Come rimanere un “Morto di Figa”

Morire per la Fica va bene, essere morti di figa molto meno

Come si diventa un Morto di Figa, ma soprattutto cosa vuole dire questa strana frase?

L’apparato genitale femminile dovrebbe essere fonte di vita, non di morte. Devo ammettere che quando i miei giorni volgeranno al termine, preferisco morire beatamente nel letto mentre scopo(cioè di figa) che mentre spacco i sassi al lavoro sotto un sole cocente.

Va detto che l’unico lato negativo di questo tipo di morte è come ci rimane lei, o loro se l’eccessivo sforzo che ha causato la mia prematura dipartita era merito di più donne che ringrazio di cuore in anticipo:

non è bello trovarsi a scopare un uomo ex-vivo, soprattutto per il fatto che se la leggenda che rimane ritto è vera, la donna potrebbe continuare a scopare per ore senza neanche accorgersi del mio trapasso.

Senza considerare l’imbarazzo a cui la poveretta/e deve sottostare, non sia mai che diventi di dominio pubblico la storia:
quella c’ha una topa che ammazza…
il povero Sergio c’è rimasto secco per scoparla, chissà che numeri fa la p…

Queste sono tra le più dolci che mi vengono in mente, la fantasia popolare maschile in un caso del genere, va a raggiungere le più alte e metafisiche forme d’arte…

Risalendo sulla terra(dall’inferno dove ero sceso in via ipotetica temporanea) vediamo il Morto di Figa nel suo significato comune che secondo nonciclopedia è Homo affamatus, in pratica quella categoria di uomini che ha sempre fame di passera e sempre l’avrà, non per il loro immenso vigore e testosterone quanto per far passare la voglia di fare sesso anche ad una ninfomane in crisi d’astinenza.

Non ritorniamo sui concetti base del puzzare o lavarsi poco perchè il classico morto di figa, spesso è anche pulito, quello che lo contraddistingue è il suo sbavare inarrestabile, appena pensa che ci sia una possibilità con una donna; la possibilità è solo nella sua mente non di certo reale, quindi ogni giorno che passa aumenta la sua già enorme fame di figa.

La donna riconosce un Morto di figa® anche quando esso si trattiene dalla sua caratteristica chiave, che è lo sbavare profusamente ed incontrollabilmente guardando qualsiasi donna, in particolare se ci sono vari cm quadrati di pelle scoperta(scollature, gonne, ecc.).

Quello che lo tradisce sempre anche quando cerca di mimetizzarsi è lo sguardo:

uno sguardo da affamato, da classico morto di figa®, ogni ragazza ancor prima dei 18 ha imparato a riconoscerlo da lontano, il suo sguardo famelico non può mai essere scambiato per vero interesse, a lui interessa solo scopare, chi ha davanti è indifferente, basta abbia un buco dove infilarlo.

Se con le donne funziona talvolta una cosa ed il suo contrario, tali esemplari di mezzi uomini riescono ad essere contemporaneamente e in modo simultaneo dalla parte sbagliata.

Giustamente, non conoscendo la topa dal vivo, sono anche soggetto di scherno di compagni cattivi che poi verranno a farmi compagnia all’inferno.

Ecco semplici scherzi simpatici fatti loro:
fargli credere che la passera è per traverso(cioè orizzontale, invece che verticale), oppure che la venuta media di ogni uomo è superiore all’ora quando scopa, così d’aumentargli ancora di più l’ansia da prestazione e l’autoanalisi positiva di essere eiaculatori precoci.

Come vediamo l’uomo è sempre pronto ad aiutare il suo simile in difficoltà, soprattutto quando si parla di scopare(ma quando mai?).

Per uscire da questo girone dantesco di sfigati ed iniziare a vivere di figa, è bene capire alcuni tratti che contraddistinguono un vero Morto di Figa D.O.C.G.(di origine controllata e garantita).

Ha convinzioni profondamente errate sulle donne ed in base a quelle agisce, si può uscire da questa condizione che per molti è transitoria e si manifesta solo nell’adolescenza; per coloro che non ne sono ancora usciti in età più avanzata ci vogliono drastici nocchini e vari pali in fronte per fargli capire i concetti(quando va bene).

Non ripeterò qui tutti gli errori fatti che diminuiscono il loro Carisma tipo parlare in modo monotono, troppo veloce, non ascoltare Davvero la donna, oppure bersagliarla con serie di domande stile gestapo dei tempi che furono.
Questi come il vantarsi eccessivamente o improvvisare lunghissimi monologhi autocelebrativi, sono errori talmente comuni che ci cascano talvolta anche maschi normali, no ciò che li identifica sono le loro frasi ed atteggiamenti che in un solo colpa spengono la voglia anche della più focosa e bendisposta donna nei loro confronti.

L‘ha scopata al primo appuntamento quella è una facile…

Ora se io fossi una donna quando sento questa frase non ho neanche bisogno di pensarci su, so già come comportarmi:
a chi ha detto tale frase non gli farò mai vedere la mia topa e se proprio deve essere per qualche strano destino, si deve scordare di vedere anche una sola mia tetta prima del decimo appuntamento.

Ci sono solo due tipi di donna:
Le troie e le Madonne!
Le troie sono per definizione troie e le madonne pure

Questa verità non giustifica il Morto di Figa a dirlo esplicitamente, visto il fatto che per lui le donne sono tutte vergini, visto che non scopa:

il criticare donne dai costumi sessuali aperti, farà in modo che le donne che incontra mettano il lucchetto alla topa e buttano via la chiave prima del solo pensare di darla a lui.

Va considerato che ogni donna che si rispetti è convinta di avere facoltà paranormali d’intuizione e sovente anche divinazione, quindi non importa se il M.d.F. lo dice o solo lo pensa, la donna con il suo istinto percepisce infallibilmente il pensiero denigrante di lui nei confronti del genere femminile.

IL morto di figa non è lo sfigato classico, persona che di solito è sfigato in quasi tutti i settori della vita meno uno o due solitamente da nerd, tipo essere campione di un videogioco multigiocatore sconosciuto; il MdF può avere anche vita normale quasi ovunque, salvo quando si avvicina ad una donna:
solo allora si scorderà tutti manuali di seduzione americana che ha letto ed inizierà a sbavare copiosamente rendendolo non scopabile da qualsiasi donna, comprese le professioniste mercenarie del sesso, le quali se proprio devono chiedono la tariffa che usano per le bestie(cavalli, cani, scimpanzè).

Fire of Man

Lascia un commento