Fare colpo sulle ragazze: come dare una mano al Destino…

Dare una mano al destino per sedurre le belle donne è cosa Buona e giusta!

Alcuni anni fa mentre ero in Grecia ho scoperto quasi casualmente che le ragazze del posto erano particolarmente diciamo attente al concetto di destino:

molto socievoli e praticamente con rimorchi immuni da possibilità di rimbalzo(quando fatti educatamente), solo che il primo contatto (no, non sono E.T. le greche) raramente per non dire mai riusciva a scendere oltre un certo livello molto superficiale.

La frase chiave non era come usa in altri luoghi non ti conosco abbastanza o non do il numero agli sconosciuti che tra l’altro neanche chiedevo( vedere questo Post sul numero), quanto “se il Destino vorrà?” oppure “se il Destino ci farà incontrare di nuovo” e via di questo passo.

Il concetto di destino, insieme al caso, l’incontro fortuito e similari, se particolarmente palesato dalle ragazze greche che lo dicevano direttamente è in qualche misura presente nella mente di quasi tutte le ragazze del mondo, diciamo che è una loro giustificazione interna a lasciarsi andare con uno sconosciuto.

se è vero che il destino è indipendente dalla nostra volontà, è anche vero che possiamo far sembrare un incontro da noi predisposto e organizzato come frutto di fili invisibili tirati dalla dea bendata.

I greci antichi da cui noi culturalmente discendiamo tiravano una linea netta di demarcazione tra il fato ed il destino:

il primo era potente, temuto ed invincibile, anche gli dei dovevano sottostare ai suoi capricci; era quindi non modificabile.
Al contrario il Destino decideva della sorte di noi piccoli umani e con l’ascesa dell’impero romano il concetto di destino cambia diventando modificabile dalle nostre azioni:

Ognuno è artefice del proprio Destino.

In tempi moderni il concetto è cambiato ancora ed ora si definisce normalmente destino, l’insieme di qualità una volta attribuito al fato:
un disegno superiore a noi che ci fa muovere tramite invisibili filiù, quindi se è superiore non è facile dare una mano al destino.

La mente umana è bravissima e vuole continuamente vedere pattern anche dove non ci sono,  quindi nel caso non sappiamo il perché di certi fatti o coincidenze incredibili tendiamo naturalmente ad attribuire la responsabilità dell’accaduto a questa entità incorporea: Il Destino.

Come dare una mano al Destino in pratica:

Dopo la palla storica che a molti non può fregare di meno, veniamo ai concetti ed utilizzi pratici di questa conoscenza, perché può essere importante per trovare una fica o stra che si voglia.

Le stesse ragazze greche così restie a lasciare il numero nella prima conoscenza erano super aperte e disponibili se il destino (spesso aiutato) le faceva casualmente incontrare più volte il sottoscritto..

Il casualmente in corsivo intende che a lei deve sembrare casuale l’incontro, mentre in realtà è stato predisposto, organizzato da noi.

Attenzione, dare una mano al destino se non fatto bene produce l’effetto contrario!

Passare da una cosa super figa come il destino che ci fa incontrare di nuovo, al chi è questo maniaco che mi segue ovunque vada, è abbastanza breve, quindi attenzione al come e al dove dare una mano al destino.

Quando il concetto di fato, di destino, di casualità non funziona?

Tutti i giorni frequentate il solito posto alla solita ora e vi incontrate lei che caso vuole abita-lavora nei paraggi:

troppo facile, semplice coincidenza e scelta obbligata nonché continuata nel tempo.

Perché il nostro aiutare sia efficace, faccia percepire a lei che è stato un disegno superiore del destino, il trovarsi di nuovo deve avvenire in un posto totalmente scollegato dal primo, inoltre la possibilità che due persone si ritrovino in tale situazione, più è bassa meglio è!

Lascia un commento