Seduzione: Fantasy e Comics spopolano…

Cosa accomuna questi tre diversi mondi?

Il Fantasy, draghi, streghe, leggende profezie, maghi e qualsiasi altra cassata vi venga in mente, è insieme ai comics di super eroi, detti fumetti visto che siamo in Italia, probabilmente sono quello che più fa pensare ad una persona sfigata, anzi:

lo stereotipo della sfiga, il non plus ultra!

Spesso è pure vero!

Già, se uno passa le serate a guardarsi tutte le serie fantasy o a giocare nei multiruolo sempre fantasy, difficilmente troverà modi e tempi per conoscere donne, risultargli interessante ed infine averci uno scambio di fluidi corporei.

Potremmo dire lo stesso per i fumetti stile super eroi, con mutanti, telecinetici, veloci come una scurreggia vestita ed anche di più, insomma avete capito:

La Marvel, DC Comics ed altri campano principalmente su questi modelli, mentre fumetti di qualità più alta vendono un numero di copie ridicole.

Ci spieghi per favore caro Sergio cosa ce ne frega a noi?

Sapere le preferenze delle persone è importante, si impara sempre qualcosa, ogni più piccola informazione che raggiunge il cervello modifica anche se impercettibilmente il nostro modo di pensare.

Quando le informazioni, gli stimoli sono molti e ripetuti nel tempo, la cosa non è più impercettibile:

il nostro cervello cambia in modo visibile, cambia il nostro modo di pensare ed infine se pensiamo in modo differente anche le nostre azioni non saranno più le stesse.

 

Perché fantasy e super eroi sono così popolari?

Pensate un attimo, cosa succede di solito nella trama di questi medium?

Qual’è il viaggio dell’eroe che il protagonista ed altri si trovano solitamente ad affrontare?

Visto che abbiamo nominato la Marvel vediamo qualche super eroe:

l’uomo ragno non è altro che uno sfigato adolescente brufoloso che grazie alla puntura di un ragno, si trasforma improvvisamente in uno sfigato in calzamaglia ma che può salire anche sopra le mura dei grattacieli!

Ottimo, ha un futuro come lavavetri agli ultimi piani, il tutto al nero e senza corda di salvataggio…

Altre tipologie cadono nell’acido ed invece di sciogliersi diventano belli ed allegri, oppure dentro a reattori nucleari alfa beta e gamma che donano poteri diversi.

Il viaggio dell’eroe nel Fantasy:

praticamente tale metodo è nato con i primi libri di fantasia, come lo sono innumerevoli testi(sacri?) delle varie religioni.

Anche qui esseri normali, sfigati, spocchiose principesse, figli illegittimi e bastardi dentro, si scoprono improvvisamente dotati di poteri sovrannaturali, come :

pisciare in piedi(solo per uomini), ascoltare con un solo orecchio o dormire russando a tempo di mazurca

 

Cosa accomuna Fantasy e Fumetti?

Sicuramente lo avete già intuito:

uno sfigato senza nessun merito si trova trasformato grazie a qualche strano scherzo di chi scrive la storia e diventa potentissimo, fighissimo e con un uccello di 13 cm(che non sembra tanto, ma questa è una qualità solo per donne).

Ripeto il punto chiave:

senza sforzo alcuno, solo grazie alla fortuna detta anche botta di culo, che a qualcuno accade davvero…

Certo dopo si impegnano passano giorni e notte a scrutare l’orizzonte pensierosi, con tre sveglie la mattina all’alba per allenare i loro nuovi superpoteri, ma…

questo succede dopo, prima non erano nessun e non facevano un cazzus di niente!

La storia racconta sempre che improvvisamente una persona perfettamente normale, scopre di avere superpoteri oppure da un esistenza noiosa e che sembra inutile, va ad avere una vita piena di avventura e meraviglia e donne che non guastano mai.

 

Cosa c’entra la seduzione?

Molti sognano di ottenere senza sforzo alcuno dei superpoteri che gli facciano cascare ai piedi tutte le donne(meno le ciccione che ho un unghia che mi fa un male cane).

Come i protagonisti detti sopra, riconoscono si che qualcosa non va, ma covano pensieri di rivincita, del tipo:

se solo diventassi bello ed alto dopo tutto mi verrebbe facile con le donne…

appena divento ricco vedrai le donne come fanno la fila per trombarmi…

Appena finisco di firmare questi 3 Kg di cambiali e me ne sto seduto nella mia supercar da 50000 euro pagabili in comode rate per soli 8 anni, vedranno tutti che strafico che sono e come le donne impazziranno per me!

Non vedete un filo comune, un certo senso che la seduzione non dipende da me, un raccontarsi continuamente che come sono sfortunato e pietoso io non lo è nessuno:

se solo ero così oppure avevo cosà

Tutto per non assumersi le responsabilità dei propri successi ed in questo caso dei fallimenti.

Riconoscere che è colpa mia se qualcosa non va come vorrei è il primo e fondamentale passo per cambiare le cose in meglio.

cambiare costa fatica, per questo molti promettono formule magiche, frasi di rimorchio che il solo dirle farà venire voglia a lei di scoparti all’istante anche in pubblico.

Corsi e manualetti sparati come verità sacrosante che trasformeranno la tua vita:

da servo della gleba a figlio del Conte prima e Re in seguito alla fine del viaggio.

Persone che dicono a chi in difficoltà frasi che gli suonano bene all’orecchio, instillano in loro il germe della speranza, che si può fare senza sbattersi troppop:

tu devi solo pagare, al resto pensano tutto loro, la seduzione è facile e con solo 4999euro comodamente anticipati in una sola rata(vitto ed alloggio esclusi, of course) te ne daranno le chiavi in esclusiva.

 

Sono i fumetti ed il fantasy il motivo per cui le persone sperano di avere immensi benefici senza sforzo alcuno?

Non credo, anche se in qualche caso può essere:

se uno non distingue bene il mondo fantasia irreale, da quello che accade nel reale, ha problemi ben più gravi del sedurre le donne o leggere fumetti con supereroi in calzamaglia ed eroine con le tette che sfidano la legge di gravità:

ecco quello è un vero superpotere!

Quarte e quinte di reggiseno che puntano verso il firmamento invece che il centro della terra:

se non è una mutazione questa, allora di sicuro sono due pocce rifatte con il silicone bello duro.

Grazie per il vostro prezioso tempo!

Sergio

sergio@fireofman.com

 

P.S.

Ho saltato qualche giorno a scrivere negli ultimi sette/dieci giorni, non per abbandono del sito, quanto per impegni che hanno coinciso con le bizze della connessione; da oggi riprendo a scrivere in modo abbastanza regolare.

P.S. 2:

L’articolo sopra nonostante il ritardo con cui l’ho scritto, grazie non si sa a quale spirito dispettoso, invece che andare online copn la data dilunedì, giorno in cui l’ho scritto e pubblicato, è inspiegabilmente andato online come pubblicato dieci mesi fa, quindi non visibile in prima pagina.
Solo grazie ad una domanda se ero ancora vivo, ho scoperto che non era al suo giusto posto:
chiedo scusa.
Sergio

 

Lascia un commento