3 Domande per moltiplicare per 3 la nostra Seduzione

La Seduzione è semplice, basta creare curiosità, interesse attrazione nella donna che c’interessa e voilà:

Il gioco è fatto!

Quello non facile è sapere come creare curiosità, interesse, attrazione verso di noi nella donna che ci piace.

Ci sono tre step fondamentali di conoscenza per migliorare in seduzione o in qualsiasi altra attività umana se è per questo:

il primo è sapere se abbiamo fatto bene o male.

Sembra una cosa da niente ma è il punto di partenza di ogni miglioramento, se non sai dove ti trovi ora, come puoi sapere la direzione da prendere?

La conversazione casuale che hai fatto con lei ieri, pensi che ha lasciato una buona impressione, ha aumentato le tue possibilità, oppure hai perso punti a valanga per ogni parola che sputavi fuori balbettando?

C’è un piccolo problema…

Molti non sono in grado di riconoscere questo, o meglio pensano di sapere che hanno fatto bene, quando invece lei facevo solo faccia di circostanza con sorriso falso e dentro stava pensando come mi levo da tre passi sto sfigato.

Questo ci porta al secondo punto:

Sapere perché abbiamo fatto bene o male!

Solo sapendo questo possiamo essere sicuri di non aver avuto un’impressione errata con il punto precedente:

perché quando sembrava andare tutto bene non siamo riusciti a baciarla?

Abbiamo agito troppo presto?

Troppo tardi?

Lei non è attratta da noi?

Sapere perché le cose sono andate male è importante, lo è ancora di più sapere la ragione per cui sono andate bene:

ci permette di ripetere il comportamento giusto o sue leggere variazioni.

Ecco che abbiamo già introdotto il terzo decisivo fattore:

sapere cosa fare per migliorare!

Nell’esempio precedente del bacio troppo tardi o troppo presto diventa un processo di questo tipo:

1) ho fatto male perché lei era attratta da me ma non sono riuscito a baciarla.

2) Il motivo per cui ho fatto male è perché ho sbagliato il Timing, il momento non era adatto a provarci perché eravamo in un luogo pubblico e lei odia smancerie in pubblico.

3) Per migliorare devo baciarla quando lei è ricettiva che posso capire dai suoi movimenti e modo di guardarmi.

Tutto qui, non serve altro, inutile come tendiamo a fare noi introversi rivivere cento volte la scena nella nostra testa, guardare, esaminare sottigliezze che esistono solo nella nostra mente.

Il processo logico deve essere semplice, ogni volta che abbiamo modo di interagire con qualche donna, prendiamoci un attimo di tempo per rispondere a queste tre domande e come per magia vedremo la nostra capacità seduttiva crescere in modo esponenziale.

Sergio

sergio@fireofman.com

oppure

fireofman@fireofman.com

Lascia un commento