Introversi e camera da letto: non essere timidi riguardo il sesso

La timidezza sotto le lenzuola porta al massimo un paio di corna

Non avere paura di mostrare il tuo lato più vero, cioè l’introversione, non è un carattere negativo, ma una qualità positiva che una buona se non la maggior parte delle donne Top Level ricercano ed apprezzano negli uomini.
Questo dico sempre e non mi stanco di ripetere, visto che i fatti e non congetture o voli pindarici, dimostrano come le donne amino avere un uomo con tali caratteristiche; certo ancora meglio se imparando qualche social skills di base e quindi possiamo risultare un po’ meglio anche in zone ad alta concentrazione di persone e spesso a bassa densità di materia grigia.
Ciò non è sempre vero e non sono abilità obbligatorie da avere, ma facilitano la nostra vita sociale e relazionale, aumentando anche le nostre possibilità seduttive e soprattutto lavorative.

Nella prima fase, cioè attrazione e seduzione ed anche nella seconda, uno o più date con uscite insieme l’essere introversi può spesso aiutarci, quando si arriva alla fase 3, le cose si fanno serie e quindi un comportamento pacifico, calmo attendista o determinato da scarsi sexual skills, è da evitare quasi in tutti casi.
Vediamo meglio ciò che succede:
grazie al vostro stile vi siete fatti notare, dopo lei o voi avete mosso il culetto e vi siete conosciuti, il primo(secondo terzo) date è andato bene:
quindi lei vi trova intrigante, piacevole, persona intelligente con cui si può fare qualcosa insieme ecc…

Precisiamo subito:
quando uno è completamente incapace a letto, pisello troppo piccolo per quella che è l’immaginazione e/o il desiderio della donna, oppure se non riesce ad andare oltre la fase mezzo moscio/mezzo ritto(da ora in poi in tutto Fire of Man barzotto), poco importa l’introversione o l’estroversione, non sono le parole ciò con cui rimedierete a tale problema.

Siccome nessuno nasce maestro e causa scarsa predisposizione a socializzare può succedere a qualcuno di non avere molta esperienza, le soluzioni possono essere varie; evitare comunque in ogni modo di voler dimostrare la nostra “immensa bravura” la prima volta, soprattutto se non è neanche appresa dall’esperienza, ma dalle centinaia di films porno visti:
un conto è vedere, un conto è fare.
Anche nel caso l’esperienza esista e quindi uno fosse davvero in grado di fare una buona prestazione sessuale, evitare quando possibile di fare show-off a letto nel primo incontro che arriva fino in camera:
le donne normalmente lo odiano
non conoscete ancora la donna e come reagisce
non volete rompervi il pisello o smettere per un crampo proprio al primo match…

Questa buona regola si può dimenticare solo in alcuni rari casi particolari che non starò adesso ad elencare, ricordando comunque di fare sempre un crescendo regolandosi con le reazioni di lei:
è una scopata e non una maratona ginnica…

Per non fare brutte figure sotto le lenzuola ed anche sopra è fondamentale una forte eccitazione mentale, ma sovente non è sufficiente:
fumare, mangiare o bere troppo prima della “prestazione” sono attività che pregiudicano lo stato di salute del nostro attrezzo.
Buona norma per rafforzare la potenza dei nostri orgasmi nonché il divertimento che possiamo dare a lei è fortificare continuamente il nostro pene con serie giornaliere di esercizi che rafforzano il muscolo pubococcigeo(i famosi esercizi di Kegel).
Ricordo che esagerare affatica il muscolo, quello che conta è la continuità dell’esercizio ed il leggero incremento nel tempo di durata delle sessioni.
Se non lo avete mai fatto vedrete che le prime volte non è così facile farne una o più serie:
questo vuol dire che il vostro muscolo è deboluccio e deve dipendere totalmente dall’afflusso di sangue per potersi esigere maestoso(cioè l’erezione n.d.a), non sarete in grado quindi di muovere il vostro pisello a piacimento.
Iniziare il prima possibile ad esercitarsi, qui è uno dei tanti posti dove trovate per filo e per segno come fare:
Come Fare gli Esercizi per il Muscolo Pubococcigeo

Questi esercizi che non fanno male neanche al genere femminile, oltre a diminuire il rischio di disfunzione erettile, fortificano l’erezione ed aiuta a combattere l’eiaculazione precoce per chi afflitto da tale malefico problema.

Il bello è che al contrario dei pesi o la corsa che dovete dedicare tempo apposito per fare gli esercizi, questi si possono fare in “quasi” ogni situazione:
mentre guidate, mentre lavorate al pc, al telefono e magari anche per fare qualche scherzo a qualcuna che ci guarda molto in quella zona…

Sergio
sergio@fireofman.com