Diventare Guru in 7 mosse: Forse il miglior lavoro al mondo!

Tags:

Fare il Guru può essere una buona idea…

Fatemi pensare…

Sergio Guru non suona tanto bene, vero?

Sarà meglio mi trovi un nome d’arte o un titolo che fa più colpo, tipo salvatore del mondo, scopatore di strafighe incomprese, oppure colui che ha fatto smettere di camminare 3 persone semplicemente rompendogli le gambe con una mazza da 5Kg.

Il figlio è già preso, di profeti ce ne sono stati anche troppi, non mi rimane che essere:

Cugino di terzo grado di Manitù e Stepbrother di Nettuno re del mare.

Sono il vostro nuovo Guru del terzo millennio!

Devo dire che sto entrando nella parte, già mi sento più divino, d’ora in poi se volete parlare con un dio tramite il servizio a pagamento “Aiutati che dio non ti aiuta”(marchio registrato in 162 paesi 3128 pianeti e 5 universi con leggi fisiche simili al nostro e 2 anarchici).

Dicevo, per parlare con un deus lo potrete fare solo attraverso di me, sono il tramite umano(ma come è umano lei…) del divino…

Mi fermo qui prima che qualcuno chiami la neuro per un T.S.O.(Trattamento Sanitario obbligatorio).

Torniamo a fare il guru, è un lavoro adatto per la seduzione oppure è meglio rassegnarsi e lasciare i soliti uomini con la tonaca nera a scoparsi i ragazzini.

Vediamo un po’ i passi necessari per trasformarsi agli occhi dei possibili adepti in Guru di prima qualità DOCG:

prima di tutto va creato un universo immaginario di credenze, dove i discepoli non lo sanno, ma io si, si può diventare ultra super mega fanta divini solo attraverso la mia personcina(anche bella direi).

Esistono solo due metodi con cui si può raggiungere questo stato di onnipotenza dove si riesce a controllare pure la pipì che scappa tanto:

per gli uomini donazione sostanziosa in denaro e protezione della mia persona(poi vedremo perché serve).

Per le belle ragazze passare attraverso la mia divina spada di luce(azzo che bel nome per il mio pisello ho tirato fuori), è il sistema unico per raggiungere lo stato oltre i Nirvana ma non i Pink Floyd che loro si sapevano suonare…

Non sempre la procedura di divinizzazione riesce al primo colpo, ma niente paura se molto belle possono ritentare a piacimento o portare un’amica sempre molto figa che in tre la grazia(e l’orgasmo divino) viene pure meglio!

 

Davvero una buona idea fare il Guru…

Non fai niente tutto il giorno, se ti girano punisci qualcuno a caso, se vuoi scopare, ops volevo dire far ascendere qualcuna al divino lo puoi fare, non vedo perché molta più gente non sceglie la carriera di Guru.

All’inizio vanno prese le cose per il verso giusto, una denuncia prematura può rovinare la carriera, quando fatta accadere al momento giusto è immensa pubblicità positiva a gratis.

Come sul web con un Blog o su YouTube i primi lettori, i primi follower sono i più difficili da fare, così è nel mondo del Guru.

Sconsiglio investimenti pubblicitari in questa fase, il R.O.I. sarebbe negativo e si rischia di esseri presi di mira da persone poco simpatiche con i cappelli.

I primi 10, anzi i primi dodici che è un numero già provato nel tempo che funziona, vanno trovati alla zitta, lo stesso per arrivare prima a 100 e poi a mille follower belli convinti.

Evitare come la peste comportamenti da film di serie C come violentare e drogare le ragazzine minorenni:

hai già le adepte per fare sesso quanto vuoi lascia stare le piccole, non siamo in certi paesi mussulmani.

Per quanto riguarda la droga che qualcheduno la regali ad altri credo esista solo nei films, nella realtà ognuno se la tiene per se, in più un arresto in questa fase potrebbe distruggere il piano a lungo termine del diventare un Guru.

Arrivare a mille potrebbe necessitare di diverso tempo, però grazie al web forse si può accorciare di molto questo periodo, ma ripeto:

resta basso in questa fase che se ti alzi troppo c’è l’uccello padulo sempre in volo e sai a che altezza vola?

