Come diminuire l’ansia da rimorchio in tre facili passi

Un lettore domanda come poter diminuire l’ansia da rimorchio

Ecco la mia risposta e qualche aggiunta:
mi dici che non riesci ad approcciare, mentre ci stai pensando incomincia a salirti l’ansia e ti sembra che la frase che hai pensato sia stupida e soprattutto di non poter continuare dopo…

Più ci pensi, più ti sembra difficile e la frase non adatta fino a quando la maggior parte delle volte lasci perdere…

Ho capito giusto, è questo il tuo modus operandi mentale?

Se questo è il tuo problema, senza andare (per il momento) ad analizzare altre cause più profonde, vediamo subito una soluzione pratica:

pensa con calma tre incipit semplici per le situazioni che frequenti, frasi semplici, comuni, niente di complicato, anche un ciao può essere uno dei tre

Queste saranno le frasi che utilizzerai, con il tempo ne dirò anche qualcuna, ma la frase vale quasi zero in molti casi, è il resto che conta:
voce, postura, sicurezza, look…

Devi diminuire fino a farlo arrivare quasi a zero il tempo che passa da quando la vedi al momento che vai a conoscerla, perché al momento attuale la tua situazione mentale è tale, che più tempo passa e ci pensi e più ti sale l’ansia e quindi diminuiscono anche le tue probabilità di successo, creando un processo autoavverante negativo, che avrà effetto anche sulle future decisioni(di approccio si/no).

In seguito si può agire anche su altre cose ma al momento ti conviene fare così:

1) la vedi e quindi lei vede te

2)se ti sembra la situazione sia buona (controllo sociale, da sola ecc) decidi per il si

3) mentre ti muovi per andare a conoscerla decidi se utilizzare la frase 1 2 o 3

Tutto questo non deve durare che pochi secondi, non lunghi e nervosi minuti o peggio ancora mezzora/un’ora.

Se non hai deciso e quindi sei partito nel giro di pochi secondi data la situazione favorevole, lascia perdere, mettici una pietra sopra; forse non ti piace a sufficienza, magari non hai energia perché sei stanco,oppure non senti la vibrazione giusta dell’ambiente:
lascia perdere, innescheresti nuovamente il processo mentale crea ansia…

Quale che sia il motivo non importa, fregatene e pensa ad altro:
vedi se ci sono altre donne che ti motivano di più, scherza con gli amici o cambia ambiente se puoi; importante che smetti di pensare a rimorchiare lei, se doveva essere, era subito!
Poi non si può mai dire, magari ti offre un occasione su di un piatto d’argento o ti rivolge la parola lei nel prosieguo della serata:
tutto può succedere in seduzione, ma continuare a guardarla senza agire è la peggior cosa che puoi fare(al momento).

In questo modo, cioè agendo immediatamente, l’ansia, la paura bloccante ed i tuoi livelli di cortisolo interni non hanno tempo di salire e quindi il tuo approccio ha maggiori, molto più alte probabilità di riuscire.

Con il tempo agiremo anche in modo di poter eliminare questi fattori, ma per ora direi che puoi tentare in questo modo (sempre se ho capito bene il tuo problema).

Ricordati sempre che come minimo vali quanto lei(ecco spiegata l’infografica), nell’interagire potresti essere in difficoltà tu, oppure lei, non è detto.
Forse gli piaci pure ed anche lei ha paura di dire qualcosa di stupido o sbagliato, vero che essendo te che approcci, devi fare uno sforzo ulteriore, ma nel rimorchio si è sempre in due, se ti rema contro non c’è frase che tenga, se ti aiuta, tutto può andare bene.

Le grandi differenze si vedono quando lei ne ti aiuta ne fa l’acida, ecco in tali momenti conta molto come parti e come continui subito dopo; altrimenti non farai la presa necessaria su di lei ed il rimorchio fallisce.
Ma non è una tragedia, accade a tutti e sempre accadrà:
provandoci hai dato al destino una mano, se oggi non ti ha aiutato molto, stai tranquillo che lo farà in seguito.

Oppure agisci in ambienti dove la conoscenza è più naturale, ma la capacità di approcciare una sconosciuta è e resta fondamentale per uno che vuole potersi scegliere le migliori donne, prima o poi bisogna imparare.

In ultimo considera se negli ambienti che frequenti, ci sono donne che ti piacciono davvero o solo donne che una botta glie la daresti pure, ma non sono il tuo ideale?

Questo fa una grande differenza per la motivazione e soprattutto la riuscita degli approcci.

Raramente darai il meglio di te quando la donna non ti piace abbastanza, quando in fondo non è altro che un ripiego, ndiscorso diverso se il timore aumenta di pari passo con la sua bellezza e l’attrazione da te provata.
Questo è abbastanza naturale ed in misura minore o maggiore succede un po’ atutti gli uomini, indipendentemente da predisposizione sociale, altezza e situazione economica, solo per dirne alcune.

Il timore di essere rifiutati dalla donna che ci piace molto, quasi troppo è sempre alto, quindi la tenatazione a lasciare tutto in sospeso, quando tutto è ancora possibile è alta, ma con il tempo va vinto anche questo timore, almeno le poche volte che abbiamo la fortuna di incrociare una donna che merita conoscere.

Sergio
sergio@fireofman.com
oppure:
fireofman@fireofman.com

[vfb id=1]

Lascia un commento