Gli attrezzi del Seduttore (introverso e non): il Massaggio

Abilità (quasi) indispensabile che è bene avere

Tra le armi di Seduzione che può essere sfuttata sia in un rapporto più o meno consolidato o anche prima che la seduzione sia finalizzata non può mancare tra le abilità che il novello studente di tale nobile arte deve apprendere il massaggio.
Se c’è una cosa al mondo che vi consente di mettere le mani su quasi ogni donna è propria l’arte di saper fare i massaggi.
Può benissimo essere scelta come professione, ma meglio ancora come abilità in più da imparare il prima possibile; viene vista come non sessuale, soprattutto scegliendo punti lontani da zone erogene, ma la verità è che il corpo della donna è praticamente ed interamente una zona erogena, la differenza è solo la minore o maggiore intensità con cui reagisce alle stimolazioni.

Prima di andare a parlarne in dettaglio va sottolineata una cosa, siccome i massaggi tendono a farsi principalmente con le vostre dolci manine è bene che esse siano effettivamente dolci.
Non vi dico di farvi la manicure, cosa che non ho mai fatto in vita mia e non so neanche cosa comporti, ma di proteggere al massimo possibile le vostre mani dall’uso e consumo che potrebbe causare un lavoro manuale o hobby altamente mascolini tipo il meccanico provetto nel week end e dopo cena.
Una mano che gratta, piena di calli, con i polpastrelli tutti distrutti e pieni di pelline e cicatrici, non è il massimo da sentire sulla pelle vellutata di una donna e potrebbe, anzi farà sicuramente risultare l’esperienza non piacevole come dovrebbe essere.
Un paio di guanti al momento opportuno o una crema idratante per reintegrare le sostanze perse, possono e fanno miracoli nel salvaguardare le vostre mani da difetti palesi di invecchiamento precoce.
Come sapete le mani sono uno dei modi più semplici per valutare la vera età di una donna, evitiamo che tale metodo si ritorca contro di noi.
Prima che qualcuno vada a spendere i suoi preziosi soldi in creme iperpubblicizzate dal costo proibitivo con esotici nomi, dico subito che le più semplici ed economiche fanno l’identico lavoro delle altre, se proprio vogliamo il top spendendo un po’ di più compriamo la connettivina; ottima tra l’altro anche per il contorno occhi sia di donne che per chi la usa di uomini.
Prima che qualcuno faccia i salti sulla sedia e tiri fuori qualche discorso da medico dei poveri, preciso di evitare la plus che non è migliore ma peggiore per le nostre finalità, dato che contiene anche un sulfamidico che è un antibatterico.

Ma torniamo a noi, come imparare a fare i massaggi, e soprattutto come imparare a farli bene?
I metodi sono simili ad altri, potete frequentare una scuola o corsi diversi che rilasciano anche attestati vari che possono essere utilizzati a livello professionale per magari tirare su qualche euro nel tempo libero, oppure vi sono anche corsi senza riconoscimento ma che comunque aiutano ad imparare le basi.
I massaggi sono di tanti e tali tipi che imparare a farli tutti è praticamente impossibile ed i più delicati, quelli curativi per persone con problemi a noi non interessano, a noi importa solo di fiche sane nel fiore degli anni, è a loro che vanno le nostre attenzioni, manine e non solo…
Si può imparare poi da autodidatta. che è poi la strada che ho seguito io, non avendo scuole vicine ma avendo invece le donne su cui sperimentare quello che apprendevo man di mano.
Una conoscenza di base del corpo umano è necessaria, la scuola già dovrebbe avervela data, ma un ripasso più qualche buon libro su massaggi o video è una buona idea; il resto è pratica, pratica ed ancora pratica.
Avete una vita intera per fare pratica e milioni di donne fiche o ancor meglio strafiche su cui esercitarsi con piacere, quindi il materiale non manca, basta aggiungere un buon olio da massaggio ed il piatto è pronto.
Sull’olio mi vedo costretto a fare qualche precisazione, perché non è così facile trovare del buon olio da massaggio, entrate in qualsiasi negozio e la scelta vi sorprenderà, non saprete cosa prendere, dalla varietà immensa che vi troverete davanti.
Purtroppo alcuni invece di profumare puzzano, altri profumano troppo e sembra di essere una zoccola da trenta euro(topa-bocca-no-culo) del raccordo dopo averlo usato, altri non scorrono sulla pelle neanche a buttarci l’intera boccetta, altri ancora si seccano più velocemente del cemento a pronta presa incollandovi le mani sulla pelle di lei; fare in modo di provare su tette o mele, almeno avrete le mani bloccate su posti piacevoli…
Il solo fattore prezzo non è sufficiente a distinguere un buon olio da massaggio da un altro, si possono usare anche alcune creme idratanti per questo scopo ed in emergenza, ma un buon olio resta sempre la scelta da privilegiare.
Solo ripetute prove e soldi buttati ci diranno qual’è il miglior olio, anche perché donne diverse hanno pelli diverse e la stessa donna in base se ha appena fatto al doccia o no ha la pelle che assorbe in modo completamente differente, solo l’uso ripetuto e l’esperienza vi faranno capire come agire in quantità e qualità dell’olio.

Il massaggio più semplice da imparare è quello rilassante defaticante, che si effettua semplicemente con le mani diciamo lisciando la pelle ed aiutando le fibre muscolari a rilassarsi; evitare soprattutto quando agli inizi di fare massaggi in parti doloranti, l’inesperienza in tali zone peggiora solo il problema, non lo migliora.

Con il tempo, l’esperienza e centinaia, meglio migiaia di massaggi fatti svilupperete naturalmente una sensibilità che vi permetterà anche di fare massaggi in acupressione che è una forma di massaggio simile all’agopuntura, ma fatto facendo pressione in punti specifici con dita, mani, nocche gomiti e quant’altro vi viene in mente(si anche il vostro pisello se è abbastanza duro e dritto…).
Tale tipo di massaggio che se fatto bene migliora di molto il benessere psico fisico di chi lo riceve può avere varie finalità, tipo rilassamento, benessere eccitazione ecc. Imparare a farlo ci vuole tempo e qualche testo video può aiutare a capire i punti prima che l’esperienza ce le indichi naturalmente.
Evtate tassativamente di provarci dopo un mese o due dal vostro primo massaggio che farete solo danni, prima divertitevi con i massaggi semplici, in fondo se la donna non vi piace nemmeno stareste li a massaggiarla, quindi divertitevi!

Sergio
fireofman@fireofman.com
oppure
sergio@fireofman.com

Lascia un commento