Chi si accontenta gode; poco!

Purtroppo è una frase usata molto ed anche a sproposito
che fortunatamente non conoscevano i nostri antichi antenati,
altrimenti dormivamo ancora in letti di pietra in caverne anguste
insieme a donne pelose come un orso al momento del letargo,
senza considerare l’indossare foglie di fico o per i più elevati
pelli di animali non trattate…
Tutto potrebbe dipendere da quando è stata coniata l’espressione
e quindi le persone hanno detto io mi accontento.
Fortunatamente, se c’è una buona parte di uomini che ragionano così,
la tendenza umana primaria (almeno una volta) di specie
è per la continua ricerca del sempre meglio, della perfezione.
Ecco spiegato perchè siamo affascinati dall’arte, è perfettamente inutile
ma insegue l’astrazione irraggiungibile di una perfezione sempre cercata,
a volte avvicinata e mai raggiunta.

Per questo alcuni artisti del passato sono impazziti nell’ossessivo ritocco
di un’opera che non riesce mai perfetta come la loro mente aveva immaginato.
L’astrazione, è sempre più perfetta del reale, ne abbiamo visto alcuni
esempi pratici rapportati alle donne anche in questo post:
e pa r che sia una cosa venuta da cielo in terra a miracol mostrare
dove parlavo di come molti cascano nell’idealizzazione eccessiva del loro oggeto dei desideri.
Ma torniamo a noi, perchè oggi ho voluto parlare di questo,
perchè pochi giorni fa ho sentito pronunciare ancora una volta questa frase
riferita ad una cessa che proprio non si guardava, ed io dico,
a parte l’accontentarsi che in certe situazione di fame nel mondo ( di fica come è la situazione italica)
potrei in linea teorica anche capirle, ma un po’ di autostima,
di rispetto per se stessi no, non vogliamo metterne un po’?
é forse vero che è morto, dove è l’uomo di una volta, allora è stato completamente
schiacciato da questo pseudofemminismo di ritorno che ha contagiato anche tanti che hanno il pisello.
Non li definisco uomini, uno che rinnega il proprio stesso genere,
ha il pisello, ma sarebbe meglio se non lo avesse,
come sappiamo tutto è sopportabile, meno i traditori,
quelli sono la razza peggiore e poi perchè, sperano forse che la donna
li trattti meglio e le valuti di più, o forse trovano qualcuna
che comandondoli gli consente di fare sesso ogni tanto.
Che pena che tristezza, forse l’obbiettivo di farsi qualche scopata
lo potrebbero in alcuni casi anche raggiungere, ma di certo non si guadagnano
il rispetto delle loro donne, che anzi se ne vanno in giro dicendo
che non esistono più i veri uomini, quelli di una volta.
Parla, per te e per il tuo mezzuomo gli rispondimao noi,
se è un quarto di depisellato quello che ti sei scelta per paura di gestirne uno meglio,
la responsabilità è solo la tua che hai scelto il detto del titolo e ti sei accontentata;
ma non è detto, ed infatti non è così che il resto del mondo sia nelle stesse condizioni,
certo sono diminuiti gli uomini con le palle ancora attaccate, ma ci sono
ed anzi vista la scarsità risaltano anche meglio
nel panorama di crescente desolazione.

Lascia un commento