 

Diventare un Guru 2020: oltre i mille discepoli…

Ora rimanere in silenzio non è facile, quindi meglio decidere da se quando accelerare prima che ci costringa a farlo qualcun altro che potrebbe limitarci.

Non si guarda che alla crescita del numero dei fedeli, centomila sarebbe ottimale, ma già un 5-10000 si sta discretamente bene.

A cosa ci servono questi grandi numeri?

Non di certo per il lato economico, già con mille persone hai soldi quanti ne vuoi e lo stesso si può dire dello scoparsi donne belle, se hai scelto bene il target demografico femminile da convertire.

Serve a non pagare le tasse!

In Italia c’è chi ha il monoplio o quasi e monetizza troppo il settore delle sette religiose, sono davvero ingordi, vogliono guadagnare solo loro sulla credibilità popolare:

hanno già un patrimonio immobiliare immenso, credo il più grande al mondo, soldi che gli arrivano di continuo, impunità nel sodomizzare ragazzini e ancora non gli basta?

Dicono pure che solo il loro dio è quello vero, le altre sono imitazioni fatte in Cina…

Sai che risate mi faccio quando scopriranno che di là c’è la dea Kalì ad aspettarli insieme a Manitù e altri di cui ora non ricordo il nome.

Consigliato farsi un po’ di fedeli negli USA ma non troppi da creare allarme che a essere fatti fuori ci vuole poco(Osho Docet).

 

Diventare Guru in sette mosse Obbiettivo Raggiunto!

Prima di mettere piede in America, anzi meglio non andarci proprio, mettere al lavoro gli adepti per ottenere lo status di religione e lo sgravio fiscale totale sulle donazioni.

A questo punto sei arrivato, puoi mettere come credenza religiosa che minimo due strafighe te lo sdindellano a giornata o che ne so, qualunque cosa ti venga in mente.

A dire la verità c’è un ulteriore passo per diventare Guru dei Guru:

diventare la religione di stato e guidare il paese verso nuove altezze da cui buttarlo di sotto a proprio esclusivo piacimento…

Questo è davvero laurearsi con lode in Gurite(la scienza di esere Guru), purtroppo non è facile e i pochi che sono arrivati a questo stadio sono stati presi in giro tragicamente:

da vivi non contavano niente e sono diventati popolari solo dopo morti, un po’ come successo a molti artisti.

Questo è pure normale, il Guru è un’artista dello sfruttare le paure e i desideri di gente meno gurosa di lui.

Noi ce ne sbatteremo alla grande e cercheremo il successo in questa vita che a scopare da incorporei non riesce tanto bene.

Anzi ora che ci penso visto che decido io la credulità della massa, facciamo che dopo morto ti rincarni in una zanzara che vive nel bottino se non sei un mio fedele, e come essere celestiale bello quasi come me se ti sei fatto schiavizzare nel giusto modo dal Guru, cioè me.

 

Fare il Guru nel terzo millennio: quale sistema fascistoide usare…

Ricorda che il divino è P.P.P. cioè Porta poca Pazienza e il Guru anche meno, quindi attento a te, sei sotto esame 24 ore al giorno, meglio per te rimanere senza peccato alcuno, del tipo che stai mettendo in discussione il tuo Guru.

Un altro peccato mortale è donare mille quando potevi dare duemila:

che fai il tirchio con il tuo guru?

Non sai che la setta è un covo di spie dove ognuno deve raccontarmi tutto quello che fa e che fanno gli altri:

vi è un’attività apposita che si chiama sputtanare il vicino, oppure sacramento del pentito, o i cinque minuti dell’infamone.

Prendere esempio da sette vive da migliaia di anni(vive, diciamo zombie) può essere una buona idea, infatti una delle recenti create ha fatto proprio questo:

usare i fedeli per sputtanare gli altri e se stessi in modo che siano ricattabili, oltre a sapere sempre cosa succede sotto e prima degli altri.

Informazione è potere:

potere è godere se sei un Guru

Lascia un commento