Etica della Seduzione e del Seduttore: Il Carisma è anche questo.

La cattiva fama e alone di persona cattiva che avvolge il Seduttore non è colpa sua, quanto di ometti ed omicchi viscidi(detti dipallenondotati) che Seduttori non lo sono affatto.

Le piccole bugie sono quelle che tengono insieme la coppia, questo dicono in molti, ma quali sono e dove è il confine tra bugie piccole e grandi?

Per me può essere una piccola cosa non dirle che un giorno si e l’altro uguale mi sbatto due gemelle arrapate, mentre per lei può essere una grande cosa che non gli ho detto che ho ricevuto un’email da un ex dei tempi dell’asilo per organizzare la cena di leva.

Lasciamo perdere per un momento gli sfigati e torniamo all’etica, cosa vuol dire che il Seduttore ha una sua etica, che la Seduzione da lui praticata non deve uscire da ben definiti limiti etici?

Intanto stabiliamo cosa è l’etica:

“modo di comportarsi in base a ciò che ciascuno ritiene giusto”

Dalla definizione qui sopra si comprende che ogni persona ha una sua particolare etica, ha un suo specifico modo di comportarsi che ritiene cosa buona e giusta.

L’etica però non è solo personale, vale anche a livello della società:

assume quindi l’aspetto e spesso si sovrappone alla morale comune, dettando comportamenti buoni, cattivi e moralmente non buoni, anche se permessi legalmente.

In pratica l’etica della seduzione è non ingannare di proposito la ragazza o donna che vogliamo tentare di sedurre o che abbiamo già sedotto.

Che la donna rimanga ingannata può succedere, tutti prendiamo degli abbagli, ma non deve essere per nostro specifico disegno.

Cosa significa nella pratica della Seduzione giornaliera?

Conosco una ragazza e mi presento sotto una luce tutta dolce e romantica, facendole chiaramente capire con azioni ed anche direttamente con le parole che sono interessato ad una relazione e perché no anche il matrimonio:

anzi non vedo proprio l’ora di sposarmi con lei!

Fin qui tutto bene, nessun processo alle intenzioni, solo che il nostro omicchio non se la vuole sposare nemmeno lontanamente, si propone così perché gli sembra la strada più breve per scoparsela e poi levarsi da tre, anche 5 passi.

Questo non è un comportamento da Seduttore, non è etico!

Ingannare, mentire, proporsi in modo differente da quello che si è, non è altro che un espediente, dei mezzucci da pallenondotati:

il vero Seduttore, ma potremo dire Uomo, non usa questi mezzi, espone chiaramente le sue intenzioni ed è pronto nel caso a pagare le conseguenze di porsi in tale modo(cioè l’ottenere un bel niente).

Vedo una bella ragazza, anzi non è proprio quella che si direbbe una strafiga da paura, però mi ispira sesso in una maniera incredibile, quindi…

Quindi mi propongo come Seduttore che vuole fare sesso, non come se fossi in cerca di una compagna per la vita!

Eh ma così non scopiamo mai, potrebbe dire qualche sfigato che per sbaglio legge queste parole.

Non è vero, proporsi onestamente per quello che si è e si desidera genera talvolta miracoli della seduzione incredibili.

Certo qualche volta può capitare che la cosa non vada come speravamo, ma il nostro modo di comportarsi rimane lo stesso, non svendiamo la nostra etica il nostro codice morale per una scopata in più:

soprattutto se questo vuol dire mentire ed ingannare la ragazza/donna che abbiamo di fronte.

Esiste un modo di salvare capra e cavoli?

O meglio di salvare il porcello e la madonna?

Si e no, se lei è nelle stesse condizioni nostre, allora si è possibile.

Quale è questa condizione magica che ci permette di rimanere nella giusta condotta ed al tempo stesso scoparci sia le madonne che le donne più libertine?

Prima di dare la risposta, dico che rileggendo il periodo precedente mi sembrava tanto di ascoltare uno di quei politici che fanno giravolte grammaticali pur di dire che se è male di certo non è colpa loro, se è bene invece è suo esclusivo merito.

Torniamo a noi, non sempre le persone uomini e donne sono nella “modalità” sesso o relazione lunga mi voglio sposare domani.

Per buona parte del tempo abitiamo in quella terra di mezzo(non sono un hobbit fans), dove non sappiamo bene cosa faremo, anzi cosa vogliamo fare:

quindi intanto si fa sesso poi si vedrà!

Zero problemi e zero impegni da ambo le parti, però:

questa situazione per sua stessa natura non può durare a lungo, quindi prima si esprime il nostro personale punto di vista su come vediamo la relazione, l’universo e tutto quanto e meglio è.

Può capitare che voi avete detto che non volete impegnarvi più di tanto, avete solo 103 anni e quindi volete vivere la vostra settima gioventù.

Mentre lei che di anni si spera non ne abbia molti più di 30, meglio meno, sarebbe pronta per stringere la cosa.

Ora se voi all’inizio siete stati chiari, lei se la prenderà e si incazzerà ugualmente, ma meno con noi ed un po’ di più con se stessa per essersi fatta abbindolare dal nostro occhietto dolce, in fondo noi avevamo detto come vedevamo la cosa.

Quando però l’avete illusa con promesse da marinaio, lei ha pienamente ragione di dirvi che le palle le avete lasciate da qualche parte ed è facile che la storia finisca con tanto strascico di rancore, che non è mai un bene.

Ma in pratica cosa cambia, che mi sembra quasi la stessa cosa?

Cambia che la nostra etica, la nostra bussola interna è stata ascoltata e seguita, possiamo guardarci allo specchio senza doverci vergognare, siamo in grado di sedurre una donna di valore anche senza ricorrere a mezzucci indegni(che spesso vengono pure sgamati e sputtanati).

Grazie del vostro tempo.

Sergio

sergio@fireofman.com

Lascia un commento