Approccio donne Top: che hai d’accendere?

Un semplice che “c’hai d’accendere” e già la donna ha raggiunto il suo scopo:

farsi notare, nonché palesare un certo interesse, lasciando al tempo stesso un dubbio amletico:

voleva parlare con me, rimorchiarmi perché si sente inspiegabilmente attratta da me, oppure gli serviva davvero d’accendere e l’ha domandato alla prima persona disponibile(cioè io).

Alla Donna grazie a norme sociali antiquate ma che sono radicate a livello inconscio profondo, non è permesso scoprirsi troppo, esprimere la propria attrazione in modo chiaro.

Deve sempre lasciare il dubbio che c’è una reale ragione per cui ci ha rivolto la parola per prima.

In più con questo modo di agire è in grado di ritornare sui suoi passi, senza perdere la faccia.

Per un uomo essere rifiutati nell’approccio è brutto, talvolta bruttissimo, ma in fondo lo sappiamo che c’è questa possibilità:

niente di tragico è successo, succede a tutti e succederà ancora, questo lo sanno uomini e donne.

Per una donna un rifiuto quando lei ha fatto la prima mossa può essere devastante, inoltre da che mondo è mondo difficilmente  l’uomo rifiuta la donna che gli si propone:

ecco la ragione per cui quasi ogni donna se può evita di muoversi per prima.

Qualcuno non riflettendo penserà:

ma cosa vuoi che gli freghi ad una bella ragazza se un Uomo la rifiuta, ne ha decine, centinaia, migliaia pronti a scattare ad ogni suo minimo gesto, un’eccezione ci può stare ed in fondo come dice il proverbio conferma la regola.

Non è proprio così:

certo che lei sa che una moltitudine di uomini sono attratti verso di lei, certo che sa che trova un Uomo full optional(soldi, fisico, status ecc.) quando vuole, certo che si ricorda degli innumerevoli tentativi di approccio di ogni volta che esce, ma…

A lei piaceva quello:

unico Maschio diverso nel messo di un gregge di pecore tutte uguali.

niente può cambiare il fatto che l’uomo che gli piaceva  e con cui si era anche esposta, l’ha rifiutata.

Meglio quindi usare sempre una scusa plausibile per tastare il terreno:

che c’hai d’accendere?

per chi non ha ancora capito il perché di questa lunga escursione, rimedio subito:

Come fare a capire quando ci da l’input per conoscerla e quando vuole semplicemente fumarsi una sigaretta, ma ha perso l’accendino?

Le donne molto prese da noi o meno fedeli alle norme sociali, ci danno talvolta un indizio impossibile da non vedere:

continuano a rimanere con noi cercando di fare conversazione o small talk.

Questo è una caso molto fortunato, ci fa capire chiaramente che la sigaretta era solo una scusa, ma:

attenzione che lei si è già esposta molto, anzi troppo, probabile che il resto del percorso seduzione non si così facile ed in discesa come uno potrebbe preventivare.

Un altro caso è quando non è attratta da noi, ma tra i presenti siamo il maschio migliore:

accenderà da noi perché lei capisce che siamo di un livello alto simile al suo(quindi non creeremo situazioni patetiche nel tentativo di rimorchiarla).

Vediamo ora i casi più difficili da riconoscere:

la differenza tra il volerci conoscere e semplicemente accendere la sigaretta per fumarsela in santa pace è veramente piccola.

Per quelli poco pratici dell’arte fina che è la seduzione, sarà difficile capire per quale motivo c’ha approcciati(alibi per il rimorchio/davvero senza accendino).

Per i meno esperti è difficile riconoscere le appena percettibili sfumature, ma proverò ugualmente a spiegarle.

Il comportamento approccio/accendino è a prima vista identico nei modi e nei tempi, però i più attenti noteranno una certa esitazione nel suo distaccarsi da noi,  un particolare modo di guardarci che sembra quasi voler dire:

che cazzo aspetti coglione, io più di così non posso fare, ora tocca a te muovere il culo e trasformare il fugace incontro in un qualcosa di più!

Per chi ha preso sul serio il mio post sulle microespressioni del volto e/o il linguaggio del corpo che non mente, è facile comprendere quale dei due casi si sta sviluppando:

per tutti gli altri è semplicemente questione di pratica, di allenamento.

Facciamo sentire la nostra Voce:

lei si è presa il disturbo di venire a conoscerci, bella o no, top level o top shampista poco importa, comportarsi sempre con gentilezza senza farla rimbalzare in malo modo su di noi.

Dandogli spunti di conversazione o parlando noi stessi, ci permette di distinguere se lei non aspettava altro, oppure se del nostro interagire con lei una volta accesa la siga, non poteva fregargli di meno.

Qualcuna, portatrice non tanto sana di narcisimo esagerato, fa il tutto solo per accendere il nostro interesse:

a quel punto saremo come tutti gli altri e quindi saremo di nessuna rilevanza per lei.

per concludere ricordo di nuovo che comportarsi in modo gentile, carino ed educato è sempre obbligatorio, non c’ha fatto niente di male, anzi c’ha aiuto a capire in che direzione andare con il nostro Stile, body Language ecc. ecc.

D’altronde anche noi preferiamo essere trattati in modo gentile quando il nostro approccio non è andato nella direzione da noi voluta.

 

Sergio

sergio@fireofman.com

Lascia un commento