Mano nella mano fino a che le corna non li separano!

Mano nella mano: 40° gradi all’ombra, si vorrebbe non respirare da quanto è calda l’aria, l’umidità presente è la stessa di quella a 5000 metri di profondità in oceano aperto… e loro i fidanzatini della Domenica o dell’intero week-end, cosa fanno?

  • Scopano allo sfinimento nella camera climatizzata?
  • Fanno sesso nel SUV con climatizzatore, che è più grande di molti monolocali?
  • Si trastullano a vicenda gli organi genitali dentro l’acqua fresca, al mare come in piscina, nella gigante vasca idromassaggio come alle terme con tutte le bollicine di aria che ti trastullano i punti sensibili in modo delicato?

Niente di tutto ciò, i piccioncini in amore vanno in giro:

Mano nella mano fino a che le corna non li separano!

Impossibile fargli aprire questo nodo, questa catena, è il loro sigillo d’amore ed anche se ci sono migliaia di persone in pochi metri quadrati, loro non si staccano mai:

sono innamorati tutto gli è permesso… e poi lo sanno tutti che l’amore vince sempre!

Senza considerare che l’amore è molto sopravvalutato rispetto ad altri fattori ben più importanti del tipo misura di reggiseno di lei e mancanza di cellulite.

Sopravvalutato anche rispetto alle proprietà mobili ed immobili di lui.

L’amore vince sempre quando non pareggia o perde e in un ambiente caldo ed umido nasce sempre qualcosa.

Nelle loro mani sudate che non si staccano mai ci si può trovare di tutto:

  • Batteri sconosciuti anaerobici

  • Mutazioni spontanee di virus

  • coltivazione di riso a terrazza da piccoli cinesini

  • forme di vita aliene

  • vita biologica basata sul silicio invece che sul carbonio.

Loro non demordono, alle poche coppie che sopravvivono all’usura del tempo piaghe simili a quelle da decubito gli faranno patire le pene dell’inferno.

Alle coppie più religiose saranno su richiesta concesse le stimmate, in modo da ricordarsi dell’altra persona anche quando è lontana.

 

Mano nella mano le varie fazioni

I duri e puri del movimento non si staccano mai, ed usano spesso la mano dell’altro anche per pulirsi il c…

Fanno parte dell’ala oltranzista del movimento, sono coloro che non tollerano chi se ne va in giro con braccio alla vita o sulle spalle di lui/lei dipende dalla rispettiva altezza.

Fanno dimostrazioni ed azioni terroristiche tipo incollare con l’attack le mani delle coppie che si ostinano nel secondo millennio a non tenersi per mano almeno 24 ore su 24, sette giorni su sette.

I moderati si tengono per mano solo quando sono in giro, in pratica quando qualcuno li vede:

in casa, ristorante od altri luoghi più intimi, non ci pensano neanche per l’anticamera dell’ovaia sinistra o per il condotto spermatico destro a tenersi per mano.

Le coppie sane di mente:

non si tengono praticamente mai per mano e se talvolta lei prende la mano di lui è per appoggiarla sulle proprie tette o direttamente sotto il tanga.

Lui vero gentleman se prende la sua mano è per renderle omaggio con un baciamano fatto in modo impeccabile e non da villani come molti personaggi famosi, oppure glie lo appoggia sul palmo in modo diretto, senza tanti “mano nella mano” che mi ricordano molto l’asilo.

 

Mano nella mano:

se la conosci la eviti!

Chi sono i sostenitori più convinti di questa pratica, coloro che trascinano nel tunnel della manodipendenza anche l’ignaro ed inconsapevole partner senza fare Full Disclousure, senza menzionare questa tendenza all’abuso della mano altrui?

Per le ragazze è sovente un passaggio da una dipendenza all’altra:

bambole varie, dalle barbie di molti anni fa, alle Bratz di oggi, passando per altri tipi più o meno conosciuti.

La vera minaccia, il punto di ingresso verso una dipendenza sempre più pesante è sempre lo stesso:

HELLO KITTY!

Niente supera l’orripilante mostriciattolo rosa in quanto a dipendenza, intere famiglie sul lastrico, nonni a cui viene rubata la pensione minacciandoli con foto artistiche di Hello Kitty.

I maschi sono normalmente immuni alla hellokittite acuta e fulminante, allora dove sta il problema ti domanderai?

Che non sono veri maschi, sono dipallenondotati e quindi si sentono più sicuri se possono tenere al guinzaglio la fidanzata/ragazza/moglie.

Mano nella mano non è da uomini con le palle, è da bambini!

All’asilo, alle elementari i bambini si tengono per mano, lo stesso fanno i genitori con i loro figli, poi stop:

è l’ora di crescere, comportarsi da uomini non da ragazzini mai cresciuti.

Come può una Strafiga, una ragazza bella con cervello funzionante provare attrazione per chi ha comportamenti infantili mai superati.

Vale anche al contrario, cosa diavolo questa melensa idea di camminare mano nella mano, se tuo padre non ti teneva per mano, mica lo posso sostituire io?

Of course in alcune situazioni può essere utile, tipo in mezzo alla folla al casino dove è facile perdersi, nel resto della vita normale i comportamenti da bambini lasciamoli ai bambini(salvo qualche momento giocoso che ci può stare bene).

 

Mano nella mano, le corna non sono lontano…

Il meccanismo lo avevamo già visto, più una ragazza dice di amare il suo fidanzato, più ne parla e straparla in giro e maggiore è la probabilità che gli faccia presto un bel paio di corna da concorso:

sovente già glie le sta facendo.

Ciò è pure normale, molte ragazze non stanno insieme a ragazzi uomini che gli piacciono davvero:

solo quello un po’ meno peggio del gruppo, o quello che ha insistito di più, che ha superato più prove, più shit test degli altri senza arrendersi.

In queste condizioni il tenersi per mano, come lo stesso dire “ma quanto gli voglio bene, quanto lo amo” sono solo dei piccoli teatrini indirizzati in egual misura a se stessa quanto agli altri:

vedi quanto ci amiamo e ci vogliamo bene, come non lo vedi…

Da ridere se così di frequente non sfociasse nel patetico:

quando le cose sono vere, sentite in profondità gli aspetti esteriori quelli pubblici vengono ridotti al minimo, mentre aumentano quelli che contano, quando non c’è nessun altro per cui fare lo show.

 

fireofman@fireofman.com

 

Lascia un commento