Seduzione: Non parlo con gli sconosciuti…

Frase difensiva standard di molte donne con programma ‘sconosciuto=pericolo’ installato

Se avete praticato più o meno l’arte bellissima di conoscere donne (di livello) in qualsiasi posto, dalla strada al centro commerciale agli aereoporti o anche gli aerei stessi vi sarete più volte sentiti rivolgere questa frase, magari non proprio identica, ma alcune delle sue versioni anche più subdule:
non do il mio telefono agli sconosciuti
non esco con gli sconosciuti.

Excusatio non petita, accusatio manifesta” è una locuzione latina di origine medievale. La sua traduzione letterale è “Scusa non richiesta, accusa manifesta”, questo è quello che ci dice wikipedia ed aggiunge “dum excusare credis, accusas” (“mentre credi di scusarti, ti accusi”) frase di san Girolamo(il quale o girava molto oppure gli ‘giravano’ molto…).

Perchè ho messo sta frase, dato che non scuso o accuso nessuno?
L’ho messa perchè può essere uno dei segnali che da la donna, dicendo non verrò mai con te, quando ancora non abbiamo chiesto ancora niente, non avendo palesato le nostre intenzioni, può avere qualche signifiacato.
Una versione ancora più comune è non sei il mio tipo, che scoraggia molti, mentre li dovrebbe spronare a farsi ancora più sotto:
La donna crede di avere un tipo ideale in mente, ma in realtà soprattutto le più giovani(ma non solo) non sanno bene da cosa sono attratte.
Spesso queste parole se pronunciate al momento giusto sono delle ‘mezze dichiarazioni’ che possiamo tradurre così:
non capisco come mai sono attratta da te, io pensavo mi piacesse il palestrato rasato e tatuato, invece ogni volta che vedo te con fisico normale e senza tatuaggi mi bagno tutta, non riesco a capirmi:
sarà forse che sono dotato di cervello?
… e non voglio parlare neanche che ho un pisello funzionante invece che rovinato da steroidi vari per diventare grosso nei punti dove non conta…

Se non ci riescono le donne a capirsi da sole è esercizio inutile nonché enorme perdita di tempo ed energia provarci noi a capirle le donne, quello che contano solo le loro azioni non le loro parole, come ho più volte espresso in questo concetto da tenere sempre a mente:
Le donne si guarda a quello che fanno, non a quello che dicono

Cambiando discorso, qualcuno di voi lettori dopo aver letto il lunghissimo 50 Sfumature d’Introverso si è lamentato che è lungo veramente lungo, cosa che se riferita al nostro attrezzo può fare molto(ma molto) piacere, mentre per un post potrebbe vuol dire che è noioso, quindi complice lo scarso tempo a disposizione questo post sarà corto, veramente corto.
Tornerò presto alla mia abituale lunghezza, ogni giorno mi arrivano pubblicità o si aprono pagine con creme miracolose:
se allungano il nostro Lui, figuriamoci un paio di post…

P.S.
Le statistiche ci dicono che la quasi totalità di stupri e delitti violenti di vario tipo fino ad arrivare all’omicidio nei confronti delle donne sono commessi da persone conosciute già dalla vittima.
Nella maggior parte dei casi non solo la vittima conosce l’aggressore/assassino ma è in stretti rapporti con lui:
ex-fidanzato/marito, spasimante, parente, conoscente da una vita ecc. ecc.
Poi hanno paura di parlare con uno sconosciuto in un posto pubblico…

Sergio
sergio@fireofman.com

Lascia un commento