, cioè:

io mi metto con lei/lui per stare meglio che da solo/a e poi prendo la ragazza a sberle, oppure lei mi spacca qualche oggetto sulla testa?

Non scherziamo, questi sono disturbi mentali che sfociano nella violenza, ben oltre il lecito consentito.

 

Stop Violenza sulle Donne, Giusto massacrare l’Uomo!

Stop violenza sulle donne: giusto massacrare di botte l'uomo, animali, gay, bambini...

L’ondata femminista con contorno di maschiopentiti non si ferma, l’idea è rubata ai gay(basta violenza sui gay), ma una verniciatina ed ecco l’idea tornare come nuova:

guai a chi tocca una donna, del resto non importa, massacratevi pure quanto volete ma lasciate stare le donne che sono categoria protetta e certificata.

Seviziate bambini quanto volete, torturate uomini e ragazzi e a scelta mettete a bollire i gay in un pentolone o in un vulcano attivo poco importa, ma non osare guardare male una donna che ti becchi minimo 5 anni ai lavori forzati!

Sono vari giorni che ho fatto e studiato educazione civica a scuola, ma qualcosa ancora mi ricordo e più o meno la nostra costituzione come la dichiarazione dell’ONU sui diritti di ogni singolo cittadino  sono molto simili.

Ogni persona è uguale, ha lo stesso valore indipendentemente da età, sesso, idee politiche, orientamenti sessuali, lavoro che fa, grado d’istruzione ecc. ecc.

Come creare differenze e barriere tra uomo e donna…

Ci sono un paio di metodi antichi quanto il mondo per creare differenze tra vari gruppi di persone e innescare spesso un crescendo di malfiducia, sospetti, inimicizia per poi arrivare al vero e proprio odio.:

  • Abbassare il valore di un gruppo

  • Alzare il valore di un altro gruppo.

Nel caso specifico viene alzato il valore della donna:

normale esercitare violenza su tutti meno che toccare una femmina, allora verrai punito in modo esemplare.

Allo stesso momento viene abbassato il valore dell’Uomo dicendo che è violento in modo intrinseco e quindi non ci si può aspettare niente di buona da tale categoria di selvaggi sempre pronti a stuprare, seviziare picchiare.

Non credi che le cose stanno così?

Pensaci meglio e guardati la pubblicità Gillette se non dice che gli uomini sono violenti e cattivi di natura.

La miccia di facile innesco per questo meccanismo è sempre la stessa:

ci siamo noi: buoni belli bravi…

ci sono loro: cattivi, stupidi, veri mostri a piede libero…

Non importa quale che sia la differenza, scendere dal letto con il piede sinistro o destro, capelli lisci contro quelli ricci, Donna contro Uomo, è sempre un NOI ed un LORO:

un’arma potentissima per creare danni e conseguenze nefaste per tutti.

 

Tutti Uguali, ma Qualcuno è più uguale degli altri…

Abominio giuridico il fatto che siamo tutti uguali ma che si possa far diventare una categoria, non importa quale, molto più uguale delle altre.

Qualcuno/a dice:

la donna è più debole fisicamente quindi usare violenza su di lei è doppiamente punibile.

Ok quindi se lei mi spacca una bottiglia in testa o mi tira un piatto spaccandomi la faccia, visto che è più debole io posso fare una sola cosa:

mettere le mani al portafoglio e ricomprargli bottiglia e piatto che ho rotto sbattendoci casualmente con la mia faccia/testa.

Mi stupisce una coincidenza:

la violenza è ai minimi storici in pratica nell’intero globo ed ecco che le donne vogliono di più, tentano di sfruttare al meglio la poca violenza rimasta in giro.

 

Donne e Violenza: la terra è rotonda?

No, la Terra è sferica.

Quello che fai gira e rigira torna indietro, sovente con più forza di quando è partito.

Dovrebbe essere ormai chiaro che i diritti speciali dati a un gruppo finiscono sempre per tornare contro in modo pesante.

Lascio perdere teoria e vengo a un esempio pratico:

  • sposarsi

  • Impegnarsi seriamente con una ragazza.

  • Fare figli insieme.

