Cosa regalare alla donna

Prima di spendere un capitale, vediamo come ragiona la donna quando riceve un regalo

Natale si avvicina e molti(almeno quelli che una donna ce l’hanno) sono nel solito dubbio amletico?
Che cazzus gli regalo quest’anno, che non c’indovino mai?

Avete presente le tessere punti?

Quelle che danno praticamente ovunque, dai supermercati ai distributori passando per negozi hi-tech e low-tech per fidelizzare i clienti.

Bene, per assurdo facciamo conto che per far contenta una donna con i regali servono 100 bollini distribuiti in un anno di relazione.

Il primo pensiero dell’uomo è dividere il totale cento per le occasioni in cui deve fare i regali:
natale, compleanno, anniversario del primo bacio, primo sesso, prima pompa; scelta a vostro piacere….

Quindi se le occasioni sono 4 lui farà quattro regali da 25 punti ognuno, oppure due da trenta e due da venti; se le occasioni importanti sono solo due, o due regali grandi da 50, oppure uno enorme da 70 ed uno da 30.

Lui è contento così, ha fatto il suo dovere e giustamente già pregusta la sua ricompensa sessuale e di certo non si aspetta rotture di coglioni inutili da parte della donna.

Che invece ci saranno quasi immancabilmente, il criterio di valutazione dei regali della donna è completamente differente e se guarda il valore di cosa regalate vi dovete iniziare a preoccupare seriamente; vediamo meglio:

per una donna sana che non guarda al prezzo i regali hanno sempre punteggio basso mettiamo 3, quindi non importa se regalate una macchina da 50000 euro o una sorpresina dell’ovino kinder, sempre 3 vale, quindi per arrivare alla fantomatica cifra di 100 ne dovete fare circa 30(33,3 periodico).

Perché questo, perchè il valore per una donna sana(le altre se possibile evitarle come la peste) conta poco, quello che conta è il tempo, l’impegno ed il pensiero che avete messo per farle il regalo, il resto è fuffa che non serve; anche perché mettiamo il caso dell’auto di prima:

vuol dire che i soldi vi spagliano, e quindi non è una grande fatica per voi regalarla, anzi è probabile che c’ha pensato la segretaria ad organizzare il tutto…

Se invece voi avete regalato una piccola cosa come valore monetario, ma che indovina i suoi gusti, aspettative e soprattutto ha qualcosa di voi, avete speso tempo ed energie per trovarla, ha tutt’altro e ben maggiore valore ai suoi occhi.

Quindi dobbiamo fare 30 regali all’anno?

Ma certo che no, mica siamo babbo natale!

Quello era solo un esempio per far capire come ragionano molte Donne di livello, resta il fatto che una decina di pensieri all’anno o più in occasioni inaspettate ed imprevedibili da lei, faranno ben più figura del regalo classico in date da santificare, che sono solo sbornie imposte dalla società consumistica.

Risolto il problema quanto e quando regalare vediamo invece un dettaglio sorvolato dai più, ma che solitamente fa la differenza tra una bella e sempre gradita ricompensa sessuale da ricordare, o un mal di testa improvviso preavviso di niente sesso stasera con annesso giramento e gonfiamento di palle:

il biglietto.

Bene nel biglietto cercate di spremere le meningi più che nel cercare il regalo giusto, fa veramente la differenza; ricordandosi di non fare mai e dico MAI promesse, dato che il mondo ed i sentimenti cambiano con il tempo, quindi messe per iscritto possono divenire:

  • difficili da mantenere
  • fonte d’imbarazzo se ricordate
  • possibile fonte di ricatti morali

Sconsiglio anche vivamente di copiare le frasi da internet, meglio qualcosa non perfetto , ma attinente e pensato da voi che una frase ricopiata meramente da un elenco con sforzo pari a zero; non solo, le donne le frasi fatte le conoscono da prima che internet nascesse:

evitare, evitare, evitare.

Sergio
sergio@fireofman.com
oppure:
fireofman@fireofman.com

Lascia un commento