2017/2018: Bilancio dell’Anno e Buoni Propositi

Guardare sempre al Futuro senza dimenticarsi che siamo il prodotto delle nostre passate decisioni ed azioni.

Questo è il momento dei bilanci, del tirare le somme, cosa è stato e cosa poteva essere il 2017 ormai passato, bello o brutto poco importa, siamo alla fine, pensiamo al 2018 ormai imminente.

Come ogni fine/inizio anno i buoni propositi si sprecano, dallo smettere di fumare al dimagrire, dal fare più sport allo smettere di essere non trombanti…

I ‘vecchi’ lettori di FireOfman magari ricordano che proprio un anno fa il qui scrivente Sergio fece i suoi propositi per l’anno 2017:

per la precisione i propositi erano cattivi, non buoni, come la maggioranza dei tritacoglioni fa agli altri di solito(visto che sono dipallenondotati non possono tritarsi i propri).

Purtroppo sono ancora abbastanza lontano dal dominare il mondo intero ed essere riconosciuto come imperatore supremo della via Lattea, ma c’arriverò, non demordo, uno deve avere uno scopo(o una scopata) nella vita!

Ad oggi visto che siamo al 30 Dicembre avrete già letto decine di liste sulle cose da fare/migliorare nel 2018, inoltre grazie ai potenti mezzi astrologici cialtroneschi, conoscete nel dettaglio come sarà la vostra vita nel 2018, fino ai più minimi dettagli e fatti quotidiani.

Fortunatamente la Vita vera, vissuta, ha la strana ed incomprensibile abitudine di fregarsene di cosa aveva detto l’astrologo di Turno, rendendo impossibile(meno male) sapere cosa accadrà non nell’arco di un anno, ma anche solo di un paio d’ore!

Quindi anche FireOfMan ci ammorba con la sua lista di buoni propositi per il 2018?

Assolutamente NO!

Voglio solo dirvi perché i buoni propositi non funzionano, quindi cosa fare per aumentare le probabilità di riuscita in ogni progetto, impresa, miglioramento personale vogliamo fare.

I principali motivi del fallimento Buoni Propositi® sono

  • Troppo grandi
  • Troppo numerosi
  • Non crediamo che ce la faremo a farli
  • non ci sono conseguenze se non li facciamo
  • non stabiliamo una data di inizio e di scadenza.

Ce ne sono anche altri, per ora faremo con questi, sono più che sufficienti per capire.

Troppo Grandi:

ho avuto zero donne nel 2017, solo due ragazze mi hanno rivolto la parola, ma ho in seguito scoperto che erano adescatrici di un Night Club lì vicino.

Una persona di questo tipo è capacissima di fare un buon proposito come questo:

nel 2018 diventerò irresistibile per tutte le strafighe, quindi me ne scoperò minimo una nuova a settimana!

Ben presto scoprirà che i suoi non erano dei buoni propositi, ma semplicemente dei sogni ad occhi aperti, senza nessuna attinenza con la realtà.

 

Troppo Numerosi:

Sono ormai anni che sei il procrastinatore top regionale, vinci facilmente ogni sfida a chi è il più pigro e pronto a rimandare le cose ad un ipotetico domani che mai arriva.

Nonostante questo, ecco un elenco tipo per l’anno nuovo:

diventerò preciso ed ordinato,

avrò una promozione sul posto di lavoro,

sedurrò x y e zeta

mi prenderò tre mesi sabbatici

farò il volontario in varie organizzazione

ecc. ecc.

Troppe cose tutte insieme sono solo spreco di energia, nonché diminuzione immensa della probabilità di portarne a termine anche solo una.

 

Non crediamo che ce la faremo a portarli in fondo:

fine 2017 inizio 2018 non è la prima volta che facciamo questi buoni propositi.

Quindi se dobbiamo fare un’altra volta i soliti, vuol dire che tutte le volte passate non siamo riusciti a portarle a termine.

Perché ora dovrebbe essere diverso e riuscire?

Il non credere che ce la faremo, ci sabota le possibilità di riuscita, alla prima piccola difficoltà abbandoneremo il progetto.

 

Non ci sono conseguenze:

Sapere che niente cambia se non ci diamo una smossa e li portiamo in fondo, è un potente demotivatore, in fondo chi me lo fa fare, mica sto poi così male come sono…

 

Non stabiliamo data di inizio e di scadenza entro cui va fatta tale cosa:

Essere vaghi, nebulosi indecisi su quando fare una determinata cosa ci porta solitamente a non farla mai.

Di solito tenderemo a fare quelle che ci sembrano più facili, dopo qualche giorno abbandoniamo anche quelle e penseremo che si, posso aspettare, in fondo ho un anno davanti per farlo, che fretta c’è!

 

Come comportarsi per aumentare le nostre probabilità di successo nel campo Buoni propositi®?

Molto semplice, basta fare il contrario di quello detto sopra!

Avremo quindi:

Obiettivi, Goals piccoli, facili da raggiungere e che ci forniscono la carica per continuare ed alzare il livello sempre più in alto fino ad essere Grandi, ma ci siamo arrivati tramite tappe, di colpo non ce l’avremmo fatta mai.

Pochi selezionati obiettivi su cui concentrare i nostri sforzi:

massimo tre, meglio meno.

Di questi tre deve essere chiaro l’ordine di importanza per noi e quello temporale in cui le faremo.

Queste diverse modalità di scelta Buoni propositi aumenta il nostro credere nella possibilità di portarli effettivamente a termine:

fatto questo che aumenta di molto le nostre probabilità favorevoli.

Fare in modo che ci siano delle conseguenze più o meno spiacevoli se non facciamo cosa ci siamo prefissi.

Ad esempio esiste un sito web dove puoi donare dei soldi ad un’associazione gruppo che odi a morte, vediamo come funziona:

stabilisci il tuo obiettivo, proposito, goals, quello che vuoi compresa la data entro cui devi finire.

Stabilisci la cifra da donare se non mantieni fede all’impegno.

Questa cifra andrà a chi odi di più, del tipo ai neonazisti se sei di origine ebrea, a qualkche associazione razzista religiosa contro i gay, se tu lo sei, ecc. ecc.

Questo modo ha maggiore probabilità di funzionare non tanto per la cifra, di cui spesso poco c’importa, ma soprattutto perché non vogliamo assolutamente dare soldi a chi è all’opposto di come la pensiamo, anche fosse un solo euro.

Per chiudere ricordo solo che per prendere una decisione di migliorarsi, non importa se siamo a fine/inizio anno, oppure no:

ogni santo giorno va bene!

Spero che vi siete organizzati bene per passare il veglione del 31, come dicevamo solo qualche giorno fa:

Introverso e l’ultimo dell’anno? Tre scelte perfette.

Quindi vi auguro un 2018 ricco di topa, donne belle ed intelligenti e di miglioramenti costanti nella vostra vita!

Sergio

sergio@fireofman.com

Lascia un commento