L’uomo introverso è dannatamente attraente…

L’introverso attrae e molto se solo smette di aver paura di essere se stesso.

Lo so pensavi il contrario, films e romanzi, cultura popolare e pregiudizi ci propongono ogni giorno modelli di estroversione da seguire, ma se una cosa l’ho capita in questi anni spesi per la seduzione è che:

L’uomo introverso è diabolicamente attraente!

Non potrebbe essere diversamente, ma visto che molti non sono convinti di questo e sognano caratteri da clown del circo di provincia vediamo le principali ragioni che lo portano ad essere ambito e apprezzato dalle donne di valore.

Così chiaro e lampante che l’essere orientati internamente attrae al massimo le migliori donne, che mi sembra incredibile come questa lapalissiana verità non venga riconosciuta da tutti; la cosa certa è che molte donne Top lo sanno!

I vantaggi sono così evidenti e davanti agli occhi, che forse molti hanno smesso di rendersene conto.

Nonostante cinema e TV non siano uno specchio veritiero della realtà(a volte vale il contrario, sigh…), esaminando i personaggi maschili proposti, notiamo come l’introverso silenzioso, per i fatti suoi ma pronto ad agire se è il caso e soprattutto con due palle quadrate grandi quanto una casa, è maggioranza a dir poco schiacciante.

Non metto nomi famosi per scelta, non sto parlando di quell’attore, di quello scrittore, imprenditore bilionario o altri ancora:

l’Introverso dannatamente, diabolicamente attraente, che può avere relazioni con le migliori donne non sono io, non sono i personaggi famosi di cinema, radio, televisione, sport, Youtube ecc. ecc.

L’Introverso che attrae e molto sei tu!

Solo che ancora non te ne sei reso conto, non sai di avere delle doti naturali, degli elementi che attraggono e quindi non puoi trasmettere tali tuoi punti di forza all’esterno :

emani un’area di incertezza, di uomo insicuro, che ancora non si conosce e questo non è bene, allontana le donne invece che attirarle(salvo forse a 14/16 anni).

 

1) Conosci te stesso e conoscerai il mondo.

Ci piace così tanto passare del tempo da soli o in tranquillità che se non conoscessimo bene noi stessi sarebbe davvero una marea di tempo sprecato.

Chi si conosce sa anche quello che vuole:

è disposto a lottare per avere ciò che desidera, allo stesso tempo non perde tempo per cose che sa non gli servono a niente e soprattutto non fanno scattare il minimo interesse da parte sua.

Una persona, un Uomo focalizzato, che sa ciò che vuole, cosa desidera e quello che non è di nessun interesse per lui, è una rarità in quest’epoca in cui tutti desiderano più e di più:

non importa cosa, basta che sia di più!

La donna nella seduzione raggiunge la massima espressione concessa quando sa che è desiderata per il fatto di essere unica ed irripetibile, non per il suo scollo abbondante o minigonna inguinale(ripetibile da molte), che nasconde a malapena la topa:

nessuna donna vuole essere solo una portatrice sana di passera(una vale l’altra) e niente di più!

 

  2)  L’intelligenza non è optional, per le Donne Top ci vuole

Per una donna che riesce a distaccarsi dal pensiero omologato dominante e che non è solo un altra bella faccia, è sempre benvenuto, direi un vero piacere trovare qualcuno con cui flirtare ad un livello intellettivo superiore al solito volgare terra terra mazzo-cazzo-palle e balle

Senza arrivare ai sapiosessuali di cui abbiamo parlato tempo fa, l’intelligenza è l’ultima delle qualità evolutive in termini di tempo ad essere apparsa, ma ha velocemente preso possesso dei gradini più alti di gradimento, soprattutto quando si parla di Donne Top.

In teoria sembra perfetto:

la donna mette la bellezza e l’uomo l’intelligenza, nasceranno dei figli perfetti!

Più di una soubrette o aspirante tale aveva chiesto per tale ragione ad Einstein di fare un figlio insieme.

