Lo Stile che attrae per la primavera estate: The Henley shirt

Parlando di capi che seducono, oggi parliamo di… Henley Shirt

A Sergio e che cazzusvolo è la Henley shirt, chi l’ha mai conosciuta, o anche incontrata solo per caso.

Non trovando una foto dal mio fornitore abituale ve la descrivo in modo molto semplice, anzi voglio esagerare e ve la spiego addirittura due modi diversi:

1) Avete presente una polo:

ecco levategli il colletto lasciandola a girocollo ed il risultato è la Henley shirt

2) Scommetto che avete presente una semplice maglietta con il girocollo più o meno ampio:

bene aggiungete due/tre, in certi casi anche 4/5 bottoni,  che scendono e consentono di aprirla un po’ ed ancora una volta:

“resta di stucco é un henleytrucco!

scusate, mi sono lasciato trasportare, è una maglietta del tipo detto Henley Shirt.

Poco meno di un anno fa con il post Seduzione intima d’estate: cosa mettere avevo affrontato il tema della biancheria intima durante la stagione più calda dell’anno:

come sappiamo il Seduttore si trova a suo agio vicino, molto vicino a quella cosa calda e umida, quando ad essere caldo e ad alta umidità è invece il clima, il nostro guardaroba subisce drastici ridimensionamenti.

Quindi come essere a nostro agio ed allo stesso tempo attraenti quando il mercurio s’impenna?

Come sapete la mia predilezione per le camicie è leggendaria, ma in certe occasioni e con pezzi scelti attentamente indosso anche T-shirts, o magliette come direbbe Il Sommo Poeta.

Al contrario della polo che normalmente ha pochi bottoni e quindi un’apertura limitata, alcune Henley si possono aprire ed anche molto:

ricordo però che gli anni ’70 sono passati da un pezzo e se allora in ultima pagina dei giornali si trovava la pubblicità maschia di un uomo con petto supervilloso e crocefisso con la scritta:

Vuoi un petto VILLOSO come il suo? Compra la crema XYZ!

Nel XXI secolo è facile trovare la pubblicità di una crema per radersi il petto o che addirittura con una sola passata li fa poi cadere, anche senza usare il rasoio.

Non mi tolgo i peli superflui, la natura mi ha graziato con buon equilibrio, al limite li scorcio, però mi ha sempre fatto pensare questo mettere tanta schiuma fino a che non si vede più niente di cosa c’è sotto schiuma, sciacquare e poi casca tutto.

1) Non mi da l’idea di una cosa salutare, naturale, biologica, qualcosa che fa cascare TUTTO…

2) Questo TUTTO proprio non mi piace, se mai un giorno dovessi farlo, mai vicino al mio pisello, non sai mai…fosse proprio che CASCA TUTTO DAVVERO!

Come sempre ho divagato, ormai i pochi tra voi che ancora si ostinano a leggermi, si saranno rassegnati a questo mio difetto:

quindi torniamo ai bottoni della nostra Henley, se è vero che li può avere anche molti, non approfittiamocene, quando sganciando il prossimo bottone scoprite l’ombelico, avete davvero esagerato!

Qui of course non valgono le stesse regole previste per la camicia di cui abbiamo parlato anche nel post Sinonimo di eleganza…,  le t-shirts ci consentono una libertà d’azione e di stile maggiore, in fondo l’abbiamo indossata per stare più freschi:

non è vero, l’abbiamo presa per fare i fighi:

per respirare ed essere fresca una BUONA camicia è  sempre la scelta migliore.

Data l’interruzione ed i contrattempi vari che non mi hanno permesso di finire il post subito, la seconda parte la trovate a questo link:

Henley Shirt come sceglierla, come abbinarla

Sergio

Lascia un commento