Perchè non mentire ad una donna, (almeno non sempre…)

Secondo le regole della buona educazione che credo tutti tra noi hanno più o meno avuto da piccoli le bugie non andrebbero dette quasi mai, pena l’allungamento, no non del pisello, altrimenti il mondo sarebbe pieno di superdotati asinini mostruosi, ma del naso e ci potrebbero succedere infinite disgrazie una dietro l’altra come a Pinocchio ed il suo fedele compare di sventura Lucignolo.
Ma lasciamo perdere le fantasie collodiane e torniamo alla realtà con i piedi ben piantati per terra, ricordando che un’onestà di fondo, ed un proprio codice personale di condotta morale è quello che contraddistingue un uomo che le palle ce le ha da chi invece è pallemancante cioè un mezzuomo od omicchio o quaquaraqua, i nomi variano in base alle regioni epoche e dialetti, ma la sostanza è sempre quella, cioè non esiste, tutto fumo e niente arrosto, difficile saziare una Donna degna di questo nome.
Indipendentemente da questo, già il non dovere sforzarsi a ricordare le varie cazzate dette di volta in volta dovrebbe essere ragione sufficiente per astenersi dall’inventare balle, ma nel grande cocktail chè è l’arte del rimorchio alcuni consigliano più o meno velatamente di farlo, altri gli cambiano nome e per dargli importanza “inglesizzano” il loro nome e le definiscono routines.
Io non so voi, ma di routines, tutti i giorni mangio bevo e vado in bagno…
Se voglio o vado a conoscere una è perchè mi piace, mi attrae, mi fa sesso, mi incuriosisce, non certo per raccontargli una routines inventata a tavolino.
Discorso diverso è come spiegato nei vari post sui social skills avere storie vere da raccontare che sono capitate a noi e sappiamo che hanno funzionato in passato:
non solo tramite prove ed errori, abbiamo con il tempo limato e perfezionato come dirle agli altri/e, in modo da avere il massimo effetto positivo possibile.

Scrivo a caratteri cubitali perchè rimanga ben impresso nella retina di ognuno di voi:
Una delle cose che le donne odiano di più, è quando il loro uomo gli racconta balle.
Qualcuno potrebbe obbiettare che questo vale solo in una relazione, purtroppo o meglio per fortuna non è così:
come ormai avrete capito le donne al contrario di molti uomini sono di base tutte delle piccole fans di sherlock Holmes, stando attente a qualsiasi minuzia e a cui non sfugge quasi mai alcun dettaglio se l’uomo con cui interagiscono le interessa appena un po’ di più del normale, quindi è molto probabile essere colti in castagna e fare delle improponibili figure di merda brutte.
Non solo, mettiamo che siamo degli esperti bugiardi di professione, avendo anche un diploma di menzogna della scuola radio elettra ottenuto per corrispondenza, quindi nella prima conoscenza più qualche uscita dopo, va tutto liscio riuscendo ad ingannarla discretamente bene.
Se è solo lo scarico di palle di una notte, oppure due o tre scopate selvagge casuali che finiscono lì, anche mentendo potrebbe andare tutto bene, ma se diventa un qualcosa di più e magari siamo noi quelli con maggior interesse a proseguire la relazione, tutto diventa di colpo molto difficile; ricordo che la donna ha una memoria prodigiosa e non scorderà quello che avete affermato, anzi ricorderà benissimo anche giorno e ora a cui lo avete detto; quanto pensate di resistere prima di sputtanarvi da soli?
In una relazione la base di tutto è la fiducia, la menzogna la distrugge totalmente e completamente in un colpo solo; se la donna scopre che gli state raccontando cazzate, per voi magari piccole ed innocenti, improvvisamente non si fiderà più di voi e riterrà la cosa gravissima, imperdonabile, impensabile… a meno che non siano loro a mentire, allora la cosa è più leggera, un gioco di parole senza importanza per dirlo con le loro frasi…
Ripeto perchè si fissi nella mente:
se all’inizio avremo raccontato storie non vere, prima o poi salteranno fuori e certo lei non sarà contenta.
Ma poi volete mettere lo sforzo di ricordarsi le varie menate dette, se davvero siete a caccia di donne probabilmente ne conoscerete e vi relazionerete con molte diverse in situazioni le più disparate; volete mettere lo sforzo di ricordarsi le varie balle sparate e a quale donna; diventa mission impossible.
Quanto è più facile dire le cose come stanno, non c’è da ricordare niente altro che quello che è, non solo se tizia viene con voi grazie alle bugie che gli avete detto in realtà non stà scopando con voi, ma con l’essere fittizio che avete inventato.
Questo un vero seduttore narcisista non potrà mai permetterlo, la donna deve decidere di donarsi a me in quanto io unico irripetibile figo.
Già se non sceglie e non seleziona non mi interessa, figuriamoci se va con uno che manco esiste frutto della mia o altrui fantasia ed immaginazione.

Sergio
Come sempre scrivetemi dicendo cosa ne pensate a:
fireofman@fireofman.com

 

Lascia un commento