Disneyworld: più sei sfigato più meriti la ragazza strafiga…

Che importa come vesto e appaio fuori, le donne belle devono amarmi per la mia brillante dolce anima…

Tanto che ci siamo perchè no anche per l’odore di cinghiale selvatico, in fondo se l’importante è il contenuto che senso ha questa stupida mania del lavarsi.

Il solo scrivere la frase sopra mi ha fatto venire il voltastomaco.

A Disneyworld basta essere se stessi:

Metti che sei all’alimentari e compri il riso, immediatamente vedi confezioni di marche diverse, all’inizio non sai cosa prendere, poi una cattura la tua attenzione e acquisti quella.

Solo dopo che un’ unica confezione di una marca è stata acquistata, sentiremo finalmente il sapore e la bontà del riso che abbiamo messo nel carrello un’ora o giorni prima.

Il riso non ha cambiato la sua natura; riso era al supermercato e riso è ora mentre lo mangiamo.  

La confezione ha fatto la differenza, altrimenti non avrebbe avuto la possibilità di dimostrare quanto era buono e speciale rispetto agli altri tipi di riso in commercio.

Allo stesso modo nelle relazioni uomo donna, se la tua “confezione” non genera attrazione curiosità nell’altra metà del cielo, non avrai mai e dico Mai la possibilità di far vedere il tuo vero essere.

Certo che con il tempo ci deve essere un cambio di valore, dall’esterno all’interno, ma se la tua confezione si presenta male, non avrai la chance di brillare.

Penso che hai capito cosa volevo dire, quindi torno a ‘disneyworld’ che ci fa vedere nella quasi totalità di films che la fighetta di turno lascia il suo fidanzato figo (si fa per dire) per il penultimo sfigato a lei accessibile(Il penultimo, perché incredibilmente ha sempre un amico che riesce ad essere ancora più sfigato, sovente anche nero), perché lui ha il cuore buono ed è se stesso.

Basta essere se stessi dice Disneyworld!

Che importa come vesto e comunico agli altri, le ragazze belle, la strafiga deve amarmi per la mia brillante dolce pura e unica anima.

Tutti siamo noi stessi, non possiamo essere in altro modo, ma non esiste ‘deve’ nell’attrazione.

 

Sfigati, falsi fighi e verginità a Disneyworld

Piccola curiosità:
spero non vi sia sfuggito il fatto che se lo sfigato “ruba” la fighetta all’altro, è anche vero che il ‘figo-perchè-ricco’ intanto se le è già ripassata almeno un paio di 100 volte in tutte le 64 posizioni del kamasutra ed è finalmente libero per passare ad una nuova gnocchetta, mentre lo sfigatello di prima è incastrato con una che a tre anni da ora potrebbe non passare per le porte girevoli dell’aeroporto.
L’affare non è così semplice, perchè quello che ho chiamato fighetto, normalmente non è altro che quello più ricco e/o popolare, non di certo un vero Uomo-Seduttore che attrae come lo intendiamo qui su Fire of Man.

Del resto avrei anche da dire sulla presunta fighetta, di solito bionda acqua e sapone, che se veramente è tutto amore e cuore poteva anche aspettare e stare da sola per cinque minuti, invece di farsi scopare/sverginare subito dal più ricco in giro…

Poi visto che lui potrebbe cambiarla con la stessa frequenza con cui cambia le auto sportive, ripiega sullo sfigatello DisneyWorld di turno, che però ha un cuore tanto grande…

 

Aggiungo qui un altro post molto simile sull’argomento, quindi inutile tenerlo in diversa pagina.

Seduzione, Disneyland e l’Uomo Ragno…

Hollywood ci propone un’altra delle sue perle adatte ad ammorbare i giovani virgulti, con un concetto della seduzione totalmente sbagliato, non solo non è così, ma di solito è l’esatto contrario.

Abbiamo già visto le varie tappe di una storia tipo Disney:

lui sfigato totale che ama, anzi sbava e si masturba senza ritegno pensando a lei.

Le principessa tutta acqua sapone e pillole anticoncezionali, se ne frega alla stragrande di lui e si scopa il più figo-ganzo-palestrato-ricco che ha sottomano.

Non si sa bene per quale motivo, ogni volta il nostro sfigato, spesso anche con capelli rossicci ed esplosioni vulcaniche in faccia a troppi bollicini in faccia, attira l’attenzione di lei, dato che non ha un cazzus di niente, ma almeno è sincero e puro(ma per piacere…).

Lei lascia il ricco-palestrato-cool per mettersi con lo sfigato.

Lo sfigato è al settimo cielo perché finalmente ha la donna dei suoi sogni, peccato che non sa cosa farci vista la sua esperienza minore di zero.

