Musica e Stile: Anonimi Suonatori e Uomo Figo pur non facendo niente…

Musica e Stile: il Look che seduce, quello che dice in modo immediato senza dubbio alcuno alle più belle donne che si, siamo come loro, forse anche di più, perché non lo scopre se è all’altezza, non è per tutti, indipendente da come dove e cosa fai.

Ti ho già parlato della grazia che ha Joss Stone non solo per cantare, quanto un’innocenza seduttiva che non sai mai se è ingenua o ti sta chiaramente provocando come uomo(peccato per i capelli, non sono neri).

Look e stile in Musica, non stonare troppo per favore…

Certo con il tempo una certa spontaneità è volata via, del resto non puoi avere una seconda prima volta, o per rimanere sul new age con influssi dall’Orinete non puoi bagnarti due volte nello stesso fiume.

ma sempre meglio del 99,9% della cacca la fuori spacciata per musica o per cantanti.

//www.youtube.com/watch?v=chO4lpQFFoQ

Joss Stone è categoria a parte essendo donna molto bella a cui si applica la legge del Postal Market e quindi rimangono gli uomini della band da vedere come si vestono e come pur con una specie di divisa c’è chi si distingue in bene e chi lasciamo perdere.

La divisa è il colore nero e in particolare una maglietta a maniche corte(bleargh) che tutti portano meno il fighetto alle tastiere che ha investito la paghetta settimanale in una camicia brilluccicosa ed ora non se la toglie nemmeno per andare a dormire o fare la doccia.

Lasciamo il fighetto-sono-alla-moda e scendiamo in basso con qualcosa che non si può vedere:

il batterista!

Di solito sono tipi tosti i batteristi, mani e piedi continuamente occupati, sempre attenti a dare il ritmo giusto, ore di musica battendo e ribattendo con le loro bacchette.

In questo settore si va dai tatuati tutti i muscoli, ad adrenalici anoressici con resistenza disumana(forse coca e altre anfetamine potenti gli danno una mano…).

Non è questo il caso, forse era meglio:

infatti i pantaloni della tuta da ginnastica con le strisce laterali anni ’80 non si possono proprio vedere e credo se ne sia accorto anche lui, visto che ogni volta che arriva la camera laterale a inquadrarlo non è contento, visto che riprende anche la tutina semigay da tale angolazione.

Ho appena notato che giusto che di musica e stile non vi sia traccia, ha pure il cordoncino bianco la tutina:

ci mancava solo che ci facesse un bel fiocco per completare il quadro, visto che le scarpine bianche per l’ora di educazione fisica già le ha ai piedi.

Mi ricorda un po’ la farsa, volevo dire la cerimonia della lavanda dei piedi in chiesa, dove molti ragazzini bastardi si lavavano un piede solo, quello sbagliato due volte su tre of course.

Il cappellino bianco è un No Comment  grande come una casa che fa da pandan a quello di 3 misure sotto del sax suonatore.

 

Chitarristi di solito vanitosi, ma qui abbiamo altri problemi…

Grandi egocentrici i chitarristi, fanno sempre sceneggiate incredibili negli assoli, sembra che alzano pesi da quintali oppure che stanno sforzandosi sulla tazza, per fare quelle facce provate:

se ci stai male smetti, mica te l’ha ordinato il dottore di suonare!

Uno non ricordo quale ha ancora il badge-pass attaccato alla T-shirt, forse ha paura che lo sbattono fuori se lo leva 5 minuti.

Preso di sprovvista dallo show del chitarrista in I put a spell on you, anche il fighetto, con braccialetti della fortuna che non ci azzeccano niente, vuole dimostrare al mondo che si sforza anche lui nel premere i tasti:

peccato che per certe mosse ci vorrebbe metallo pesante come colonna sonora e capelli lunghi per risultare non dico credibile, però almeno congruente passabile grazie all’effeto di “suspended belief” in essere durante il concerto.

 

Non si salva nessuno riguardo al Look, con Musica e Stile?

Certo che si!

Loro sanno suonare e io no, quindi certo che si salvano, gli si può perdonare qualche peccatuccio e idiosincrasia nel vestire, ognuno indossa ciò che gli aggrada, se sta bene a Joss Stone.

Detto questo, l’unico figo con una personalità, che sprigiona una certa sostanza, un certo peso è il meno giovane del gruppo.

Nessuna sceneggiata per di più, il suo lavoro è suonare e lui suona, ne ha viste altre di storie come queste…

Rimanendo dentro alla divisa nera riesce a distinguersi positivamente in modo chiaro:

non è solo uno della banda di Joss, ha una sua personalità indipendente(introversa quasi a sicuro), questo ci dice il suo look, il suo modo di muoversi e stare sul palco.

Anche il suo foulard che giudicavo eccessivo ad una prima occhiata ha un suo perché:

la Band è tutta nera, informe solo un corollario a Joss, lui no.

Esiste in modo indipendente da lei, se sparisce lei la sua personalità e modo di fare non cambia di una virgola.

Sta sicuramente pensando a quelle due in prima fila che lo guardano in quel certo modo:

che bello essere sul palco, ma ancor meglio sotto a scoparsi le belle ragazze!

 

P.S.

Of course il Post ‘musica e stile’ è ironico, la band di Joss Stone è fantastica, peccato solo per come vestono i componenti della Band salvo l’uomo dalla barba e capelli bianchi…

 

P.S. 2

E’ molto che cerco un modo per indicare visivamente alcuni elementi dello stile e questa potrebbe essere una buona alternativa per indicare i look, i capi migliori:

  • foto del sottoscritto non sono così pavone da farmele.
  • Trovare e scattare foto in giro nei negozi o alle persone non sono adatto(introverso, ricordi?)

Quindi analizzare qualche personaggio di dominio pubblico in modo ironico potrebbe essere una strada per capire i Look che seducono e quelli che fanno ribrezzo!

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti o alla mia email personale.

sergio[at]fireofman.com

 

 

Lascia un commento