Al che lui rispondeva che l’idea era buona se la divisione delle qualità era questa:

poteva però accadere che ereditasse la bellezza da Einstein e l’intelligenza dalla soubrette, nient’altro che brutto/a e stupido/a.

 

  3) L’unicità paga bene in Seduzione.

Ognuno è unico ed irripetibile, ma molti cercano in tutti i modi di smettere il prima possibile di esserlo, perdendosi totalmente nelle varie mode che si susseguono una dietro l’altra.

Non ci comportiamo così noi Introversi, la nostra personalità ci piace e la coltiviamo ogni giorno, certo ha i suoi problemini, ma nessuno di noi credo farebbe il cambio con qualche pagliaccio stampato in serie come tante copie della copia.

Perché una donna che ha dalla sua la bellezza che è un dono già raro di suo, in più ha una personalità bella ed un cervello in grado di funzionare, dovrebbe scegliersi una copia, un fac-simile uguale ad altri cento-mille che trova ogni giorno sulla sua strada e che non degna di un solo sguardo, di un singolo cenno di averli notati:

queste persone non originali, pecoroni delle mode, meritano solo la sua totale indifferenza, salvo patetici tentativi di avvicinamento non permessi ed allora si beccano anche il suo disprezzo.

Il mondo interiore degli Introversi è normalmente ricco e variegato e con la donna giusta che funge da catalizzatore può trovare la sua strada per l’esterno:

la relazione diventa simbiotica ed arricchisce entrambi i partner(più o meno temporanei).

 

  4)  Facile stare con un Introverso, ancora più facile farlo contento.

Trovo strano che tra le varie query di ricerca con cui qualcuna arriva su FireOfMan, ci sia la domanda di come stare vicino ad un Introverso, come comportarsi per stargli accanto, quasi fosse un animale feroce, una belva che morde…

Non è così, è molto facile stare vicino ad un introverso, non ha pretese impossibili, non vuole visitare tutti i locali della città prima di andarsene finalmente a letto e non darà più attenzione e tempo agli amici invece che alla sua donna.

L’unica cosa su cui tende ad avere poca pazienza è la stupidità:

se va bene sta zitto e soffre in silenzio, dopo aver preso nota mentalmente di evitare tale compagnia in futuro nei secoli dei secoli, amen…

Difficilmente riesce a fingere bene, quella è un’arte di cui sono gli estroversi i campioni, ridono e scherzano con te, mentre sotto sotto pensano peste e corna.

Immancabilmente l’introverso ha scritto in faccia se è a suo agio o odia il posto e/o le persone di quel preciso momento,  allo stesso modo se è contento di avere accanto proprio quella donna, gli si leggerà facilmente non solo in faccia, ma in tutto il suo essere, modo di comportarsi.

 

  5) Il tempo si misura in intensità non in ore e minuti.

Se vi riconoscete in questa frase siete indubbiamente introversi.

Qualsiasi unità di tempo, giorni ore minuti si muovono in modo relativo, non solo perché così ha detto il caro Einstein e sua moglie, ma perché il passare del tempo è soggettivo al nostro stato d’animo, al come ci relazioniamo in tale momento con il mondo esterno e noi stessi.

Vivere orientati all’interno non è facile, talvolta le seghe mentali prendono il sopravvento, altre volte si tende a iper processare le informazioni che ci giungono forti dal mondo esterno che cerchiamo di filtrare per capire meglio il nostro posto.

Quale che sia la ragione, una donna che ha una relazione con un introverso scopre presto che il tempo passato insieme ha sovente una profondità diversa:

un’intensità maggiore che non spaventa ma che può diventare intossicante.

Una volta provate le emozioni più intense, le immense profondità dell’attimo, diventa per alcune difficile tornare alla leggerezza precedente, alla gaiezza di momenti più spensierati che sempre ci vogliono, altrimenti alla lunga può diventare pesante.

 

Grazie per il vostro prezioso tempo

Sergio

sergio@fireofman.com

Lascia un commento