Le leggi attuali sono concepite per proteggere le donne di cento anni fa:

in separazioni e divorzi è l’uomo che deve sempre e solo pagare e che può prendere i figli solo se proprio la donna non li vuole in nessun modo.

Tipico dialogo tra coppia che scoppia con donna stronzetta:

Come dici?

non vuoi darmi casa assegno mensile e non ti sta bene vedere i bimbi solo due volte al mese?

Nessun problema, ti ricordi di quando hai tenuto in collo la bambina e l’hai toccata nelle parti intime?

Ma non è mai successo, caxxo dici?

Non importa se è successo o no, intanto io lo dico all’assistente sociale, psicologo, forze dell’ordine, poi ne riparliamo di quello che mi darai…

 

Violenza sulle donne: chi vuole troppo rischia di perdere tutto…

I ragazzi, gli uomini italiani non vogliono più impegnarsi, non vogliono sposarsi, non vogliono figli, ho detto sopra, ma questa non è la verità, è solo una parte manipolata fin troppo spesso ad arte.

I maschi italiani vogliono impegnarsi e fare figli e in buona parte sono pronti a sposarsi, solo vogliono farlo con condizioni migliori di queste attuali:

l’uomo rischia tutto lei niente o quasi!

Non voglio ripetermi troppo spesso, ma quando vedi certe situazioni diventa inevitabile:

Tu cessa acida e antipatica vuoi un uomo perfetto che complice la Fame che c’è in giro a volte lo becchi pure, mentre l’uomo alto, bello, brillante, intelligente e zerbino quanto basta deve sposarsi te, che in ogni momento potresti sballare di testa e lasciarlo portandogli via molto se non tutto.

Se permetti uno può anche rischiare, ma almeno un certo cervello, fisico adeguato e voglia di scopare con me ci deve essere, altrimenti ti vo in culo e porto 3 come Yoda, il più forte ed alto tra i cavalieri Jedy(pronuncia Jedai o Jeprendi)

 

Colpa dei privilegi delle donne italiane se non è così facile sposarsi oggi

Qualora fosse vero che il maschio italico è diventato un anti-donna è facile intuire che in nessun caso ne sposa una, ci convive, ci fa i figli.

L’evidenza dice il contrario:

decine di migliaia di uomini che si sposano donne straniere, ci convivono, ci fanno figli!

Alla fine gli uomini rimasti per le molte donne rimaste sono salvo qualche buon caso gli zerbini sfigati che più sfigati non si può e i fuori di testa.

Fare altre leggi apposite per la categoria donna, avrà le sue conseguenze negative proprio per chi le ha volute.

I risultati negativi dei privilegi femminili non tarderanno ad arrivare:

Aumento dei maschi che non vogliono sentir parlare di donne italiane e sempre più prostituzione per soddisfare i bisogni sessuali di milioni di uomini.

Questo purtroppo in alcune zone d’Italia sta già accadendo da molto tempo.

 

 

Le femministe intransigenti, le donne acide ed altre categorie di femmine poco o niente trombanti sono una minoranza, ma poco conta se non dicono niente, se non si dissociano da queste esagerazioni potrebbero proprio essere le prime a rimetterci.

La relazione Uomo – Donna è un completarsi a vicenda, non farsi la guerra:

quando qualcuno esercita violenza su un’altra persona ci deve essere una punizione uguale, non importa se verde giallo o blù.

La Violenza è sempre violenza non cambia in base a chi la fa o la subisce

 

Violenza sulle Donne: conclusione.

Non può essere senza distinzioni di razza, sesso, intelligenza, colore della pelle ecc e poi ti becchi punizioni maggiori se tocchi una specifica categoria:

ecco che le distinzioni, le differenze di valore sono uscite dalla porta e rientrate dalla finestra.

 

P.S.

La violenza è da condannare in toto, non importa chi la fa o chi la subisce.

La storia anche abbastanza recente ci ricorda che le differenze vere o false che siano sono l’anticamera dell’esplosione della violenza.

 

P.S. 2

Non tutte le donne sono così, come non tutti gli uomini sono pacifici, i violenti ci sono e vanno puniti.

 

P.S. 3

Dato che l’argomento è pesante ed è fin troppo facile fraintendere, ho messo due video allegri proprio per alleggerire i toni del Post

 

Lascia un commento