Natale si avvicina; e le palle sono ovunque…

Feste di Natale: certo non il miglior periodo per la Seduzione

Ormai mancano solo sei giorni a Natale e al suo corollario di alberi e presepi, le palle(quelle dell’albero) a quest’ora sono già al suo posto, così come le palle decorative e luminarie varie con sottofondo di musichine natalizie appestano fino ai più piccoli borghi del bel(?) paese, senza considerare i centri commerciali che le canzoncine natalizie fosse per loro le terrebbero tutto l’anno.

Le uniche palle che non stanno al suo posto e girano, girano, girano, sono le nostre, dato che passata l’età in cui i genitori ti fanno i regali e quindi l’aspetti con gioia, natale non ha(almeno per me) altra ragione di esistere; anzi quasi quasi farei una raccolta firme per abolirlo, o almeno spostarlo a maggio giugno, quando la stagione è più clemente e qualche donna in giro, magari anche scosciata, si riesce a vedere.

Qualcuno potrebbe obiettare che dato le università chiuse per ferie ed anche molti posti di lavoro che fanno ponti lunghissimi, la percentuale di donne in giro aumenta notevolmente.
Sarà forse vero, ma dobbiamo pensare che anche molti uomini non fanno un cazzus in queste giornate, facile quindi che sia ancora più difficile del solito trovare qualcuna da sola e conoscerla in tranquillità, senza curiosi che guardano e distrazioni sciuparimorchio varie.

Come suddetto i grandi shopcenter hanno musichette torturanti e mielose, capace di far venire il diabete fulminante ancor prima di mangiare un solo dolce delle feste, e come se ciò non fosse già di per se tortura sufficiente, sono anche invase da folle urlanti di famigliole (si fa per dire) felici in cerca del regalo dell’ultimo minuto; inoltre le commesse, quando non cesse, sono stressate da migliaia di fastidiosi clienti.

Pochi giorni e passerà anche il natale con la sua appendice di messe; ecco forse a qualche messa di mezzanotte si può rimorchiare qualche donzelletta che vien dalla campagna(scusate il Leopardi ha preso il sopravvento sulla mia debole mente), approcciandola ad esempio con la scusa di domandare se è qui la festa pagana della rinascita del sole, o se è già iniziata l’orgia collettiva tradizionale, oppure a che ore danno la replica di Jesus Christ Superstar?

Prima che i fedeli(alla linea) vi caccino via in malo modo ancora prima che la mezzanotte scatti, sarete comunque contenti di aver fatto una certa impressione sulla fanciulla, salvandola(forse) dalle grinfie del prete di turno.
Dopo di ciò ecco finalmente il giorno tanto atteso, con villani rivestiti a festa che rispolverano completi della cresima e scarpe di due numeri più stretti(della comunione) dicendo tanto è solo per un giorno all’anno che sono matto a spendere sulle scarpe?

Noi ringraziamo e continuiamo, dato che normalmente spendiamo meno di lui per le scarpe, ma se proprio c’è un posto dove si può fare l’eccezione al nostro Budget Look è proprio per i nostri piedi, ricordate:

Look: la seduzione parte dalle scarpe!
Qual’è il miglior stile per avere successo

Ormai la messa è finita(per me manco iniziata) e mentre i vari personaggi che credono di essere vestiti bene, risultando invece come appena usciti da una festa a tema anni ’80 con giacche originali del periodo, si concedono l’aperitivo, non rimane altro che prepararsi all’abbuffata che in un solo giorno riesce a distruggere progressi e sforzi dimagranti di tre mesi, facendo ingrassare in particolar modo il conto corrente del Personal Trainer e delle varie palestre, appena avrà inizio il nuovo anno.

Fortuna vuole che come detto QUI, la palestra non è tra i miei divertimenti principali, sono convinto infatti che del buon sesso, lungo ripetuto e frequente abbia gli stessi se non migliori effetti dimagranti,visto che è un comportamento che aumenta il livello di Testosterone.

