Le chiavi del Fascino: il Potere.

Parliamo nel dettaglio della prima delle sette chiavi del fascino

Forse qualcuno ricorderà che in uno dei miei primi Post ho parlato di come vi fossero principalmente sette chiavi in grado di innescare e se il caso moltiplicare il nostro fascino.
Siccome parlo spesso anche di Carisma, Seduzione, sarà meglio chiarire cosa è il fascino: non è la bellezza, ma la nostra capacità intrinseca di ammaliare gli altri ed attirarli verso di noi; se la Seduzione è moto, movimento, un qualcosa spesso collegato all’azione, il Fascino è indipendente da essa, esiste sempre e comunque, semplicemente è .
il Corriere lo definisce come:
Richiamo interiore proveniente da qualcuno o qualcosa e tale da attrarre, sedurre.

Guardando sulla Treccani che al pari del Devoto Oli è uno degli sparuti custodi della bistrattata lingua di Dante abbiamo ben tre definizioni, una più interessante dell’altra, che per vostra comodità voglio riportare brevemente:
1) Malia, influenza malefica che si ritiene possa emanare dallo sguardo degli invidiosi, degli adulatori, degli affetti da qualche morbo.
2) Potenza di attrazione e di Seduzione.
3) Nome che i Romani diedero al dio Priapo, e poi all’attributo sessuale del dio, a cui si riconobbe valore apotropaico.
Prima di continuare vi dico che apotropaico vuole semplicemente dire scaramantico…
C’è da dire che sono tutte e tre definizioni su cui si potrebbe parlare a lungo, ma forse i vocabolari e dizionari vari sono troppo freddi per una materia così delicata e passionale come è il fascino e tutto quello che gli gira intorno, quindi vediamo cosa diceva Coco Chanel che sicuramente se ne intendeva al riguardo:
“Belli si diventa, ma affascinanti si nasce”.
Sembra di sentire altri che nel tempo hanno affermato “signori si nasce” indipendentemente da estrazione sociale o ricchezze possedute; niente di più vero, se non c’è, difficile mettercelo…
C’è un piccolo ma, certo se non c’è non ci si mette, però spesso molti di noi ne posseggono una piccola quantità che neanche sanno di avere e che è possibile, se allevata con cura far crescere e sbocciare ben rigogliosa, tutto stà nel fare le giuste mosse.
Di ciò ne parleremo in seguito, oggi vediamo il primo degli attributi che genera fascino, a volte carisma e quindi attrazione sulle persone e quindi anche su una certa percentuale di donne.
Ricordo per chi non è andato a vedersi il primo post le sette chiavi:
1) Potere
2) Passione
3) Prestigio
4) Misticismo
5) Fiducia
6) Vizio
7) Allarme
Lo vedete come primo il POTERE ma non perchè sia quello che funziona meglio o perchè si deve aspirare ad esso, quanto perchè semplicemente l’ho scritto al numero uno, ma lo potevo mettere anche al cinque, niente sarebbe cambiato, non c’è precedenza tra le chiavi, c’è solo in che misura possediamo ognuna di esse.
Forse però non è cosi sbagliato metterlo al primo posto, esso con i soldi con cui fa spesso coppia e sovente accompagnano chi ne ha una buona dose, sono sicuramente le cose più inseguite e cercate nella vita di molti, arrivando persino a misurare il successo nella vita solo in base a quanto se ne riesce avere.
Ma c’è qualcuno che non è attratto dalla prospettiva di avere tanto potere, poter decidere il destino di altri, quella sensazione di essere simili quasi ad un dio; chi è che non vuole ciò?
Ve lo dico io, chi è che non lo desidera:
le persone sane di mente!
Perchè dover decidere anche per altri quando la vita è breve, le cose da fare infinite e spesso anzi sempre non riusciamo a decidere al meglio neanche per noi stessi; il potere è un fardello, non un premio, solo chi non ha proprio la testa a posto lo desidera con forza.
Certo una persona sana di mente può ottenerlo ed averne anche molto, ma desiderarlo, basare la propria vita su quello è stupido, come lo è rincorrere i soldi ed accumularli per 60/70 anni per poi una volta fatti molti… ecco che ti tocca obbligatoriamente e velocemente lasciarli a quelli dopo…
A proposito di soldi, avrete intuito che anche il ricco è uno che beneficia e molto delle caratteristiche del potere, cosi come lo fa un poliziotto o il capo al lavoro; ogni ambiente o microambiente avrà i suoi relativi personaggi dotati di più potere rispetto agli altri e per questo possono risultare più attraenti a parità di tutte le altre condizioni.
C’è un’altra caratteristica che va a braccetto con l’avere potere che aumenta la loro papabilità per il mondo femminile:
essa è l’esposizione.
Se nessuna ti vede, non notando neanche che esisti, la vedo dura che sia attratta da te; al contrario queste persone sono di frequente in vetrina, facile che conoscono o sono conosciuti da tutti, senza considerare il fatto di quanto è più facile essere ganzi quando si è o il capo o quello più ricco della stanza…
Vediamone un altro esempio:
anche il capobranco del gruppetto di periferia ha una certa dose di potere che lo eleva e lo rende più visibile rispetto agli altri facendo in modo che quella più bona e sexy del gruppo tocchi nove volte su dieci a lui.
Concludo dicendo che oltre a generare un certo fascino ed attrarre una tipologia di donne, l’uomo di/con potere ha dalla sua il fatto che assicura stabilità e tranquillità per il futuro, cose queste a cui le donne che dovranno partorire, crescere i piccoli ed anche perdere molto dell’attrazione data loro dalla gioventù e bellezza, guardano tutte o quasi molto ed alcune scelgono praticamente considerando solo questo fattore.

Prossimamente parlerò anche delle altre sei chiavi, nonché delle categorie di uomini dove tale caratteristiche sono maggiormente presenti.

fireofman@fireofman.com

Lascia un commento