Il segreto per capire se la relazione durerà ancora

L’unica vera formula che predice infallibilmente l’esito della relazione

Se qualcuno di voi ha mai avuto l’ardire, magari in sala d’attesa di qualche professionista o per sbaglio in un momento di noia, di sfogliare riviste dedicate al pubblico femminile, avrà sicuramente notato che grande enfasi e spreco di alberi con cui si fa la carta, vengono male utilizzati per capire se lui è quello “giusto” oppure un uomo da evitare.
Inoltre per non perdere nessuna donna del pubblico pagante viene prestata una spropositata attenzione a capire quali sono i segnali per capire se la relazione sta andando bene oppure no.

io direi che se una, o anche uno ha bisogno di fare un test su un giornale per capire se la sua relazione ha dei problemi, come minimo i problemi li ha sicuramente, e come se li ha:
cervello non connesso al resto del corpo, o forse assente del tutto…

Dato che saltuariamente quelle pagine noiose che si aprono a tradimento sul web mi indirizzano su siti simili ai giornali sopra citati, capita che l’altro giorno sono finito su pagina web dotata di test con ben 33 domande per capire se la relazione è sana oppure da concludere il prima possibile.

Pur rifiutandomi di fare il test ed anche di leggermi le domande, immediatamente ho pensato che ci deve essere un modo più semplice, senza considerare il sempreverde semplice buonsenso, per arrivare a calcolare scientificamente se i due piccioncini hanno un futuro insieme oppure no.
Mi sono ricordato di un libro letto poco tempo fa che tra l’altro vi consiglio di cuore per comprendere meglio i bias cognitivi che guidano le decisioni di tutti noi ed in particolare dei cosiddetti esperti:

Thinking fast and Slow by D. Kahneman

Subito sono andato a sfogliarmi le centinaia di pagine per trovare la formula che meglio predice l’esito della relazione, eccovela tradotta in italiano:

numero scopate – numero discussioni = x

Voi non volete assolutamente che il risultante x sia un numero negativo, altrimenti la relazione ha i giorni o per meglio dire le scopate contate.
Quando x è uguale a zero, tutto è in forse, molto presto o aumenterà il sesso o più probabile le occasioni per litigare saliranno in frequenza, portando x verso il negativo e quindi la relazione alla sua morte, o in certi casi per chi non si arrende, ad agonia anche lunga ma soprattutto dolorosa.
L’unico caso in cui la relazione è sana e vale la pena rimanerci dentro, è quello in cui x è positivo:
più alto il numero risultante, maggiore la soddisfazione della coppia e le probabilità che tutto continui felicemente.

Ecco risolto in modo brillante il dilemma “relazione sana oppure no”, quindi quelli tra voi attualmente in coppia fate velocemente questo calcolo e traetene le conseguenze…

P.S.
Per i più scientifici e precisini possono venire in mente vari modi di ottimizzare la formula, nonché il valore conseguente di x dove vi è relazione sana; ad esempio potreste ideare una cosa fatta così:
(numero orgasmi lei + orgasmi lui) – discussioni in cui si è alzata la voce =
Purtroppo se l’esercizio è simpatico a livello intellettuale, come dimostrato da Kahneman e studi seguenti, ogni complicazione ed ottimizzazione delle formule porta quasi invariabilmente a notevoli peggioramenti del suo potenziale predittivo.

Fatemi sapere cosa ne pensate lasciando un commento qui sotto
Sergio

Lascia un commento