Se così non fosse, pace e bene:

mi ci diverto molto, ma molto di più che stare a sudare in palestra in compagnia di altri uomini sudati(cosa molto Gay); provate e poi mi fate sapere cosa preferite voi.

Per gli Introversi o addirittura timidi l’ex festa di Ra dio del sole(ma anche di Dioniso dio dell’uva e del vino), è quanto di più noioso e stancante ci possa essere:

una marea di gente che parla, parla, si fa gli auguri, parenti centenari che tentano di baciarti e tante altre belle cose che se anche uno aveva una benché minima intenzione di far finta di niente e sopportare ripetendo a mo di mantra “è solo un giorno, passerà”, diventa impossibile dar seguito alle premature buone intenzioni.

Natale è già tardi, ma sia quando una donna ce l’avete, sia che dovete ancora trovarla, c’è il megaincubo di cosa fare l’ultimo dell’anno perchè sia bellissimo memorabile, divertente, particolare, magari anche non spendendo molto.
Raro che succeda, ma nonostante i milioni di persone che si spaccano le palle(eccole ancora una volta) per il veglione di gatto Silvestro, guardando le foto che pubblicano già ad un minuto dopo la mezzanotte, potrebbe sembrare che si stanno divertendo un mondo…

Purtroppo non è così, chi si diverte davvero non pubblica 10 foto al minuto su Facebook, pensa a divertirsi, è presente nel momento e se lo gode, penserà domani ai ricordi.

Dirò di più, potremo estrapolare da ciò una piccola formula per vedere se uno o anche una si è divertito/a oppure sta mentendo sapendo di mentire:

più foto uno/a pubblica e minore è il tempo di quando le pubblica, fino ad arrivare che le mette sul suo profilo in tempo reale, per far vedere che si sta divertendo o che si è divertito/a, e maggiore è la probabilità che la serata è stata un gran giramento di coglioni(dette anche palle), passata a guardare il telefono e facendo lentamente l’upload delle foto, dato che altri milioni di persone invece che pensare a divertirsi sono incollati anch’essi ai cellulari facendo la stessa identica cosa.

Tra natale e gatto silvestro c’è normalmente il vuoto siderale con pochi atomi d’idrogeno ogni metro cubo, a meno che non considerate un’attività degna di essere fatta, andare a vedere i filmoni usa-e-getta di natale insieme a qualche altro milione di persone, compresi bambini urlanti e notevolmente bizzosi:
se proprio ci dovete andare, fatelo durante l’anno nei giorni tra settimana.

Perché dico questo?

Perché molte donne single ed indipendenti non hanno alcun problema ad andarsi a vedere un film che gli piace da sole, ma di certo non ci vanno di sabato sera o per santo Stefano.

Quando in programmazione ci sono solo film d’azione e/o successoni natalizi e non, scordatevi di trovarci questa tipologia di donna, ci vuole cinema particolare, sconosciuto ai più, ma ben conosciuto a quelli ‘che sanno‘:

normalmente dei papponi inguardabili o romanzi strappalacrime d’amore vero ed io che pensavo neanche esistesse, ora mi dicono che c’è vero e falso?

Se la donna, fidanzata, compagna, malvivente(ops convivente) ce l’avete, andare al cinema tra settimana nei giorni e films che non c’è praticamente nessuno si possono fare molte ed interessanti cose(giochetti xxx) con basso rischio di venire scoperti.

Per fare ciò basta scegliere i films particolari suddetti, ed avremo proprio ad esagerare una decina di persone in sala, di cui magari 8 donne più noi con la donna ed uno che ha sbagliato film, ma si vergogna ad uscire.

Bene per oggi basta così, non ho fatto in tempo a scrivere che raramente salto uno o max due giorni e subito mi sono beccato un febbrone e mal di testa gigante che mi perseguita 24 hours a day, quindi analizzeremo meglio l’ultimo dell’anno appena passata la festa delle palle, ops volevo dire di natale.

Sergio
sergio@fireofman.com
oppure:
fireofman@fireofman.com

Lascia un commento