Introversione: metterci la faccia, in particolare la mia

Dopo lunga indecisione inizio l’anno mettendoci il mio faccione…

Parlo spesso di come bisogna uscire dalla propria zona di confort per crescere davvero, per migliorare, per diventare migliori versioni di noi stessi, facile a dirsi, soprattutto quando si consiglia di farlo agli altri, più duro e difficile da mettere in pratica quando riguarda noi stessi, le nostre paure, i nostri limiti che ci frenano da lungo tempo.
Come tutti anche io non sono perfetto(argh l’ho detto, altra cosa difficile da ammettere…) e Fire of Man grazie all’interazione con voi, al ricordarmi ogni giorno cosa fare e cosa no, aiuta a crescere anche me, non solo quelli tra voi che hanno la voglia ed il coraggio di non solo leggere, ma anche agire.

Veniamo a quello che ha dato il titolo al post:
mettere il mio faccione nella pagina “about me”, per molti sarebbe niente, lo so, tutti non fanno altro che postare foto di se stessi su facebook, instagram ed ogni altro posto possibile online che lo consente; per non parlare di video con youtube ed altri posti similari.
Be, per me non è così, sono un po’ come gli indiani d’america che pensavano che la fotografia rubasse l’anima delle persone, in parte rimpiango ancora le foto di una volta con negativi e stampa, fare le copie aveva un prezzo e neanche tanto piccolo, quindi le foto erano poche e le copie rarissime; raramente circolavano fuori dai legittimi proprietari ripresi nell’attimo.
Essendo l’unico proprietario ed autore del sito, essendo una mia esclusiva creazione e chiedendo a chi mi legge un minimo di fiducia in quello che dico e scrivo, in pratica uno sforzo vostro, mi sembra giusto che anche io faccia per primo un passo in più, uno sforzo ulteriore:
1) cercando di dare sempre il massimo con la massima onestà possibile
2) crescere anche io, superando i miei limiti ed uscendo dalla mia zona di confort

Uscire dalla zona di confort, dal conosciuto, da ciò che trovo confortevole, vuol dire in questo caso mettere il mio (bel?) faccione online su internet, dove tutti lo possono vedere, commentare, offendere o quant’altro gli gira per la testa in quel momento.

Ho appena pigiato il buttone che mette online la pagina aggiornata con la mia foto in testa alle parole, niente altro c’è da dire e vi ho già annoiato abbastanza con le mie paranoie personali, non c’è altro da aggiungere:
da ora in poi chi clicca su About Fire of Man avrà un piccolo shock vedendo un essere ricciolo e strano, niente paura, sono io; fate i buoni, non ridete e non offendetemi troppo…

Sergio

Lascia un commento