Il ricco palestrato ecc. ecc. non è al settimo cielo, ma almeno al cinquantesimo, visto che ha rifilato la passera ormai sfondata a qualcun altro che se la tiene e mantiene.

Come sempre il “Vissero felici e contenti” per le due successive settimane è d’obbligo, dopo di che non si sopportano più neanche da lontano.

Spider Man cioè l’uomo ragno nel suo ultimo film Homecoming cerca di mantenere questo copione, ma complice l’atmosfera multietnica di chi si oppone a Trump abbiamo una principessa nera e un figo ricco non palestrato probabilmente indiano( richiamo probabilmente ai molti impiegati indiani in California nelle tech company).

Il cattivo ricco, non si scopa la principessa, ma ugualmente si prende gioco del povero sfigatello lanciaragnatele.

Lo sfigato rimane sfigato, ma c’è qualche piccolo passo avanti per cui lei potrebbe interessarsi a lui:

le sue continue misteriose sparizioni potrebbero essere il segno di un’identità segreta da super-eroe.

Non diciamo cazzate le ragazze di oggi non sono così stupide, quindi la principessa ha già capito da tempo che il patetico sfigato in amore è un tossico pornodipendente in stato terminale e le sue sparizioni sono dovute al suo vizietto, altro che super-eroe!

In ogni modo se per qualche strano scherzo del destino lei notasse lui, il fatto di sparire sempre sul più bello, potrebbe aumentare e moltiplicare l’interesse di lei(peccato che moltiplicando un numero per zero, il risultato è sempre zero).

Sono andato troppo avanti, torniamo all’inizio:

come ha fatto il nostro(?) eroe a farsi notare da lei?

Semplice, con millantato credito!

Nessuno e soprattutto la principessa cagava l’alter ego dell’uomo ragno neanche di striscio fino al momento in cui si è vantato di conoscere l’Elon Musk dei fumetti: Tony Starck(Iron Man).

Appena saputo che aveva conoscenze in alto lei lo invita alla festa, ma di questo poco c’importa, quello da sottolineare è il fatto che dover ricorrere a mezzucci come non sai chi sono io o ancora il patetico non sai chi conosco io, non solo non è roba da Seduttore, ma mette proprio tristezza.

Per far risultare l’uomo ragno più figo sono pure ricorsi al peggio del peggio:

gli hanno messo accanto un amico spalla che non solo è di colore, ma pesa pure una tonnellata già a stomaco vuoto di mattina.

Non mi ricordo se l’ho già scritto da qualche parte, in ogni modo te lo ricordo:

essere in compagnia di persone belle fa aumentare la bellezza percepita di tutti ed in particolare di quello brutto.

Essere nel mezzo di un gruppo di sfigati inguardabili peggiora notevolmente lo schifo percepito, anche se colui che interessa è il più relativamente bello.

Inoltre avere amici brillanti, simpatici, intelligenti e magari pure ricchi, dice al mondo che proprio sfigati non siamo, che l’apparenza magari inganna, visto usciamo regolarmente con le persone di status sociale più alto(lo stesso con segno meno, vale al contrario).

il film è chiaramente rivolto agli adolescenti o poco più, ragazzi i cui ormoni stanno per esplodere, di sicuro seguendo questi modelli seduttivi, rimaranno a farsi le seghe a vita.

Si masturberanno senza ritegno, diventando dipendenti dal porno online, non perché non hanno un alter ego da super-eroe, quanto perché tentare di sedurre una ragazza imitando tali strategie li esporrà come minimo al pubblico ludibrio, oltre ad una probabile infiammazione del tunnel carpale causa troppo trusamento del proprio organo S.S.P.P:

Serve Solo Per Pisciare.

Nonostante tutto, se avete meno di vent’anni e riuscite a spegnere per un paio di ore il vostro cervello, è un film da guardare, in modo da capire cosa non va fatto quando il tuo obiettivo è sbatterti la principessina.

Sergio

sergio@fireofman.com

P.S.

I fumetti ed i suoi derivati films se ne sbattono alla grande delle leggi della fisica, infatti non importa quanto le vostre mani aderiscano bene al soffitto, mai reggerà una persona, o meglio solo se è di cemento armato, legno a altro materiale senza rifinitura.

Provate ad appendere qualsiasi cosa al vostro muro di casa e subito avrete bisogno del trapano per fare un foro e di un tassello da mettervi dentro:

questo perchè anche con il più forte adesivo niente rimane attaccato quando pesa qualche kg, il punto debole non è attaccarsi, ma l’imbiancatura, si staccherà sempre dalla parete se provate a farci troppa trazione.

 

 

 

 

Come sempre puoi scrivermi quando vuoi all’email qui sotto

fireofman[at]fireofman.com

Lascia un commento