Come parlare ad una Donna da uomo con le Palle…

Nel periodo di conoscenza, dell’approccio o anche della seduzione per far parlare una donna e far scorrere meglio la conversazione si usano spesso domande aperte, quelle a cui non si risponde semplicemente con un si o con no.

Esempi di domanda chiusa sono:

hai freddo/caldo; hai avuto paura ecc. ecc.

Quelle aperte invitano l’altra persona a dire di più, a raccontarci qualcosa in più, qualcosa che riguarda il regno delle emozioni:

come ti sei sentita quando ti hanno detto in quel modo?

Cosa hai provato quel giorno?

Queste sono ormai nozioni di base e tutti voi le conoscete perfettamente e le usate ogni giorno(spero per voi).

Per quanto riguarda le conversazioni per parlare va bene, quando si passa alla fase operativa, come abbiamo visto le domande aperte non sono la miglior scelta.

Dare scelte limitate e definite è molto meglio, quando volete dimostrarvi un uomo pieno di risorse che ha cuore il suo stare bene.

Vi è però un ulteriore salto verso l’alto, le donne non amano le domande a prescindere, in questi casi, anche una scelta limitata tra due tre opzioni le costringe sempre a pensare(attività faticosa) e ad immaginare quale sia la vostra preferita.

Non fare nessuna domanda, mostrare decisione, senza nessun punto interrogativo:

semplicemente facciamo così perché così ho deciso io e questo basta ed avanza!

In questa società che costringe le donne ad essere moderne, in carriera, senza punti deboli, ma al tempo stesso anche femminili, fighe e sempre in perfetto ordine, rilassarsi un momento, avere un uomo palledotato che pensa a tutto, che non si sottrae al suo ruolo storico di uomo e prende le decisioni per entrambi è un vero sollievo per quasi tutte loro.

Prima di fare questo è bene conoscere un minimo la donna, sapere qualche sua preferenza per non trasformare una cosa ottima e sempre funzionale in una figura di merda con i controfiocchi.

Gli uomini sempre indecisi sempre a chiedere a lei cosa fare non sono certo i migliori, quando accade normalmente ci si riferisce a loro in modo scherzoso, se non proprio offensivo, anche dalle stesse donne.

Mica ho la verità in tasca, l’avrei già venduta sicuramente, voi provate e mi fate sapere:

organizzate qualcosa tutto voi dall’inizio alla fine, lei deve mettere solo la sua graziosa presenza.

Nel caso non avete fatto figure plateali di cacca del tipo portare a vedere la Corrida la Presidente Onoraria contro gli abusi su ogni tipo di animale non importa quanto piccolo anche i virus hanno un anima(P.O.C.gli A.su O.T.di A.N.I.Q.P.A.i V.H un A….)

Dicevo, salvo figure di merda palesi, è un ottimo modo per vedere che tipo di donna avete accanto:

a)Lei è contentissima e ve lo dimostra.

b)Lei rompe le palle su minuzie e dettagli insignificanti, non apprezzando la cosa.

Non sta a me dirvi cosa dovete fare, ognuno scelga la donna che preferisce avere accanto per una più o meno lunga relazione.

Grazie del vostro prezioso tempo!

Sergio

sergio@fireofman.com

P.S.
In realtà anche le figure di merda ci aiutano a capire che tipo di donna abbiamo provvisoriamente accanto, forse anche molto di più che quando tutto scorre alla perfezione, ma crearne apposta non è mai una buona idea.

P.S 2:
La foto dice qualcuno che era meglio metterci un uomo che parlava per rendere l’immagine più coerente con il titolo ed il topic dell’articolo.

Quando troverò un uomo che non sono io, che mi piace quanto quella della foto, o anche appena appena meno forse ce lo metterò…

Lascia un commento