L’origine della Passera, perchè esistono larghe e strette

Finalmente rivelata la creazione della topa nella genesi universale

Per anni mi sono chiesto come potessero esistere tope così completamente differenti, alcune strette e carine che fai fatica ad infilarcelo, altre che per fare una pipata devi farla in due anche tre volte; a proposito, ecco il metodo:
prima mettersi su un fianco e far drusciare la nostra verga su una parete, dopodichè girarsi sull’altro lato, in modo da stimolare con il nostro trapano l’altra parete della vagina.

Ma torniamo a noi, anche voi sicuramente vi siete chiesti il motivo di differenze così ampie, già il Kamasutra parla di differenti tipi di donne in base all’ampiezza della loro topa, si va dalla topina piccola piccola alla talpona esagerata, in realtà i nomi del testo indiano sono:
Cerbiatta, Giumenta ed Elefantessa.
I corrispettivi maschili sono Lepre, Toro e Cavallo, anche se non è che me ne freghi qualcosa, mi sembra che il salto tra lepre e toro/cavallo sia abbastanza grande, credo manchi una misura intermedia, ma lasciamo perdere, è della topa che stiamo parlando e che c’interessa, di cazzi ognuno ha il suo e gli avanza.

Anche se ho avuto relazioni gratificanti con donne di media statura, le mie preferenze sono decisamente per le donne alte, da il metro e settanta in su:
le gambe sono più lunghe e belle; altezza è mezza bellezza; chissà perché le indossatrici devono essere sopra 1,75; con i tacchi una di 1,70 arriva pressapoco alla mia altezza(oltre 1,80) e tante altre belle cose…

Molti anni fa quando ero ancora un ragazzino ed incominciavo ad interessarmi alla forza universale che muove il mondo(la topa, vedere …FIsiCA…), ho avuto la fortuna d’incontrare come succede nelle storie orientali a tutti i discepoli che sono finalmente pronti per imparare, il mio primo maestro.
Solo che non era un barbuto giapponese saggio e buono, esperto in tutte le arti marziali ed in zen applicato ad ogni angolo della vita, quanto un simpatico nonché grande bestemmiatore toscanaccio che parlava solo di passera e su di essa aveva sempre la risposta pronta, nonché migliaia di storie ed aneddoti divertenti e soprattutto istruttivi da raccontare.

Grazie alla sua immensa saggezza ho finalmente capito come e perché questo bene primario varia notevolmente nella sua ampiezza, ecco la sua genesi:

In origine il creatore, chiunque egli fosse, aveva fatto la donna senza Passera, ma subito sommerso di lamentele peggio dello sportello bagagli smarriti dell’aereoporto di Fiumicino si accorse del grave errore che aveva involontariamente commesso(onnipotente una sega…).
Qui nacque il primo grande dilemma del nostro essere, (quasi, quando si sveglia bene e sta attento), semionnipotente:
quanto farla larga?
Per quale verso farla?
Quanto profonda?
Così tante domande si affacciavano alla sua mente che gli uomini nel frattempo furono costretti a masturbarsi per altri due milioni di anni, gli storici ed i biologi chiamano questo periodo riproduzione omozigote o più comunemente epoca della grande SEGA (un’era molto appicicaticcia).
Fortunatamente per noi il nostro essere onnivoro(mangiava di tutto soprattutto con molta fame) ebbe finalmente un’intuizione, prese un ascia a doppio taglio e conficcò saldamente un lato di essa su di un ceppo appena tagliato; l’altro lato tagliente puntava diritto verso il cielo.
Dopo di che ogni singola donna del pianeta dovette passare camminando a gambe aperte sopra l’ascia:
più una era bassa e più l’ascia creava un taglio largo e profondo, dando vita ad una topona(non in senso buono di strafica, ma di talpona, cioè con topa larga)
maggiore l’altezza della donna e minore il taglio creato tra le gambe, che quindi creava una topina(carina e sempre simpatica da incontrare)

Finalmente ecco risolto in un colpo solo un dubbio che mi assaliva ben più dell’origine dell’universo che non mi tange minimamente, mentre la topa è un argomento che non finisce mai di entusiasmarmi.

Ancora una volta Fire of Man arriva prima di tutti a spiegare i grandi dilemmi che affliggono l’uomo moderno.
Sergio
fireofman@fireofman.com

P.S.
L’altezza relativa della donna rispetto alla nostra è molto importante anche a letto, vero è come dice qualcuno che piccole e maneggevoli ci si gioca meglio, ma senza un’altezza adeguata alla nostra molte cose diventano difficili e assai scomode da fare.
Ma ne parleremo meglio e più nel dettaglio quando parleremo di sesso, dove e quanto farne e soprattutto come.

Lascia un commento