Introversione e Seduzione: pratica meglio della tecnica?

Una disamina di quale e soprattutto quando, usare l’uno invece dell’altro

Ci sono due grandi sistemi per migliorare qualunque cosa voi fate, golf, tennis, videogiochi, discorsi pubblici o sedurre le donne:
la tecnica e la pratica.
Continuando con il paragone, una buona tecnica di base aiuta molto nel diventare bravi, ma spesso succede il contrario, grandi giocatori che a forza di esercitarsi hanno buoni se non ottimi risultati; a quel punto qunado non riescono più a superare i propri limiti, l’unico mdo è migliorare la tecnica, un angolazione della gamba più diretta verso la direzione di corsa invece che leggermente verso l’esterno può diminuire di preziosi centesimi se non dei decimi necessari a battere il record del monmdo.
Questo vale in quasi tutti i campi della vita, ma le donne e le situazioni sociali in genere o i giochi dove i giocatori interagiscono tra loro rugby, basket ed anche calcio non sono complicati, sono complessi che è un gradino superiore:
la tecnica da sola non basta, solo l’interazione reale con i comportamenti degli altri ci dà il risultato vero.
ma facciamo un esempio, inutile io sia il più bravo del mondo a palleggiare a basket se poi il primo avversario che arriva me la frega perchè non so proteggere la palla durante il palleggio.

Con le donne è per certi versi simile:
solo interazioni continue, prolungate con molte/divers di loro ci permettono di affinare i nostri sensi in modo da capire il giusto timing per fare le varie azioni(provarci, baciarla, fare sesso, invitarla a cena, casa nostra ecc. ecc.).
Allora la tecnica non serve?
certo che serve, all’inizio per capire le regole base, come per un giocatore di golf provetto che prende lezioni per capire come tenere la mazza, come fare lo swing ecc. e serve anche dopo un buon periodo di pratica, quando uno è diventato bravino e le problematiche sono di tutto altro tipo, per fare il salto di qualità:
per diventare tra quelli che eccelgono in tale disciplina.

Ora dato che la letteratura su qualsiasi attività ed in particolare la seduzione è sterminata e si dice di tutto nonché il suo esatto contrario, la miglior cosa nel periodo intermedio che passa dall’inizare a diventare bravini è disinteressarsi di tutto e preoccuparsi solo di fare pratica.
Vedo di spiegarmi meglio:
se uno è a livello zero deve scegliere un metodo, non importa quale a cui affidarsi, il mio, o qualsiasi altro sentite più vostro non importa, l’importante nelle cose è crederci ed agire, qualche risultato poi in un modo o in un altro arriva sempre:
l’intenzione cosciente prolungata che sedimenta pian piano anche nel nostro subconscio, più la pratica difficilmente non producono qualche risultato positivo.

Nella fase due uno deve solo agire, ormai sa le regole basi e deve solo praticare, praticare, ed ancora praticare, il che vuol dire conoscere, parlare, interagire e se possibile sedurre più donne possibili evitando accuartamente di assimilare ancora informazioni, che invece che utili, sarebbero in questo momento dannose, dato che vanno a confondere e spesso sono pure in antitesi con il metodo che stiamo sperimentando sul campo.

Nella fase tre una volta che uno ha raggiunto un buon livello di confidenza con la materia, in questo caso materia anche molto piacevole dato che sono le donne che ci piacciono, ecco solo ora, se uno non si accontenta e vuole fare il salto di qualità si può accumulare nuove informazioni, metodi o tecniche.
Questo perché ora non saranno più cose astratte di cui non sappiamo niente, ma le sapremo contestualizzare alla nostra esperienza reale con donne vere ed in carne ed ossa; non solo dato le varie situazioni che ci sarranno accadute saremo anche in grado di discernere quali tecniche sono più adatte al nostro modo di agire, oppure penseremo che questo metodo va bene per quel tipo di donne, mentre quest’altro va usato solo nelle situazioni in cui lei…

Ora capite che se la parte informarsi è facile e veloce, la parte pratica è dove molti introversi per non parlare dei timidi, hanno il loro ostacolo maggiore, fino al punto di pensare erroneamente che possono sostituire la pratica con una maggior conoscenza dettagliata di una mare di tecniche diverse che altro non fanno che generare ulteriore confusione, senza produrre dei risultati concreti.

Niente può sostituire la pratica, il parlare ed interagire con le Donne.

Altri e questo è un problema recente pensano che nascondersi dietro lo schermo di un pc, scrivendo solamente, li salvi da questo; purtroppo per loro non è così, se uno non vuole continuare a menarsi il pisello da solo per sempre, arriverà inevitabilmente un momento in cui l’interazione dal vivo ci deve essere e quindi ritorniamo esattamente al solito punto.

Sergio
sergio@fireofman.com

Lascia un commento