Henley Shirt come sceglierla, come abbinarla

Come usare la Henley shirt per essere attraenti.

Abbiamo visto che tra le varie scelte che il guardaroba maschile del seduttore ci mette davanti nella stagione calda, la Henley è una scelta da tenere in considerazione, ma come indossarla e con cosa indossarla perché esprima in modo pieno il suo potenziale e crei attrazione nelle donne di alto livello che ci piacciono?

Intanto prima considerazione è il nostro fisico, niente nel Look può essere preso in esame da solo, va sempre rapportato prima alla nostra figura, all’idea che trasmettiamo e a quella che invece vogliamo dare di noi usando particolari capi invece che altri.

Tutto questo gran discorso lungo per dire che se pesate 200Kg la henley shirt e le magliette in generale è bene che ve le scordate, almeno per il momento:

ce lo vedete il fu Pavarotti con una maglietta?

Sarebbe stato ridicolo, come lo è chiunque in forte sovrappeso si ostina ad indossare questo capo che è nato per gente in perfetta forma.

Allora la henley shirt solo per gente super palestrata in perfetta forma e con il six pack(dicesi six pack gli addominali a tartaruga) ben visibile e definito?

NO, tutto il contrario!

In forma si, esagerare mai, mettere troppo in risalto il vostro fisico perfetto produce normalmente l’effetto opposto:

ma chi si crede di essere con la maglietta di due taglie più piccole per mettere in risalto i muscoli… ma fammi il piacere e sviluppa prima un po’ il cervello che ne hai davvero bisogno.

Quello sopra è un classico pensiero di una Top alla vista di chi crede che i muscoli ed il loro farli vedere sempre e comunque, siano l’unica cosa necessaria per sedurre qualunque donna.

Quindi indipendentemente dalla vostra forma prendete una Henley della giusta taglia, ricordate THE FIT?

Quando non è aderente come una seconda pelle, non solo vi sta molto meglio, ma permette anche una miglior circolazione dell’aria che contribuisce a mantenervi freschi, senza in-estetiche al massimo gorature di sudore sotto le braccia…

Passati questi concetti di base che non sarebbero neanche da ricordare, vediamo con cosa metterla e con cosa abbinarla:

sta bene pure da sola, un paio di jeans di cui abbiamo parlato pochi giorni fa vanno più che bene.

Quando abbiamo due capi belli scelti con cura, sono già sufficienti per farci notare in positivi:

l’eleganza, la vera eleganza è spesso semplicità, un togliere il superfluo, invece che aggiungerlo.

Inoltre avere pochi capi rende importanti gli accessori, orologio, cintura e soprattutto l’altro pezzo dello stile che non abbiamo ancora nominato, ma che fa sempre la differenza:

Le scarpe.

Salendo di livello da questo stile minimalista jeans e maglietta arriviamo alla giacca indossata nelle sere più fresche:

la polo sotto la giacca è ormai indossata da ogni yuppie e discendenti vari dal nome diverso ma dalla stessa (scarsa)sostanza, la Henley shirt è meno formale, più casual, ma sovente più indicata per le uscite informali dell’estate.

Non solo è più fresca non avendo il colletto e si apre di più avendo maggior profondità con i bottoni, ma possiamo anche osare di più con i vari stili rispetto alle polo che sono sempre molto omologate.

Io sono per le maniche lunghe, sempre e comunque:

mezze misure uguale mezzo uomo!

Ma concedo visto le temperature tropicali estive qualche concessione alle maniche corte:

ci sono persone che gli stanno pure bene!

Io non posso vederle addosso a me, voi valutate caso per caso, anzi fatevi valutare da qualche donna dal buon senso estetico e dello stesso livello delle donne che volete attrarre, sarà sicuramente un giudizio più veritiero.

Riguardo ai colori sono preferenze personali, io amo i colori scuri con forte predilezione per il nero, ma ne ho anche bianco sporco di tessuto simil vecchio, tipo i vecchi tessuti in canapa che tanto fanno maschio originale e biologico potrei osare dire…

Anche il numero e la fattura dei bottoni come della stessa apertura conta, nello stile, nel Look che risulta attraente sono i dettagli quelli che fanno TUTTA la differenza, imparate prima di scegliere ogni singolo capo a valutare fino al più singolo dettaglio ogni aspetto del vostro futuro acquisto(soprattutto se va comporato oppure no.

Quindi guardate tessuto, la sua trama, la sua pesantezza(cotone e lana si distinguono per peso in grammi per metro quadro), spacchi laterali se li ha, la sua lunghezza, le cuciture, il colore del filo usato per le cuciture, i bottoni, la loro forma, il materiale di cui sono fatti, le asole, il collo è ampio o meno ecc. ecc.

Quando dico tutto intendo veramente tutto, solo così sviluppiamo una sensibilità una percezione che all’inizio richiede tempo e sforzo cosciente per essere utilizzata, ma con il tempo con una singola occhiata uno sguardo saremo in grado di capire e valutare qualsiasi capo:

quanto vale, quanto funzionerà con le donne migliori.

Una volta scelto una Hene’ figa, le combinazioni, le situazioni in cui poterla usare sono molteplici, praticamente infinite, va bene sotto il giacchetto di pelle tanto in voga ultimamente come da sola, come con un gilet particolare da indossare rigorosamente sbottonato e che contarsta e fa risltare ancora di più la henley con i suoi 2-4 bottoni sganciati.

Per arrivare ad aprire oltre il quarto bisogna che siano davverop molto fitti i bottoni, altrimenti tre è la misura massima da sbottonare, mentre  quattro è già l’eccezione che ci permettiamo sapendo di trasgredire le regole.

Concludo dicendo che la Henley shirt non è figa in se, ma all’interno della categoria “Henley Shirt” è facile trovare  buone o anche ottime magliette da comprare e da indossare risultando attraenti.

Sergio

sergio@fireofman.com

P.S.

Nella foto la maglietta fotografata ha al posto dei bottoni di cui ho parlato fino ad ora una cerniera.

Ora senza considerare che in caso di petto villoso è facile prenderci i peli in mezzo mentre si chiude la cerniera con notevole dolore, è una scelta da valutare con cura:

alcune sono pure belle e ci sta molto bene, altre per via della cerniera peggiorano notevolmente e perdono quel tocco di classico, da uomo che le rende un capo superiore.

Lascia un commento